Inbox

Gli adulti tranesi cambiano i giovani

Il pensiero di Mauro Spallucci (Omi)

Trani riparte con gli adulti. Molti tranesi adulti hanno deciso di mettersi in gioco con l'esempio, l'impegno ed il significato della propria vita per essere una valida e significativa leva concreta per i nostri giovani. Hanno, infatti, assunto la consapevolezza che per cambiare gli adolescenti e i giovani vi è un estremo bisogno di adulti. Non adulti inconsapevoli, sbiaditi, disimpegnati, insensati. Ma di adulti che sanno dire le cose come stanno e sono concretamente capaci di essere esempi e testimoni.

Per dare delle risposte ai propri figli ed alle nuove generazioni ed evitare che i ragazzi vadano a cercare tutto su internet. Già alcuni adulti tranesi, infatti, non si perdono dietro la costruzione di profili social né si limitano al controllo del cellulare e dei gruppi Whatsapp dei giovani. Il tempo dell'azione è iniziato generando una rete di collaborazioni. Le manifestazioni sportive e culturali di questo settembre Tranese non sono che l'esempio piu immediato che si registra. L'edizione de I Dialoghi di Trani, il Trani film festival, i concerti con l'orchestra giovanile sono soltanto tre esempi concreti che mi vengono immediatamente in mente. Il tempo dell'attendismo è finito. Il consiglio comunale dei ragazzi si avvierà a breve con l'aiuto di adulti. La libertà degli adulti al servizio delle nuove generazioni è la strada giusta e nuova che la nostra città sta ritrovando. Per far aprire gli occhi ai ragazzi e farli aprire al mondo del cambiamento migliore nella nostra città.

Mentre le scuole riaprono e gli insegnanti iniziano a fare la loro parte. Un plauso pubblico va già ai professori del liceo scientifico Vecchi di Trani che da oggi venerdi 16 e sino a domenica 18 hanno deciso di mettersi a disposizione di 100 giovani studenti accompagnandoli a vivere l'esperienza culturale del XVI Festival di Filosofia di Modena. Il tema di quest'anno a Modena e' l'Agonismo e comprende 200 appuntamenti gratuiti con tanti intellettuali tra cui alcuni di essi anche presenti nelle scorse edizioni ai Dialoghi tranesi. Ed anche il Consorzio Sviluppo e Territorio si è dato da fare e si continua a dare da fare per generare anche per i nuov giovani imprenditori un'alternativa economica, un nuovo modo di fare economia insieme. L'evoluzione tecnologica e la condivisione economica assieme alle leve culturali possono cambiare il volto della città. Dipende ovviamente da come si pensa di creare valore e per chi lo si genera. Quando le leve innanzicitate favoriscono lo scambio valoriale tra comunità di persone, e consente di distribuire il valore creato, allora l'evoluzione è generativa. Ed ecco quindi che i 100 giovani studenti che stanno andando a Modena al ritorno a Trani sapranno essere artivi protagonisti nella settimana prossima per l'edizione de I Dialoghi di Trani.

Anche la Fondazione Seca genererà iniziative coinvolgendo i giovani. Magari iniziando con i giovani giornalisti, imprenditori innovativi, scrittori. La nuova frontiera della condivisione di beni e servizi a Trani è già una realtà e non una prospettiva futura. Ovviamente siamo all'inizio e si può pensare di migliorare. Poiché la motivazione c'è allora si è fiduciosi ragionevolmente che l'inizio del percorso ci riserva a breve altre buone notizie. La città cresce e cambia soprattutto grazie agli adulti.

Mauro Spallucci - Organismo a Movente Ideale
  • Mauro Spallucci
Altri contenuti a tema
Trani, il cambiamento parte da un assessorato alla bellezza Trani, il cambiamento parte da un assessorato alla bellezza La lettera in redazione di Mauro Spallucci
Trani può fare di più, avanzata la proposta di una nuova Accademia del Mediterraneo Trani può fare di più, avanzata la proposta di una nuova Accademia del Mediterraneo Lettera in redazione di Mauro Spallucci (Omi)
L'Omi Trani aderisce alla Carta di Assisi L'Omi Trani aderisce alla Carta di Assisi Ecco i criteri utili per una corretta informazione
Guarire dalla corruzione, anche a Trani si può Guarire dalla corruzione, anche a Trani si può Nuova riflessione di Mauro Spallucci (Omi)
Trani, alla guida della città serve la democrazia dei "migliori" Trani, alla guida della città serve la democrazia dei "migliori" Lettera in redazione di Mauro Spallucci (Omi)
Servizio civile universale, disponibili olre 53mila posti Servizio civile universale, disponibili olre 53mila posti Mauro Spallucci (Omi Trani): «Esperienza consigliata a tutti i tranesi»
Trani: una città bella ma senza anima Trani: una città bella ma senza anima Nuova riflessione di Mauro Spallucci (Omi Trani)
Trani un tempo al centro del Mediterraneo, ma ora? Trani un tempo al centro del Mediterraneo, ma ora? Per lo sviluppo del territorio Spallucci (Omi Trani) propone un'assessorato all'Innovazione
© 2001-2018 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.