Lavoro
Lavoro
Mazza e panella

Il grande dramma dimenticato degli over 50 disoccupati

Mazza e panella di Giovanni Ronco

C'è un'enorme ombra nera nel nostro tessuto sociale, anche tranese, che non fa notizia. Mentre tutti si dedicano all'imminente campagna elettorale, mentre si dibatte sul nulla in molti casi e la massa viene ben distolta dalle varie armi di distrazione, (questo ovunque, non solo a Trani), ci sembra giusto aprire un fosco sipario su di un vero e proprio dramma sociale che non "tira" a livello mediatico. Non fa campagna elettorale. Non rende mediaticamente "fighi".

Stiamo pensando alle decine e decine di padri di famiglia che, raggiunta una certa età, over 50 appunto, non trovano lavoro o perché quello che avevano l'hanno perso, o perché ora faticano ancor di più a trovarlo, dopo una vita di precarietà e stenti.

Nelle varie chiese e parrocchie è in atto una vera e propria "processione laica" di persone disperate che cercano un posto di lavoro. Molti di questi, secondo la testimonianza di un nostro concittadino che vuol mantenere l'anonimato, vengono presi in giro da datori di lavoro senza scrupoli che dopo averli illusi, magari con dieci giorni di prova di lavoro gratis, al massimo con un rimborso spese, dicono poi di non poterli assumere perché non ci sono più le agevolazioni previste o tante altre scuse. La verità è che dopo una certa età quasi nessuno assume, per una serie di ragioni che gettano sempre più nella disperazione molti nostri concittadini. Uno di questi chiude dicendo che, in particolare, "da quando c'è il governo Bottaro, non abbiamo avuto alcun aiuto".

Chiediamo che l'amministrazione Bottaro apra un tavolo di cooperazione con imprenditori ed addetti al welfare, l'area dei servizi sociali, perché si avvii una discussione seria e si cerchi qualche soluzione, per un maggiore "controllo" delle situazioni più delicate e dei casi più difficili in cui ci siano padri di famiglia che realmente vivono, insieme ai propri cari, il dramma della disoccupazione da "over 50".

Come avrebbe detto Moretti: "Bottaro, fai una cosa di sinistra". Che poi, dopo tutte le poltrone distribuite a notabili ed ex promesse del cdx (welfare di soccorso estremo), oltre agli attuali miracolati del csx (welfare puro), sarebbe pure una cosa buona. Di minima compensazione.
  • Lavoro
Altri contenuti a tema
Food delivery, si ordina anche da Facebook: presto 50 nuove assunzioni a Trani Food delivery, si ordina anche da Facebook: presto 50 nuove assunzioni a Trani Trani è la prima città della Puglia ad essere coperta dal servizio. Si chiama "Alfonsino Delivery"
Decreto Agosto, le agevolazioni sul lavoro Decreto Agosto, le agevolazioni sul lavoro A cura di Dott. Perrone Vincenzo
Carcere di Trani, Mastrulli (Cosp) denuncia: «Meno 50 agenti rispetto alle attuali 300 unità» Carcere di Trani, Mastrulli (Cosp) denuncia: «Meno 50 agenti rispetto alle attuali 300 unità» Il sindacato denuncia la carenza di personale e il sovraffollamento nelle carceri pugliesi
2 Auguri (non) a tutti i lavoratori Auguri (non) a tutti i lavoratori Quella di oggi è una festa meritata da tutti?
1 Lavoratori precari contro virus: un altro capitolo Lavoratori precari contro virus: un altro capitolo Un pensiero a chi ogni giorno lotta sul lavoro contro questo "mostro"
Call center in Puglia: devono limitare la loro attività al servizio di assistenza clienti Call center in Puglia: devono limitare la loro attività al servizio di assistenza clienti I lavoratori in sede hanno l’obbligo di attuare protocolli di sicurezza anti contagio
Morire di lavoro. Ne vale la pena? Morire di lavoro. Ne vale la pena? A cura dell'esperto Mario Celestino ("Il Lavoro Sicuro")
È online il sito internet della Camera del Lavoro di Trani È online il sito internet della Camera del Lavoro di Trani De Mario: «Per noi un nuova sfida e uno strumento per far conoscere le nostre vertenze»
© 2001-2020 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.