Tonino di maggio
Tonino di maggio
Vita di città

Addio a Tonino Di Maggio, ultimo gentiluomo tranese

Tra arte e storia nei suoi libri tutta la passione per la nostra città

Anche se Tonino Di Maggio ha incentrato la sua carriera nel campo della giurisprudenza, del diritto e del mondo della legge, ho avuto modo di conoscere e apprezzare le sue qualità umane nel settore della cultura, al quale si era dedicato in modo predominante negli ultimi vent'anni. Tra le pubblicazioni riguardanti la storia e l'arte tranese, le recensioni che gli ho dedicato e la partecipazione costante a conferenze ed appuntamenti culturali nell'ambito associazionistico, ci eravamo più volte incontrati o confrontati al telefono, di persona o in occasione di manifestazioni di un certo rilievo.

Ho quindi conosciuto il Tonino Di Maggio dedito alla cultura, non l'avvocato o giudice di pace, ruoli che pure ha ricoperto con sommo onore e grande professionalità, secondo quanto testimoniano i suoi colleghi e chi l'ha conosciuto in quell'ambito.

Due caratteri mi hanno colpito dell'avvocato Di Maggio: quando lo incontravo in occasione di conferenze ed eventi vari, coglievo nei suoi occhi quell'interesse, quella curiosità, quella voglia di apprendere, come se avesse ancora vent'anni. Un uomo mai appagato dal Sapere. Il tutto accompagnato da quella massiccia dose di umiltà e rispetto verso il prossimo.

Si avvicinava o contattava per telefono sempre scusandosi per il disturbo che arrecava. In verità era un piacere confrontarsi con lui e non arrecava alcun disturbo. Inutile dire che nelle conversazioni tenute con il Nostro, a differenza di tanti personaggi del mondo della politica e della cultura, adusi a distruggere e disprezzare colleghi e conoscenti, non gli ho mai sentito pronunciare una parola o un pettegolezzo contro chichessia. E qui veniamo all'altra sua caratteristica che sempre mi colpiva: quando teneva una conversazione, non si dilungava mai in parole inutili o pettegolezzi.

Chiudeva in tempi brevi i suoi pensieri, salutando velocemente, dopo aver detto quanto aveva in mente. Sempre con grande serenità e libertà, altri caratteri che lo hanno sempre contraddistinto. I suoi libri sulla cultura e la storia tranese lo hanno caratterizzato come autore sensibile, dedito alla cura dei particolari, capace di esprimersi con semplicità ma al tempo stesso capace di affrontare argomenti con il gusto dell'approfondimento e della passione per la propria Trani, che ora già lo rimpiange e ne sente la mancanza. Addio avvocato Di Maggio, ultimo gentiluomo tranese.
    © 2001-2018 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
    TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.