Avviso di chiamata

Tra Gigi, Ugo e Fabri la destra morente ci mette il dito

Trani 2012, avviso di chiamata

Gigi Riserbato, altro fine dicitore moderato, ma con giusta dose di cinismo, deve essersi ricordato che di quelli dell'attuale PDL non ci si può fidare. Alle ultime lezioni gli rifilarono uno scherzetto come quello che i bulli nelle scuole fanno ai primi della classe. Mentre questi ultimi stanno tornando trionfanti dall'ultima interrogazione brillante e stanno per riaccomodarsi al banco, gli tolgono la sedia e li fanno cadere col sedere per terra. Fuor di metafora: alle ultime elezioni Giggino er piacione era stato il più suffragato della sua parte. Si aspettava dunque la sedia, pardon, la poltrona da Presidente del Consiglio Comunale. Qualcosa non girò … La destra tranese alla fine portò in consegna una bella poltrona Frau da presidente per il più ieratico dei politici tranesi (certe volte mi ricorda quei faraoni egiziani immobili nello sguardo, come quelli che vediamo sui disegni dei libri di storia). Gira voce, non confermata, che il piccato, trombato e immusonito Gigi, fu placato con una mezza promessa, che alle prossime elezioni cittadine, il candidato della destra sarebbe stato proprio Lui. Nel frattempo si guadagnò la bella vetrina di presidente del Consiglio della pippesca BAT, comunque un premio di consolazione.

Ma gli anni e i mesi sono passati ed i candidati della destra sono spuntati come funghi: prima lo stesso Di Marzio, disponibile e voglioso d'una rivincita personale per dimostrare di essere un sindaco capace anche fuori dall'alveo della sua culla politica, la prima Repubblica; poi l' a – a – bronzatissimo Beppe Corrado, che per un certo periodo è figurato come delfino di Pinuccio, poi si è eclissato, poi è tornato a riaffiorare come uno squalo quando ha sentito odore di sangue e ciambotto, leggi primarie, pure queste ectoplasmatiche; poi l'altro figlio d'arte (il primo è Ferrante): Sotero, sempre eccitato, poi il placidissimo Di Modugno, con quella faccia da puttino venuto fuori da un quadro di Raffaello; poi per un momento Pinuccio, prima della catastrofica esperienza- stabilizzazioni, aveva buttato sul tavolo il nome di Lovato, poi, (finalmente una donna), è stata la volta della piacente architetta Onesti e chi più ne ha più ne metta. A quel punto Giggino il non bullo, deve essersi detto che stavano per fargliela di nuovo, poiché pur di adombrare la sua candidatura avrebbero chiamato anche Belen Rodriguez.

E allora Gigi ha lucidato ancor più la sua capoccia ed è partito coi manifestini in bianco da riempire, un'involontaria e freudiana mossa: la sua coalizione al momento è proprio un libro bianco, ergo, meglio la trovata mediatica per catturare voto d'opinione bipartisan, contando anche sulle disgraziatissime peripezie della sinistra. Questa resta divisa e rancorosa e ora cerca nel barbuto Emiliano quell'uomo d'ordine che metta fine alla diatriba tra il neo barbuto Fabrizio F. (vuole forse assomigliare al sindaco di Bari? Sarà per scaramanzia?) e Ugo O.

Domanda da Settimana Enigmistica: ma non è che l'Emiliano, tramite terzi, vuole fare pure il sindaco di Trani? Intanto, nel bailamme di questi tempi, ci sta pure la definitiva presa per i fondelli per l'ignaro elettorato tranese: fonti molto attendibili darebbero per certo l'appoggio ad uno dei candidati della sinistra (il miglior offerente naturalmente) di alcuni lacerti di destra tranese, convinti che questa mano sia loro sfavorevole e comunque qualora non restino soddisfatti delle offerte del loro o dei loro candidati, aspettando eventualmente un Pinuccio III e sperando in qualche accordino di non belligeranza ( e convenienza) con l'ipotetico vincitore della sinistra. Fantapolitica? No amici lettori. Solo storie d'ordinaria vergogna e miseria umana. Peccato per i tanti giovani che ci credono davvero. Basta dare uno sguardo al web...
  • Fabrizio Ferrante
  • Gigi Riserbato
  • Amministrative 2012
  • Ugo Operamolla
Altri contenuti a tema
1 Don Alessandro Farano e il suo secondo cammino di Santiago: 10 in pagella Don Alessandro Farano e il suo secondo cammino di Santiago: 10 in pagella I voti della settimana di Giovanni Ronco
M5S e il caso della mozione "dirottata", la replica di Ferrante M5S e il caso della mozione "dirottata", la replica di Ferrante «Se rispettare le regole significa essere arroganti, allora sono contento di esserlo»
4 A Trani troppi nodi non ancora sciolti, per il sindaco è 4 in pagella A Trani troppi nodi non ancora sciolti, per il sindaco è 4 in pagella I voti della settimana di Giovanni Ronco
2 Elezioni comunali a Bisceglie, "fuori" il Partito democratico Elezioni comunali a Bisceglie, "fuori" il Partito democratico La delusione di Ferrante: «A perdere siamo tutti quanti»
2 Elezioni 2018, ci sono anche i tranesi Fabrizio Ferrante e Debora Ciliento Elezioni 2018, ci sono anche i tranesi Fabrizio Ferrante e Debora Ciliento Ecco la lista ufficiale del Partito democratico in Puglia
1 Ricapitalizzazione Amiu, Ferrante si difende: «Nessuna lettera nascosta» Ricapitalizzazione Amiu, Ferrante si difende: «Nessuna lettera nascosta» Il presidente del Consiglio risponde all'ex assessore De Biase e a Ronco
1 “Sistema Trani”, anche la sorella di Bagli vuol essere parte civile “Sistema Trani”, anche la sorella di Bagli vuol essere parte civile Prossima udienza il 19 dicembre per decidere sulle costituzioni
3 L’insostenibile mattinata del Renzi L’insostenibile mattinata del Renzi Nessuno lo tollera ma tutti a parlare di lui. Ma vi rendete conto?
© 2001-2018 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.