Dr Hauze

Aspetta e spera che già l'ora si avvicina

Dottor Hauze 13

A quattro settimane esatte dal mio precedente intervento sul tema del Contratto di Quartiere II, nonostante le dichiarazioni prenatalizie rese in Consiglio Comunale dall'assessore al ramo, pare che la situazione non sia cambiata affatto. Non vi è traccia del nuovo bando per l'individuazione dei nuovi soggetti attuatori in sostituzione di quelli inadempienti, che, secondo quanto autorevolmente preannunziato, avrebbe dovuto essere pubblicato entro il 15 gennaio. Ritenevo, sinceramente, di quest'anno. Mah! Intanto, i cartelloni installati a suo tempo da alcuni dei (passati) soggetti attuatori (ma con quali autorizzazioni?) fanno ancora mostra di sé, sebbene per tre di essi siano in corso le procedure di cancellazione, in quanto inadempienti. In un caso, poi, sembra vi sia già l'attività edilizia in corso (spero a seguito del rilascio del prescritto permesso di costruire).

Più in generale, permane la più totale mancanza di informazione, da parte del Comune di Trani, sul prezzo massimo consentito per gli alloggi a realizzarsi e sulle modalità di acquisto. E' stato più volte dichiarato il prezzo al metro quadrato (circa 1.650 euro al mq), ma non sono state fornite, ad esempio, indicazioni sul metodo di calcolo delle superfici, esponendo i potenziali acquirenti all'eventuale pagamento di somme non dovute. Mi sia consentina una sommessa richiesta all'assessore preposto per un doveroso chiarimento. Nell'articolo pubblicato da Traniweb viene riportata una dichiaraziione dell'assessore: «Dalla notifica dell'avvenuto finanziamento del Ministero dei Trasporti - disse - abbiamo 180 giorni per dare inizio ai lavori. La notifica della disponibilità dei cinque milioni di euro da parte del Ministero è pervenuta ad ottobre, quindi abbiamo tempo fino alla fine di maggio per iniziare gli interventi». E' evidente, secondo me, che ci sia necessariamente un errore: nel caso più favorevole (notifica al Comune avvenuta l'ultimo giorno di ottobre 2009), il termine di 180 giorni scade a fine aprile! Sempre che si usi lo stesso calendario. Mi meraviglio come nessuno dei tanti intellettuali presenti nella massima assise cittadina lo abbia rilevato. Ma, tant'è! E lo faccio rilevare non per fare il primo della classe o il grillo parlante, ma solo perché sono preoccupato.

Gennaio è praticamente passato, il bando a pubblicarsi deve prevedere un sia pur minimo termine per presentare le nuove offerte (che devono essere valutate). E ancora: i soggetti devono presentare la documentazione definitiva ed effettuare i relativi pagamenti, nonché richiedere ed ottenere i permessi di costruire. Infine occorre concludere le procedure di esproprio dei suoli. Detto questo, i tre mesi ancora a disposizione appaiono molto ristretti. Per cui i miei diffusi timori che si possa perdere il cospicuo finanziamento pubblico (cinque milioni di euro) sono tutt'altro che infondati. Mi chiedo, ansioso: se, malauguratamente, ciò dovesse accadere, cosa succederà al progetto originario? Il Comune dovrà farsi carico di trovare un finanziamento alternativo? Oppure verranno tagliate talune delle opere previste nella variante al piano di zona? Speriamo in bene. Se al Comune, comunque, fossero così gentili da fare un pò di chiarezza sull'argomento, ritengo che ai cittadini farebbero cosa gradita e doverosa. Il Dr. Hauze sull'argomento, come al solito, non molla e, forse, la settimana prossima, ci saranno delle novità.

Finalmente ecco una buona notizia, che viene a lenire la mestizia ed il senso di inutilità che, talvolta, attacca questa rubrica ed il suo estensore. Entro la fine settimana verranno finalmente sgomberati i locali comunali, su corso Imbriani, ancora inutilmente occupati dal Consorzio di Bonifica. Le mie lettere (come Forza Trani) e il continuo ricordo di questa emblematica vicenda in questa rubrica, hanno alla fine trovato positivo riscontro nell'attività svolta dal dirigente comunale Antonio Modugno a cui, con l'occasione, apprezzandone la fattiva volitività, rivolgo l'invito a non lasciare inutilizzati i quattro locali come solitamente si fa al Comune (vedi lo scandalo dei locali al pian terreno, ex archivio del tribunale, vuoti ed inutilizzati da, oramai, troppi anni) ma a ripulirli sollecitamente e ad utilizzarli per i servizi d'istituto, ad esempio, della polizia municipale. Sarebbe un bel modo, dopodomani, per onorare e festeggiare San Sebastiano, protettore della Polizia Municipale. E per questa volta è sufficiente.

Hauze

N.B. In precedenza avevo avuto modo di chiedere in base a quali criteri fosse stata individuata la società di somministrazione di lavoro, nonché in base a quali criteri quest'ultima avesse selezionato il personale da impiegare nel funzionamento della ricicleria Amiu. Stesse domande, all'incirca, avevo posto sullo strano affidamento da parte di Amiu ad una azienda di Bitonto della raccolta dei cartoni. Nessuna risposta. Aspetto ancora. Poi, nel caso, lo chiederò altrove. Rilevo, comunque, che della strana e misteriosa vicenda non gliene frega niente a nessuno, né della maggioranza né dell'opposizione. Se ne prenda atto. Ai Cittadini il giudizio.

P.S. Alcune rispettose domande ai Sommi Reggitori Comunali:

1) Lavoro e case: a parte il passato bla bla fatto sul web e sulla stampa, a che punto sono i Pue?

