Villa Comunale
Villa Comunale
I luoghi della memoria

Il boschetto in Villa, ex regno delle coppiette ma non solo

I luoghi della memoria di Giovanni Ronco

Diciamo subito che una presenza preziosa e poco conosciuta in questo luogo della Villa comunale era una serra che percorreva il lato lungo, quello confinante con la chiesa di San Domenico. Quando si diceva boschetto, tra gli anni 70 e 80, si alludeva al luogo delle coppiette che si appartavano. Single mai, insomma, lì, anche perché sarebbero stati guardati con sospetto. Il profumo del boschetto era unico rispetto al resto della villa, con la presenza di tamerici e pini alpini. Ma l'attrazione massima, specie per i bambini d'un tempo, erano i due leoni in marmo posti all'ingresso, uno a destra con la testa più bassa, l'altro a sinistra con la cresta più pronunciata. Oggi osservo i leoni, un po' scarabocchiati di tanto in tanto e desautorati dalla loro vecchia solennità, completamente snobbati dai bambini, presi da cellulari e / o videogiochi.

Le salite e le discese intorno all'anfiteatro, ancora oggi visibile ed utilizzato per un tradizionale spettacolo estivo a base di amarcord musicale, erano adatte alle scorribande con le biciclette dei più piccoli. Solo loro potevano introdurre le loro bici, rigorosamente con le rotelle.

Tornando alle coppiette: me ne parlavano e se ne parlava come di presenze misteriose, specie per chi come il sottoscritto, allora fra i cinque e gli otto anni, ne sentiva parlare ma non le aveva mai viste dal vivo. Cosa facevano esattamente le "coppiette"?; era una domanda che tutti i miei coetanei di allora si saranno fatti.

Ancora oggi, come allora, il luogo più appartato della Villa, ed anche più freddo, mette addosso una certa malinconia: ragggiunta la sommità che lo sormonta, parallelamente al piccolo anfiteatro, una volta meta di feste e serate da ballo, è possibile vedere la fine, il limite massimo, dei nostri giardini, laddove già s'impone il rumore delle auto ed il frastuono del vicino lungomare.

Un luogo sospeso tra sogno e realtà, presente e passato, silenzio e rumore, sensualità ed inquietudine, col rumore del mare sottostante, nell'angolo di costa più brutto di Trani: quello che precede il canalone. Bello e brutto, rumore e silenzio, coppiette e solitudini.
  • Villa comunale
Altri contenuti a tema
Una Villa Comunale ancora in attesa di svolta Una Villa Comunale ancora in attesa di svolta Qualche luce sulla “stagnante” questione dei lavori
Atti vandalici in villa, Corraro: «I responsabili individuati e sanzionati pesantemente» Atti vandalici in villa, Corraro: «I responsabili individuati e sanzionati pesantemente» La nota del consigliere di Italia Viva
8 Villa Comunale: abbattuta una delle giostre Villa Comunale: abbattuta una delle giostre Probabile gesto di inciviltà alle giostre del parco
Trani celebra il 150° anniversario della nascita di Guglielmo Marconi Trani celebra il 150° anniversario della nascita di Guglielmo Marconi Inaugurata mostra nello chalet della villa comunale
Coloriamo l'anima, storie di rinascita nello chalet della Villa comunale Coloriamo l'anima, storie di rinascita nello chalet della Villa comunale Una serata emozionante per vivere momenti di bellezza autentica
Bicentenario della nascita della Villa Comunale di Trani, tutte le iniziative Bicentenario della nascita della Villa Comunale di Trani, tutte le iniziative Con "Italia nostra" scuole, associazioni, ordini professionali impegnati e coinvolti nella celebrazione dei nostri giardini unici al mondo
In Villa comunale arriva il sistema di videosorveglianza, lunedì la presentazione In Villa comunale arriva il sistema di videosorveglianza, lunedì la presentazione L'impianto realizzato con tecnologia in fibra ottica e collegato direttamente alla centrale operativa di tutte le forze dell’ordine
Bottaro: "A breve il collaudo di dieci telecamere di sorveglianza in Villa comunale" Bottaro: "A breve il collaudo di dieci telecamere di sorveglianza in Villa comunale" La infrastruttura tecnologica finanziata col secondo progetto Duc
© 2001-2024 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.