Inbox

Caso Stp, Tomasicchio risponde alle "Pagelle" di Giovanni Ronco

Il consigliere comunale elenca i suoi interventi

Sulla Stp, dopo le "Pagelle" di Giovanni Ronco su Traniviva pubblicate ieri, c'è stata la replica da parte di Emanuele Tomasicchio, che rivendica una lunga lotta attraverso segnalazioni e richieste di chiarimenti, al di là dell'ultima, rumorosa questione relativa alle consulenze ai parenti dei politici. Eccole di seguito.

1) "La nomina di Margherita Musicco, parrebbe "in quota Briguglio", nel cda della Stp, che sarebbe confluita direttamente nell'alveo dello stesso, senza il rispetto del procedimento previsto dallo Statuto e con il Comune che, per iscritto, risponde affermando di "non sapere nulla" di quella nomina… ( ! )"

2) "I criteri per riconoscere i premi di produttività (non solo ai dipendenti ma anche agli Amministratori) puntualmente stabiliti a ridosso del 31 dicembre, intorno alla metà del mese (sia nel 2014 che nel 2015), data della scadenza per verificare il raggiungimento degli obiettivi, circostanza che, se uno fosse malpensante, potrebbe indurre a pensare che venisse predeterminato quasi a fine anno in modo tale che fossroe matematicamente raggiungibili". Tomasicchio ci suggerisce un esempio particolarmente utile a capire: se al 15 dicembre ho venduto 4.500 biglietti, potrei anche fissare come obiettivo la soglia, per raggiungere il premio, di 4700. Anche su questo Tomasicchio ci dimostra di aver chiesto lumi.

3) Vi è stata anche una "segnalazione" che fa anche a noi, delle motivazioni per le quali due componenti del cda, rappresentanti delle province Bat e Bari, le avvocatesse Guardapassi (nomen omen) e Basso, si sono dimesse, dopo avere pesantemente censurato su più punti l'operato del presidente e dell'amministratore Delegato, tra i quali il reiterato ricorso a proroghe o rinnovi di contratti di forniture (senza gara, quindi) e/o l'utilizzo, come leggiamo dalle dichiarazioni, del lavoro interinale (guarda caso uno dei nodi riconducibili alla questione della consulenza del figlio della consigliera).

4) C'è anche un'incongruenza riguardante l'acquisto della nuova sede della Stp: il consigliere ha scoperto e segnalato in Consiglio Comunale che tra la perizia di stima fatta dall'Agenzia delle Entrate ed il bene poi oggetto della compravendita non ci sarebbe perfetta corrispondenza. La stima era complessivamente relativa ad un'area che comprendeva non solo la palazzina, ma anche altri immobili adiacenti come un capannone, un suolo di circa un ettaro ed altri due edifici più piccoli. L'acquisto, poi, leggendo gli atti che l'avvocato ci mostra, si sarebbe limitato alla sola palazzina, senza tutto il resto. Quindi, mentre il valore stimato dall'Agenzia delle Entrate riguardava tutto il bene (717.500 mila euro per un immobile di complessivi mq 1.767 oltre il suolo), la Stp ha acquistato per quasi 300.000 euro la sola palazzina uffici. Tomasicchio chiosa: " non sono riuscito a comprendere come, da un valore indistinto (stabilito dalla perizia) di circa € 406/mq si sia arrivati alla decisione di pagare € 294.000 per una palazzina che sembrerebbe estesa 330 mq con superficie c.d. a 660 mq. Certamente ciò si sarà verificato per un limite della mia intelligenza, ma avrei piacere di ricevere una spiegazione adatta ad un cervello limitato come il mio. la nostra conversazione con il consigliere d'opposizione si chiude con un'ultima osservazione da parte sua:

5) "In ogni caso, al di là di tutto, si ritiene che la Stp avrebbe dovuto perseguire, per l'acquisto della nuova sede, un procedura ad evidenza pubblica, trattandosi di società a totale capitale pubblico".

Nelle "Pagelle" di Traniviva era stata suggerita, in ogni caso, la richiesta di accesso agli atti da parte dell'opposizione per la specifica situazione delle consulenze (di qui anche il voto basso, in quanto questo atto per questa questione non ci risultava essere stato fatto) per chiarire una volta per tutte, per il bene dell'azienda ed il rispetto dei cittadini, oltre che per dipanare qualsiasi ulteriore voce. Ora, riconosciuto il lavoro di Tomasicchio in particolare sulla Stp, l'informazione da dare ai lettori, è che lo stesso, ad oggi, non ha ricevuto nessuna risposta o chiarimento alle sue istanze. E di riflesso anche la città.
  • Stp
  • Emanuele Tomasicchio
Altri contenuti a tema
Potatura in piazza della Repubblica, per Tomasicchio uno «spettacolo devastante» Potatura in piazza della Repubblica, per Tomasicchio uno «spettacolo devastante» Il consigliere di centrodestra: «Quale criterio è stato adottato per l'affidamento dei lavori?»
1 Non solo il nome di una via: ecco chi era Attilio Perrone Capano Non solo il nome di una via: ecco chi era Attilio Perrone Capano Il ricordo commosso del consigliere Emanuele Tomasicchio
3 Dissesto politico e idrologico: un altro zero in pagella Dissesto politico e idrologico: un altro zero in pagella Tutti i voti della settimana di Giovanni Ronco
3 Chiusura Pronto soccorso e dati irregolari, Tomasicchio alla ricerca di chiarimenti da Asl e Regione Chiusura Pronto soccorso e dati irregolari, Tomasicchio alla ricerca di chiarimenti da Asl e Regione Il consigliere: «Mi rivolgerò al Ministro della Sanità. Non può finire con l'ennesimo insabbiamento»
Malcontento Stp, si dimette il presidente Fortunato Malcontento Stp, si dimette il presidente Fortunato Atto di forza o motivi personali? L’allarme potrebbe tuttavia rientrare
Autobus in panne, traffico in tilt in corso Imbriani Autobus in panne, traffico in tilt in corso Imbriani Il mezzo fermo per un guasto al motore. Sul posto i vigili urbani
1 Stp, è scontro tra Gargiuolo e Fortunato. L'ex presidente «L'acquisto pensato e voluto da me» Stp, è scontro tra Gargiuolo e Fortunato. L'ex presidente «L'acquisto pensato e voluto da me» La replica: «Non mi si risulta che se ne sia mai occupato, non ne aveva alcun titolo»
Nuovi autobus, il sindaco Bottaro: «Trasformiamo la Stp in una grande azienda pubblica» Nuovi autobus, il sindaco Bottaro: «Trasformiamo la Stp in una grande azienda pubblica» E il presidente Fortunato annuncia: «Stiamo riorganizzando la forza lavoro»
© 2001-2018 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.