ferrante dopo
ferrante dopo
Solidarietà

"Dopo Di Noi", concluso il tavolo di co-programmazione

Enti, associazioni, Asl Bat e Comune hanno rilevato bisogni e necessità sul territorio

Alla presenza di Fabrizio Ferrante (vicesindaco della Città di Trani e promotore del progetto "Dopo di noi"), Raffaella Della Cananea (responsabile Ufficio di Piano e responsabile unico del procedimento), Brigida Figliolia (direttrice dell'UO Asl Bat in Neuropsichiatria) e Alessandro Attolico (dirigente affari generali della Città di Trani), è stato ufficialmente firmato il documento finale del percorso del tavolo di co-programmazione del "Dopo di noi".
Il documento, sottoscritto dai rappresentanti che hanno partecipato alla discussione, pone le basi per i finanziamenti che arriveranno già a fine anno grazie al PNRR. "Il tavolo è stato fondamentale per sondare i bisogni, le paure e le necessità delle famiglie con a carico fragili e disabili con maggiore o minore funzionamento. Individueremo sei persone, presumibilmente ragazzi oltre i 18 anni, per dare il via ad un primo co-housing", racconta Ferrante, che aggiunge: "a brevissimo avremo la struttura destinata alla convivenza, sarà certamente un immobile comunale ma non escludiamo di coinvolgere i privati nel futuro. Il requisito fondamentale dovrà essere la domotica, indispensabile per assicurare la giusta indipendenza agli inquilini. Continueremo poi sulla strada già percorsa dell'inserimento lavorativo grazie alla collaborazione dei privati, condizione imprescindibile per svolgere un lavoro rispettoso della dignità di ciascuno".
"Faremo errori, certamente, ma ci impegneremo a farne il meno possibile. E' inevitabile, è la prima esperienza per tutti e per questo inizieremo con lo scegliere soggetti nel campo della disabilità fisica e intellettive con maggiore autonomia e miglior funzionamento", afferma la direttrice dell'UO Asl Bat in Neuropsichiatria, Figliolia. "Cureremo i ragazzi con la terapia della gioia, faremo tanti ma piccoli passi alla volta per accompagnare le famiglie verso la grande esperienza dell'autonomia".
"Entro il 31 dicembre individueremo i primi beneficiari. Il tavolo ha accelerato le procedure e l'individuazione dei criteri per partecipare ai bandi, il Pnrr su tutti", così il dirigente comunale Alessandro Attolico parla al termine del tavolo, e aggiunge: "Ringrazio tutti coloro che hanno partecipato per il supporto, le riflessioni e i contenuti di idee".
Ai ringraziamenti si aggiunge la responsabile del procedimento, Della Cananea: "Sono molto felice di come si sono svolti i lavori del tavolo di co-programmazione, non esisteva una lavorazione del genere sul sociale e inizieremo proprio da qui con i convenzionamenti. Abbiamo un piano operativo con cui poter partecipare ai finanziamenti e prevedere risorse in bilancio. Il documento firmato rappresenta un importante strumento di orientamento".
Il tavolo di co-programmazione ha coinvolto 17 realtà operative in città, che abbracciano le diverse sfaccettature della disabilità: Work Aut, Fondazione Megamark, Croce Bianca, Prometeo, Salute e Misericordia, Isola Sociale, Oasi 2, Casa di Carta, A.GE., Con.Te.Sto, Associazione italiana Sindrome "x-Fragile", Time…Aut, Oltre Sport, Il Pineto, Promozione Sociale e Solidarietà, Petit Pas, Uildm
  • dopodinoi
© 2001-2022 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.