2) Gli impianti pubblicitari installati nello stadio comunale da chi sono stati autorizzati? E quando? E quanto incassate per gli stessi? E nel bando a redigersi per la gestione dello stesso è previsto tale incasso? Attenzione a non commettere fallo da… Corte dei Conti!

3) Che fine ha fatto lo stagionato appalto per la banca dati per i tributi minori?

4) Casa natale di Giovanni Bovio: qualche novità? Qualche atto di indirizzo? Qualche controllo?

5) Immobili comunali: per le locazioni di quelli occupati e per le vendite, ci sono novità?

6) Appalto biogas: novità?

7) Parcheggio sulla stazione: novità?

8) Assunzioni per i controllori della sosta: novità? Oppure anche lì vi è somministrazione?

9) Servizio affissioni: l'appalto è scaduto a fine anno. Novità? Perché non è stata fatta la prevista (e pagata) manutenzione degli impianti? Stemc!

10) Monastero Colonna: è confermato il ticket per l'ingresso e la regolarità dell'appalto irregolare?

11) Tesoreria comunale: l'appalto con la Banca Popolare di Bari è scaduto a fine anno: novità?

12) Qualche tecnico comunale ha avuto modo, tra un progetto e l'altro, di prepararne anche uno per la nostra casa di riposo ai sensi della deliberazione della giunta regionale del 4 dicembre 2009, n. 2409 (cfr. Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 204 del 18-12-2009)?

13) Progetto Teatro: nessuna risposta ai precedenti quesiti? Ne pongo un altro: quale pregressa e documentata esperienza in materia di pubblici spettacoli hanno il progettista e le individuate consulenti scientifiche dello studio di fattibilità illustrato ai giornalisti e, mi auguro, anche agli amministratori comunali?

Chiedo scusa se disturbo le SS. LL. con queste mie domande impertinenti e terra-terra..

P.P.S. Nella parallela rubrica scritta dall'amico prof. Giovanni Ronco in un PPS (alias post post scriptum) vi è una nuova puntata della commemorazione del ventennio 89-09 ed un pezzetto che mi riguarda. Sinceramente, e me ne dolgo, non avevo seguito le precedenti commemorazioni sia per un fatto scaramantico e sia perché non è il mio ventennio (non mi si fraintenda! Mi riferisco al periodo politico della mia attività). Già nell'iniziale 1989 io ero, esattamente da 10 anni, nel comitato centrale del Msi, operavo da 7 anni a Barletta con gli sfrattati del Movimento per la casa, ero già consigliere comunale, consigliere provinciale e Senatore della Repubblica, dopo essere stato per cinque anni amministratore di Amet e nel Consiglio della facoltà di giurisprudenza dell'Università di Bari e già da 8 anni ero nella commissione edilizia comunale. Per cui, se proprio mi si doveva citare, mi si sarebbe dovuto porre in ben altri periodi (ad esempio, i difficili e pericolosi anni '70) e ben altri personaggi politici mi avrebbero fatto compagnia in quelli che, sinceramente, mi sembrano, più che articoli di politica o di costume politico, dei "coccodrilli" per viventi. Voglio, comunque, ringraziare l'amico Giovanni per avermi visto con una «faccia di gatto». In questi 50 anni di politica, invero, avevo spesso sentito definire la mia faccia, sempre con l'uso di cinque lettere e con le stesse vocali, ma non era il nome del simpatico felino domestico. Un'ultima cosa, Giovanni: nemmeno io, anche sotto tortura, potrei fare il nome del politico, nell'occasione da te ricordata, da me allegramente mandato "affanculo". In vita mia, ahimè, ne ho mandati tanti a quel paese che ne ho perso il conto e la memoria. Affettuosamente.
  • Roberto Visibelli
  • Contratto di quartiere II
Dr Hauze

Dr Hauze

La rubrica a firma di Roberto Visibelli

Indice rubrica
Altri contenuti a tema
7 Quartiere Sant'Angelo, pubblicato l'avviso per l'assegnazione di 23 alloggi Quartiere Sant'Angelo, pubblicato l'avviso per l'assegnazione di 23 alloggi Saranno affidati a nuclei famigliari disagiati con non più di tre persone
Settimana "nera" per Trani, tante insufficienze nelle pagelle del prof. Ronco Settimana "nera" per Trani, tante insufficienze nelle pagelle del prof. Ronco Si salva solo Annacondia. Poi contratto di quartiere, romeno "tranese", Luciana Capone e casa Bovio
Contratto di quartiere, bando pubblico per assegnare gli alloggi Contratto di quartiere, bando pubblico per assegnare gli alloggi Sono 23 gli immobili che il Comune darà in locazione
Contratto di quartiere, cinque indagati: due ex dirigenti comunali e tre imprenditori Contratto di quartiere, cinque indagati: due ex dirigenti comunali e tre imprenditori Truffa, abuso d’ufficio e corruzione le ipotesi del pm Ruggiero
Contratto di Quartiere, Trani#ACapo all'attacco dell'amministrazione comunale Contratto di Quartiere, Trani#ACapo all'attacco dell'amministrazione comunale Ennesima denuncia da parte del movimento sugli oneri aggiuntivi
Asilo nido a Sant'Angelo, pronto entro l'estate Asilo nido a Sant'Angelo, pronto entro l'estate Ultima proroga già scaduta, manca l'allaccio alla rete del gas
Via Giachetti, le imprese saldano: ripartono i lavori Via Giachetti, le imprese saldano: ripartono i lavori Graziano srl e Gramc srl pagano la sanzione e promettono 105 mila euro in un anno e mezzo
Via Giachetti, il Comune blocca i lavori Via Giachetti, il Comune blocca i lavori Le imprese di costruzioni avrebbero compiuto un abuso edilizio
© 2001-2019 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.