Inbox

Sì cambiare: i tranesi hanno diritto ad una città migliore

Un nuovo intervento di Mauro Spallucci

Non è vero che non si può cambiare. Certo che si può cambiare anche se è faticoso. Anche se c'è un enorme lavoro da fare. Con tenacia e determinazione. Per ripulire la città a cominciare dal nostro modo di vivere. Per custodire ed esaltare la bellezza della mostra citta. Per rinnovare la grande e buona storia e civiltà di Trani e di tutti noi che ci viviamo. Anche se molti o sono rassegnati oppure silenti complici di inazioni necessarie ed oggi non più procastinabili. Nessun alibi, dunque, per l'inazione. Nessun alibi per nessuno. Bisogna scegliere, noi adulti, se continuare a spingere i nostri giovani ad andarsene oppure insegnare - con i fatti e l'esempio - ad amare la nostra città. Certo che i nostri figli devono sentirsi cittadini del mondo ma devono conservare sempre l'amore ed il voler bene alla propria città. E dimostrarlo.

Sto male e soffro quando vedo che molti non si scandalizzano più, quando molti si sono rassegnati e non hanno più voglia di lottare per cambiare, che cadono pertanto nel fatalismo. No. Non è degli illusi o dei rassegnati che la città di Trani ha bisogno. Trani ha bisogno di uomini adulti e donne adulte che facciano il proprio dovere con cuore magnanimo, con severità e competenza. Trani ha bisogno di sviluppo. Trani ha bisogno di complicità buona tra la politica locale e quella di fuori città, dove ci sia rispetto reciproco. Dove i protagonisti attualmente impegnati sappiano ascoltarsi e non litigare come sta avvenendo e si vede in ogni momento. I cittadini hanno diritto ad un futuro. I tranesi hanno diritto ad una città migliore. I tranesi hanno diritto ad una città pulita, bella e sicura. Ed è impensabile, scandaloso che le nostre strade e le nostre piazze continuano ad essere sporche, rotte ed insicure.

L'alleanza concreta tra politici, istituzioni e cittadini deve essere fatta subito per mettere fine a questa situazione odierna. Non bisogna allarmare ma non bisogna neppure negare. Occorre guardare negli occhi la realtà e agire di conseguenza. Se una situazione viene taciuta si diventa complici. L'equilibrio ed il buon senso debbono orientare le scelte. Mettiamo la gente in grado di guadagnarsi il pane con il sudore della propria fronte. Diamo ai giovani l'opportunità di vivere una vita normale.

Deprechiamo insieme la corruzione che puzza. La buona volontà, le parrocchie, il volontariato non bastano più. Bisogna mettere mano ad una rete per risolvere i problemi tutti insieme. Ovviamente una rete alimentata e sostenuta dalle istituzioni. C'è una città da ricostruire. Anzi da capovolgere. Ci sono tante persone da aiutare, da far crescere. Tutti noi nessuno escluso. E va fatto adesso.

Mauro Spallucci
fondatore Omi Trani
  • Mauro Spallucci
Altri contenuti a tema
Trani, il cambiamento parte da un assessorato alla bellezza Trani, il cambiamento parte da un assessorato alla bellezza La lettera in redazione di Mauro Spallucci
Trani può fare di più, avanzata la proposta di una nuova Accademia del Mediterraneo Trani può fare di più, avanzata la proposta di una nuova Accademia del Mediterraneo Lettera in redazione di Mauro Spallucci (Omi)
L'Omi Trani aderisce alla Carta di Assisi L'Omi Trani aderisce alla Carta di Assisi Ecco i criteri utili per una corretta informazione
Guarire dalla corruzione, anche a Trani si può Guarire dalla corruzione, anche a Trani si può Nuova riflessione di Mauro Spallucci (Omi)
Trani, alla guida della città serve la democrazia dei "migliori" Trani, alla guida della città serve la democrazia dei "migliori" Lettera in redazione di Mauro Spallucci (Omi)
Servizio civile universale, disponibili olre 53mila posti Servizio civile universale, disponibili olre 53mila posti Mauro Spallucci (Omi Trani): «Esperienza consigliata a tutti i tranesi»
Trani: una città bella ma senza anima Trani: una città bella ma senza anima Nuova riflessione di Mauro Spallucci (Omi Trani)
Trani un tempo al centro del Mediterraneo, ma ora? Trani un tempo al centro del Mediterraneo, ma ora? Per lo sviluppo del territorio Spallucci (Omi Trani) propone un'assessorato all'Innovazione
© 2001-2018 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.