Sacchetti della spesa
Sacchetti della spesa
Territorio

Stop ai sacchetti di plastica, la Bat chiama i privati

Ambiente, istituito in Provincia un tavolo permanente. Cefola: «Va attuata una campagna di sensibilizzazione»

Un tavolo permanente di concertazione con le associazioni ambientaliste, commerciali ed industriali per sensibilizzare i cittadini sul divieto di commercializzazione dei sacchetti non biodegradabili, in vigore dallo scorso 1 gennaio, e più in generale sulle tematiche ambientali e di una corretta gestione dei rifiuti. Ad annunciarlo è l'assessore provinciale alle politiche ambientali, Gennaro Cefola, e l'assessore provinciale alle attività produttive, Tonia Spina.

Con l'entrata in vigore della legge numero 296 del 27 dicembre 2006, a partire dal nuovo anno è previsto un programma sperimentale a livello nazionale per la progressiva riduzione della commercializzazione di sacchi per l'asporto delle merci che non risultino biodegradabili, secondo i criteri fissati dalla normativa comunitaria e dalle norme tecniche approvate a livello comunitario, ai fini della riduzione delle emissioni di anidride carbonica in atmosfera, del rafforzamento della protezione ambientale e del sostegno alle filiere agro-industriali.

«Attraversiamo oggi una fase di transizione che sta generando situazioni di confusione nella collettività - ha commentato l'Assessore provinciale alle politiche ambientali, Gennaro Cefola. Pertanto, abbiamo deciso di incontrare le associazioni di categoria, cui abbiamo proposto l'istituzione di un tavolo permanente di concertazione, che si riunirà periodicamente con lo scopo di sensibilizzare l'utenza ad una corretta gestione dei rifiuti. In particolar modo, sarà nostra premura informare i cittadini sull'utilizzo esclusivamente di sacchetti biodegradabili, come previsto dalla legge entrata in vigore per il nuovo anno. Una doverosa campagna di sensibilizzazione - ha proseguito l'Assessore Cefola - va attuata con il fondamentale supporto da parte delle associazioni di categoria, che ringrazio per aver accolto favorevolmente il nostro invito e che, ne sono certo, sapranno mettere in campo proposte utili al raggiungimento di un obiettivo comune che è quello della tutela ambientale e di una corretta gestione dei rifiuti».

«Accanto ad un processo di sensibilizzazione sulle tematiche ambientali nei confronti dei nostri cittadini, uno dei principali impegni dell'amministrazione provinciale sarà quello di occuparsi delle imprese che sino ad oggi hanno prodotto i sacchetti non biodegradabili che potrebbero rimanere privi di commesse e quindi creare la perdita di altri posti di lavoro - ha invece commentato l'assessore alle attività produttive, Tonia Spina -. Il nostro impegno sarà diretto alla riconversione di queste aziende affinchè possano produrre quei sacchetti conformi alla legge in vigore, che oggi sono costrette ad acquistare dalle imprese del nord».
A partire dal 1° gennaio 2011 è vietata la commercializzazione e l'utilizzo dei sacchetti non biodegradabili. La proroga (che spostava l'originario termine fissato al 1 gennaio 2010 entro il quale recepire le disposizioni comunitarie) prevista nella passata Finanziaria è scaduta il 31 dicembre 2010. Attraverso l'imposizione di tale divieto si intende contribuire a ridurre le emissioni di anidride carbonica in atmosfera, a rafforzare la protezione ambientale, a sostenere le filiere agro-industriali nel campo dei biomateriali nonché a raggiungere gli obiettivi fissati dal Protocollo di Kyoto. Il divieto alla produzione, commercializzazione ed utilizzo riguarda i sacchetti in plastica non biodegradabili così come definiti dalla norma tecnica EN 13432.
  • Provincia Bat
Altri contenuti a tema
Operazione "Mercimonio", Lodispoto: «Nessun rilievo politico per la provincia, noi parte lesa» Operazione "Mercimonio", Lodispoto: «Nessun rilievo politico per la provincia, noi parte lesa» La conferenza stampa del presidente della Bat
Nella Bat mezz'ora in più per la somministrazione di alcolici e per la musica nei locali Nella Bat mezz'ora in più per la somministrazione di alcolici e per la musica nei locali L'accordo tra il Prefetto Bat e i rappresentanti di Confcommercio
Edilizia sismica, problemi con il portale "Piesis" acquistato dalla Provincia Bat Edilizia sismica, problemi con il portale "Piesis" acquistato dalla Provincia Bat A sollevare la questione il consigliere provinciale Michele Nobile
Lorenzo Marchio Rossi: “La provincia la festeggiamo ogni giorno con il nostro lavoro al servizio della comunità” Lorenzo Marchio Rossi: “La provincia la festeggiamo ogni giorno con il nostro lavoro al servizio della comunità” Il vicepresidente della Provincia Bat risponde ai consiglieri di centrodestra
Vent'anni fa la nascita della Provincia Bat, il centrodestra: «Lodispoto dimentica» Vent'anni fa la nascita della Provincia Bat, il centrodestra: «Lodispoto dimentica» «Una data storica di autodeterminazione del territorio»
Sottoscritto il Protocollo della "Gentilezza" nella Bat Sottoscritto il Protocollo della "Gentilezza" nella Bat D'Alterio: "L'obiettivo è avviare una riflessione su temi come il benessere organizzativo, l'etica e la legalità"
Il saluto del nuovo Prefetto Silvana D'Agostino alla provincia Bat Il saluto del nuovo Prefetto Silvana D'Agostino alla provincia Bat Questa mattina l'insediamento
Provincia BAT, un protocollo per la "gentilezza" Provincia BAT, un protocollo per la "gentilezza" La proposta è nominare in ciascun Comune un assessore/consigliere delegato alla “gentilezza”
© 2001-2024 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.