Avviso di chiamata

Hanno vomitato anche l'anima

Avviso di chiamata per Di Marzio, Corrado e Ferrante

Puntuale ed ormai attesa ed inevitabile è arrivata la resa dei conti nel Pdl tranese. Ve lo avevamo detto appena una settimana fa: diffidate del fair play. Anche fra i due candidati alle primarie. Poiché alla fine, seppur di striscio, viene investito dai colpi di bazooka ed indirettamente anche Gigi R.. Siamo ai piatti in faccia. Anzi alle pentole in testa. Alla scatarrata sui piedi. Pare che anche Raffaele F. si sia allarmato alquanto ed abbia richiamato all'ordine. Ma ormai la sceneggiata è servita. La buonanima di Mario Merola non c'è più, ma gli ingredienti ci sono tutti. Almeno un accenno di teatro, se non proprio sceneggiata. In principio era entrato in scena direttamente in consiglio comunale l'annunciatore del duello Troysi. Come un aedo dell'antichità classica aveva sinteticamente annunciato con un messaggio pro populo la sostanza della rappresentazione che stava per tenersi. Il sottoscritto si era limitato ad annunciare un falso fair play, ma la realtà ha superato ogni immaginazione o anticipazione. E' andata in scena una puntata di Wild, alla fine. Al diavolo i retroscena, le spifferate, le velate minacce, le voci di espulsione contro gli scissionisti o le ipotesi di nuovi nuclei partitici all'ombra di Di Marzio.

Il gossip più insistente, per ora senza fondamento, lo dava a capo di una neonata coalizione di centro, con assembramento di forze e personalità da Triminì allo stesso Carlo Laurora. Tutto spazzato via, per ora: sia dalla rinnovata fiducia dello stesso Laurora a Ugo O (ancora orale, ossia non nero su bianco) ma soprattutto dalla zuffa finale tra Corrado e Di Marzio. Una volta le mamme, dicendo che il proprio figlio aveva dato di stomaco, rendendo catastrofico l'evento, tipico delle genitrici apprensive esclamavano con linguaggio misticheggiante e quasi esorcistico: " Ha vomitato anche l'anima". Ecco. E' arrivato il momento di rispolverare la frase per l'occasione. Prima Corrado e poi Di Marzio hanno vomitato anche l'anima. Si sono detti in pubblico ciò che andava loro su e giù per lo stomaco da qualche tempo a questa parte. Corrado ha deciso di chiamare anche il dottore, ancora con la bava appesa alle labbra e con la bacinella in mano. Ancora lui: Pinuccio T., che ancora se ne deve andare e già manca agli orfanelli del PDL : senza di lui, alcuni di loro, pare si vedano già persi ed in balia di Ramses Di Marzio, che dopo l'inaspettata trombata primaria, non ha alcuna intenzione di arrendersi. La maledizione di Ramses ha già cominciato ad abbattersi sulle tende montate alla meglio nel deserto della politica tranese del centro destra. Un vento forte, un sibilo inquietante, la sabbia negli occhi. Corrado invoca il ritorno di Pinuccio T. per gestire questa fase delicata. Ma lasciatelo un po' in pace: Pinuccio è stanco di far vibrare la sua carota ed il suo bastone, come ha fatto negli ultimi nove anni, per tenere su la baracca del centro- destra tranese. E non credo che sia così folle da salpare come Clooney nella Tempesta perfetta del Pdl.

Meno male che c'è Fabri Sfibra Ferrante che vuole colorare la città: dopo il rosso sangue del Pdl, farebbe bene a dare una mano di colore anche al centro – sinistra: tra il canuto Ugo O., le conferenze con onorevole della Federazione della Sinistra con facce tristi ( ho visto in un servizio Tv delle "facce appese" dicono a Napoli;) ma perché? Dopo i santini di Avantario senza colore politico (non hanno nemmeno la sigla del PD …); dopo le primarie bulgare (che ricordano il triste e grigio Est europeo), che videro Fabri protagonista … In effetti una bella passata di colore ci vorrebbe proprio … Più schizzi e spruzzi per tutti.
  • Fabrizio Ferrante
  • Giuseppe Di Marzio
  • Beppe Corrado
  • Pdl
Altri contenuti a tema
"No" ai consiglieri quasi sempre assenti, 7 in pagella per Fabrizio Ferrante "No" ai consiglieri quasi sempre assenti, 7 in pagella per Fabrizio Ferrante Questa settimana a beccarsi uno 0 sono gli assessori non produttivi e la pseudofioriera in piazza della Repubblica
1 Don Alessandro Farano e il suo secondo cammino di Santiago: 10 in pagella Don Alessandro Farano e il suo secondo cammino di Santiago: 10 in pagella I voti della settimana di Giovanni Ronco
1 Dalle Regione 200 mila euro per il Festival Castel dei Mondi, il rammarico di Corrado Dalle Regione 200 mila euro per il Festival Castel dei Mondi, il rammarico di Corrado «I nostri eventi non meriterebbero un maggiore attenzione dai nostri rappresentanti?»
M5S e il caso della mozione "dirottata", la replica di Ferrante M5S e il caso della mozione "dirottata", la replica di Ferrante «Se rispettare le regole significa essere arroganti, allora sono contento di esserlo»
4 A Trani troppi nodi non ancora sciolti, per il sindaco è 4 in pagella A Trani troppi nodi non ancora sciolti, per il sindaco è 4 in pagella I voti della settimana di Giovanni Ronco
2 Elezioni comunali a Bisceglie, "fuori" il Partito democratico Elezioni comunali a Bisceglie, "fuori" il Partito democratico La delusione di Ferrante: «A perdere siamo tutti quanti»
2 Elezioni 2018, ci sono anche i tranesi Fabrizio Ferrante e Debora Ciliento Elezioni 2018, ci sono anche i tranesi Fabrizio Ferrante e Debora Ciliento Ecco la lista ufficiale del Partito democratico in Puglia
1 Ricapitalizzazione Amiu, Ferrante si difende: «Nessuna lettera nascosta» Ricapitalizzazione Amiu, Ferrante si difende: «Nessuna lettera nascosta» Il presidente del Consiglio risponde all'ex assessore De Biase e a Ronco
© 2001-2018 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.