Avviso di chiamata

Le prefiche di Gigi

La verità è che continuerà la sua brillante carriera politica, ne siamo più che certi

"Pianto nonsense". Non capisco i "pianti" ed i lamenti di alcuni dei supporter di Gigi, o delle sue prefiche (ne ho letti alcuni ultimamente anche sul suo profilo FB) ogni qualvolta viene pubblicato un articolo critico nei confronti suoi e dell'amministrazione che dirige. A parte che il Nostro dovrebbe preferire piuttosto le nostre critiche, fatte apertamente e da "amici", anche se non sembrerebbe, agli zuccherosi complimenti di chi magari è lì che aspetta un favore e che magari alle spalle dice testualmente: "Oh! Stiamo attenti che nemmeno Gigi è certo un santo". Il problema vero è però un altro.

"Prefica pelosa". Come si può emettere lamenti per qualche critica della stampa, che ci può sempre stare, e commiserare il sindaco come fosse un martire, che piega il capo sotto le frustate del giornalista, quando vorrei ricordare che a soli 44 anni il Gigi è un politico con un ruolino di marcia impressionante: nell'ordine consigliere più suffragato alle penultime elezioni, consigliere provinciale, presidente del consiglio provinciale, ("avanzava" una nomina anche in quello cittadino, precedentemente), vincitore delle primarie del centro – destra contro un cavallo di razza come Peppino Di Marzio, con partitone berlusconiano al seguito ed infine sindaco, battendo quello che avrebbe potuto essere un campione del voto trasversale, d'opinione, quindi vincente, come Ugo O. Ma che significa dire: "Non avete pietà di quel poveretto, con quegli articoli …" ? Mi sembra una pietas pelosa, sinceramente, insomma, di parte. Perché il Gigi come persona brilla di suo e non ha bisogno di prefiche o lacchè. E sa benissimo che la stampa deve essere il cane da guardia del potere che lui gestisce e non il cane da compagnia. Quindi finiamola di commiserarlo e vediamo se fine alla fine del mandato, risolve qualche problema atavico per la città, che non sia solo una mano di vernice fresca e un puntello alla martoriata manutenzione delle scuole, per cui io per primo lo ringrazio.

"Gli scafati". La verità è che Gigi continuerà la sua brillante carriera politica, ne siamo più che certi e le macerie di un governo, il suo, che non sta dando i frutti sperati, così come quelli che lo hanno preceduto, resteranno ai tranesi. Il dramma è questo. Il dramma di questa derelitta città è che nessun capo politico in questi anni è riuscito a darle un gruppo dirigente in grado di risollevarla. La brillantezza dialettica di Pinuccio, l'audacia e l'ambizione di un Ferrante, la carriera di Gigi, la capacità di affermazione di una Rosa Uva sono singoli fenomeni politici che porteranno frutti nelle mani degli interessati. Questi politici hanno capito che una classe politica a Trani non esiste e che bisogna rimboccarsi le maniche da soli e proseguire un percorso che procederà più o meno brillantemente. I poveri cittadini tranesi resteranno privi di servizi e cittadini di una Trani anonima socio – politicamente, mentre gli scafati, che hanno capito come stare in questo mondo politico, costruiranno le proprie carriere. Ciò che imbarazza è il dilettantismo politico di tutto l'ambiente che gira intorno a singole personalità: il livello è pericolosamente scaduto in questi anni. Guardate alcuni giovani consiglieri: chi si dimette, chi usa FB come uno sfogatoio per le proprie frustrazioni, chi non sa che pesci prendere, chi si dichiara indipendente, quindi comunque prende le distanze, come chi si dimette, da quell'alveo politico originario, che aveva in ogni modo, fornito vetrina, consensi, poltrona di consigliere. Vedete ad esempio le infruttuose e chilometriche riunioni che tengono. Questo è dilettantismo Certe volte, paradossalmente, mi metto nei panni di gente scafata come un Peppino Di Marzio, al netto dei suoi pregi e difetti politici, e mi chiedo se non provi disagio nel vivere in un ambiente che fa del dilettantismo la sua cifra caratterizzante (dove dilettantismo non è poi necessariamente da intendere in modo malevolo, come incapace, ma proprio come idea di mancanza di esperienza, di preparazione politica pregressa,- quanto manca una scuola di formazione politica a Trani-. Dilettanti come i giocatori del Trani: sono buoni, son simpatici, ci fanno tenerezza, li sosteniamo pure, ma sempre nelle serie dilettantistiche giocano.
  • Gigi Riserbato
Altri contenuti a tema
1 “Sistema Trani”, anche la sorella di Bagli vuol essere parte civile “Sistema Trani”, anche la sorella di Bagli vuol essere parte civile Prossima udienza il 19 dicembre per decidere sulle costituzioni
Sistema Trani, la Procura chiede di processare 19 persone Sistema Trani, la Procura chiede di processare 19 persone Caduta l'accusa di associazione a delinquere per l'ex sindaco Riserbato
Centro "You&Me": l'ennesimo spreco pubblico Centro "You&Me": l'ennesimo spreco pubblico Investiti 200 mila euro solo per la ristrutturazione in via Nigrò. Ora è tutto abbandonato
Caso discarica, le indagini su biogas e altri appalti Amiu Caso discarica, le indagini su biogas e altri appalti Amiu Ben 16 le persone nel registro degli indagati, Procura e Gdf a lavoro
Sistema Trani, l'inchiesta continua: flussi di denaro sospetti Sistema Trani, l'inchiesta continua: flussi di denaro sospetti Ecco cosa è accaduto, cosa sta accadendo e cosa accadrà
Sistema Trani, tornano tutti in libertà tranne Damascelli Sistema Trani, tornano tutti in libertà tranne Damascelli Liberi l'ex sindaco Riserbato, Peppino Di Marzio, Maurizio Musci e Antonello Ruggiero
Dimissioni Riserbato, nessun ripensamento: non è più il sindaco di Trani Dimissioni Riserbato, nessun ripensamento: non è più il sindaco di Trani La Prefettura annuncerà domani il nome del commissario
Caos dimissioni, oggi il giorno X. Oppure no? Caos dimissioni, oggi il giorno X. Oppure no? Con la conferma del passo indietro di Riserbato, si attenderà il commissario
© 2001-2019 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.