Costruzione
Costruzione
Mazza e panella

Convenzioni urbanistiche a Trani: é tempo di annullarle

Quando politica ed edilizia non sostengono l'economia. Mazza e panella di Giovanni Ronco

Il mercato immobiliare a Trani ha sempre presentato un "tracciato" molto irregolare. Dalle stelle alle stalle e viceversa, più volte, su e giù. Sappiamo bene quanto incida il movimento del settore edile e di conseguenza quello immobiliare su tutta l'economia della città. Si ricordano i tempi di un mercato "drogato" con prezzi molto al di sopra delle quotazioni reali. Poi venne la crisi e l'effetto palude assali' anche il settore edilizio ed immobiliare. C'è però, nel panorama di riferimento, un segmento a parte. Una dimensione che, partita con l'intento dell' "agevolazione", specie nei confronti dei costruttori, a distanza di anni sta portando effettive difficoltà e contraddizioni alla collettività.

Ci riferiamo ai casi, segnalati da più cittadini, di quelle convenzioni urbanistiche tra Comune di Trani e determinati costruttori, che portano in seno la "serpe" di una clausola, per cui, dopo un certo numero di anni dalla costruzione, prevedono una vera e propria svalutazione di quelle case (ci segnalano circa 40 mila euro, per una casa che ha come valore reale 120 mila). Chi vuole ora rivendere quelle case si ritrova bloccato e comunque " danneggiato", rispetto a quello che avrebbe potuto incassare. In vero e proprio smacco insomma per tanti cittadini.Anche a causa di queste situazioni il mercato e l'economia locali risulterebbero, ascoltando gli addetti ai lavori, bloccati e rallentati. Ci risulta che in molte altre città del nord barese, le amministrazioni hanno provveduto a far "decadere" quelle convenzioni. Cosa aspetta il governo tranese a procedere nello stesso modo? Anche perché favorendo questo stallo il Comune rinuncia ad in bel po' d'introiti.

Per non parlare delle agevolazioni fiscali firmate sempre dal Comune di Trani con alcune imprese edilizie che, avuto permesso a costruire e agevolazione annessa, si sono impegnate a "restituire" in termini di opere per la collettività, quei soldi risparmiati grazie alla stessa agevolazione concessa. Un esempio pratico fu portato, grazie ad una nostra inchiesta, a proposito di un'impresa che , ce lo segnalò un nostro lettore, si era impegnata, previa agevolazione fiscale , a realizzare una pista ciclabile. Atto mai realizzato.

Gli accordi tra edilizia e politica, non sempre portano benefici alla collettività.
  • Urbanistica
Altri contenuti a tema
Lavori in città, interventi di potatura dei pini in piazza Calcutta e viale Borsellino Lavori in città, interventi di potatura dei pini in piazza Calcutta e viale Borsellino In corso anche lavori di manutenzione di marciapiedi ed isole spartitraffico
2 Rigenerazione urbana, l'8 settembre incontro alla Petronelli Rigenerazione urbana, l'8 settembre incontro alla Petronelli Sarà illustrato il progetto presentato dal Comune
1 Commissione urbanistica, ecco le figure scelte dal sindaco Commissione urbanistica, ecco le figure scelte dal sindaco Nell'organismo professionisti, dirigenti e consiglieri comunali
Comune, Vincenzo Turturro ha accettato il trasferimento a Trani Comune, Vincenzo Turturro ha accettato il trasferimento a Trani Sarà il nuovo dirigente del settore Urbanistica
Comune, è ufficiale: l'ingegner Gianrodolfo Di Bari lascia il settore Urbanistica Comune, è ufficiale: l'ingegner Gianrodolfo Di Bari lascia il settore Urbanistica Era diventato dirigente nel febbraio scorso con contratto a termine
Via Giachetti, il Comune blocca i lavori Via Giachetti, il Comune blocca i lavori Le imprese di costruzioni avrebbero compiuto un abuso edilizio
Comune, il dirigente Stasi rinuncia a lavorare anche un giorno a settimana Comune, il dirigente Stasi rinuncia a lavorare anche un giorno a settimana Ha lasciato l'ufficio Urbanistica di Trani a fine dicembre
Ufficio Urbanistica, dirigente solo il venerdì per un mese Ufficio Urbanistica, dirigente solo il venerdì per un mese Il Comune di Gravina autorizza il "prestito" dell'ex Michele Stasi per un giorno a settimana
© 2001-2018 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.