Eventi e cultura

Tutto pronto per la sesta edizione dei Dialoghi

Si completa il programma della manifestazione tranese.

Elezioni Amministrative 2020
Candidati sindaco
Candidati al consiglio comunale
Elezioni Regionali 2020
È tutto pronto per la sesta edizione de "I Dialoghi di Trani". Sciolti gli ultimi dubbi su partecipanti ed eventi collaterali, non rimane che aspettare il 21 settembre per ritrovare la più grande manifestazione dedicata alla lettura, al confronto e alle idee, del Sud Italia. La rassegna, che si terrà dal 21 al 23 settembre prossimi nell'incantevole cornice del Castello Svevo di Trani, è promossa dall'Assessorato al Mediterraneo della Regione Puglia in collaborazione con l'Associazione culturale "La Maria del porto". I Dialoghi godono, inoltre, dell'Alto Patronato del Presidente della Repubblica e dei patrocini istituzionali del Comune di Trani, dell'Assessorato al Turismo della Provincia di Bari, della Soprintendenza ai Beni Architettonici e Paesaggistici di Bari e Foggia e dell'Università degli Studi di Bari. Resta immutata la formula della tre-giorni letteraria che fa del dialogo e delle sue infinite potenzialità, della commistione fra generi, culture e discipline, dell'incontro tra realtà e punti di vista differenti, il suo punto di forza. La parola, quindi, l'ascolto e l'interazione saranno protagonisti di un evento la cui sintesi sarà fatta da relatori e pubblico, in un continuo scambio di pensieri ed opinioni scaturite gli uni dalle altre.

Come ogni anno, anche questa edizione si concentra su un tema allo stesso tempo di stretta attualità e di ampio respiro. Il tema su cui intellettuali, filosofi, scienziati, giuristi, politici, imprenditori e scrittori si confronteranno ruota intorno alla domanda: Quale etica nella società globale? Dal quesito scaturisce la ricerca di un paradigma etico applicabile alle più diverse situazioni in cui i soggetti morali odierni si trovano ad agire. Calata in una dimensione globale, che vuole essere universale nella sua accessibilità e particolare nella sua attenzione alle diversità, la ricerca di un'etica giusta ed equa, si trova a fare i conti con nuove sfide, nuovi limiti e nuovi scenari di azione. Ma non solo. La domanda etica tocca la sfera pubblica e privata, interroga su convincimenti e rimanda alle scelte di fede, ragiona sulla tolleranza e il libero gioco delle differenze, incide sul cosiddetto bene comune e sul suo governo.

Saranno la manifestazione tranese e lo scenario suggestivo di federiciana memoria ad offrire un valido tavolo di confronto e di studio, che possa contribuire ai piccoli e grandi dibattiti cui la società moderna è chiamata ad esprimersi. Il programma dei Dialoghi è stato pensato e strutturato come un percorso di conoscenza, un flusso di saperi continuo e multidirezionato, indirizzato a target dalle età, i gusti e le passioni più disparate. Amanti della filosofia, delle scienze, della musica, della danza e del teatro, appassionati di politica, di letteratura e di diritto, vedranno soddisfatte le proprie passioni e curiosità direttamente dai protagonisti e dalle voci più rappresentative del dibattito culturale contemporaneo. La prima tappa di avvicinamento, dopo l'apertura ufficiale dei Dialoghi e il saluto delle autorità, è rappresentata dalla lezione introduttiva al tema dal titolo Che cos'è l'etica? [venerdì 21 settembre, ore 10.30] di cui è protagonista il filosofo e giornalista Armando Massarenti. Dopo aver messo in campo la "strumentazione" di base per comprendere le molte implicazioni del tema, si dispiega il programma dei sei Dialoghi che affronteranno le possibili applicazioni della materia etica all'interno di diversi ambiti di azione, dalla politica ai diritti umani, dalla medicina alla letteratura. A intervenire sul tema, il sottosegretario al Ministero dell'Università e della Ricerca Nando dalla Chiesa, il senatore della Repubblica Domenico Fisichella, il giurista Antonio Cassese (già presidente del Comitato del Consiglio d'Europa per la prevenzione della tortura, primo presidente del Tribunale penale internazionale per l'ex Jugoslavia, e presidente della Commissione internazionale di inchiesta dell'ONU sui crimini nel Darfur), i filosofi del diritto Pietro Barcellona e Francesco D'Agostino, la scrittrice e giornalista impegnata nel movimento per la pace e presidente della Lega Obiettori di Coscienza Giancarla Codrignani, lo scrittore ed editorialista de "La Repubblica" Michele Serra, il magistrato Gian Carlo Caselli (procuratore generale a Torino, già procuratore nazionale antimafia a Palermo dopo Falcone e Borsellino, rappresentante italiano a Bruxelles nell'organizzazione comunitaria Eurojust contro la criminalità organizzata), lo storico del pensiero politico Angelo d'Orsi, il genetista Edoardo Boncinelli (già componente di numerosi comitati internazionali sui temi della genetica, nonché della Commissione per l'uso delle Cellule Staminali del Ministero della Sanità), lo storico della medicina ed esperto in bioetica Gilberto Corbellini e lo scrittore, saggista e giornalista cattolico Rino Cammilleri, curatore tra l'altro del Piccolo manuale di apologetica 1 e 2 (Piemme, 2004 e 2006). A moderare gli incontri Piero Dorfles, responsabile dei servizi culturali del Giornale Radio RAI, Giorgio Zanchini, giornalista del Giornale Radio di RadioUno, Stefano Costantini, caporedattore de "La Repubblica" di Bari e Maria Ida Gaeta, direttrice della Casa delle Letterature di Roma. Ai tradizionali dialoghi si affiancano le tre sezioni di approfondimento del tema: Etica e memoria [venerdì 21 settembre, ore 11.30] con lo scrittore tedesco Ingo Schulze, autore del romanzo Vite nuove (Feltrinelli) e con la germanista Elena Agazzi, introdotti da Lucia Perrone Capano; Etica e ambiente [venerdì 21 settembre, ore 20], la presentazione dei progetti di cittadinanza attiva e la "campagna per la bellezza" di Coppula Tisa Onlus di cui è portavoce il regista salentino Edoardo Winspeare; e infine Etica in giallo [sabato 22 settembre, ore 10.15], un confronto tra gli scrittori Rino Cammilleri, Massimo Marcotullio e Alessandro Perissinotto, moderati dalla giornalista Giovanna Zucconi. Come nelle passate edizioni, la manifestazione affianca ai tradizionali dialoghi e alle sezioni speciali di approfondimento, un programma di eventi spettacolari: il monologo teatrale Security. Fino all'11 settembre [venerdì 21 settembre, ore 21], con l'autore e attore, Raimondo Brandi che porta in scena un percorso di analisi attraverso i particolari non veicolati dall'informazione di massa sull'attacco al World Trade Center; la rappresentazione de l'Amleto [sabato 22 settembre, ore 21] spettacolo di e con Michele Sinisi; e, infine, Mediterranea, la performance originale della VenusOrchestra [domenica 23 settembre, ore 21] che schiera venticinque elementi tutti al femminile, con la partecipazione dell'attore Paolo Panaro e del cantante Nabil, storica voce dei Radiodervish. In programma anche le presentazioni dei libri "Le Ribelli, storie di donne che hanno sfidato la mafia per amore" (Melampo) di Nando dalla Chiesa presentato da Stefano Boccardi, giornalista de "La Gazzetta del Mezzogiorno" [venerdì 21 settembre, ore 17.30], e "Perché il governo. Il laboratorio etico-politico di Foucault" (manifestolibri) di Ottavio Marzocca, presentato da Stefano Petrucciani, filosofo e giornalista [domenica 23 settembre, ore 10]. Di sicuro interesse anche la tavola rotonda Etica e lavoro: analisi e prospettive di sviluppo locale [domenica 23 settembre, ore 19.30] con Franco Chiarello (professore di sociologia dei processi economici e del lavoro presso l'Università degli Studi di Bari), Vincenzo Divella (imprenditore, presidente delle Provincia di Bari), Alessandro Laterza (presidente della Confindustria Bari), Giovanni Pomarico (imprenditore), Canio Scianatico (imprenditore), Gianfranco Viesti (Professore di Politica Economica presso l'Università degli Studi di Bari), coordinati dal giornalista Rai Costantino Foschini. Completano l'offerta della manifestazione laboratori per ragazzi e bambini (Macbeth laboratorio teatrale; Antigone laboratorio di lettura; Etica-mente, corretti! laboratorio didattico per scuole elementari e medie; Globaleticamente laboratorio didattico per le scuole superiori), degustazioni enogastronomiche, visite guidate, mostre e proiezioni (Lo Specchio cortometraggio e La gita a Tindari videointervista a Andrea Camilleri, a cura del Liceo scientifico "C. Cafiero" di Barletta). Continui aggiornamenti sul programma, i protagonisti e gli eventi prima e durante la manifestazione sono fruibili sul sito internet www.idialoghiditrani.com. Quest'anno è possibile avvicinarsi alla manifestazione conoscendone i protagonisti e seguendoli virtualmente tra interviste, rassegne e partecipazioni in questo scorcio d'estate. Il sito inoltre, sarà il ponte tra l'evento e i propri pubblici, il mezzo privilegiato per proposte, scambi e per il proseguimento virtuale dei Dialoghi anche on-line.
© 2001-2020 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.