Eventi e cultura

Grande successo di pubblico per I Dialoghi di Trani

Gli orgranizzatori: "6000 persone in tre giorni di incontri"

Termina con un grande successo di pubblico – circa 6000 persone in tre giorni – la quarta edizione dei Dialoghi di Trani (che si è svolta da venerdì 30 settembre a domenica 2 ottobre, nelle sale del Castello Svevo di Trani) che ha proposto un intenso programma di dialoghi, presentazioni di libri e conferenze con personalità del dibattito internazionale come il padre comboniano Giulio Albanese, l'economista Tito Boeri, lo storico dell'Africa moderna e contemporanea Giampaolo Calchi Novati, la semiologa Patrizia Calefato, il presidente de "Il Sole 24 Ore" Innocenzo Cipolletta, l'economista Alberto Clò (già Ministro dell'Industria negli anni Novanta), la giornalista Michela Fontana, la sociologa algerina Samia Kouider, il giornalista Paolo Longo (inviato Rai a Pechino), il presidente dell'Istituto Affari Internazionali Stefano Silvestri, Nuruddin Farah, tra i massimi autori africani di lingua inglese, e Niccolò Rinaldi, segretario generale aggiunto al Parlamento Europeo.



La riflessione collettiva, coordinata dal curatore scientifico della manifestazione, Piero Dorfles, e dal giornalista Marino Sinibaldi, ha spaziato dal tema della globalizzazione, tra uguaglianza e privilegio, a quello della "questione cinese" (se la Cina prende l'automobile?), dal problema dell'efficacia degli aiuti all'Africa alla tendenza all'uniformazione dei costumi tra Occidente e Oriente, fino alla riflessione sul dopo-petrolio. Il programma dei Dialoghi si conclude affrontando la questione di un ripensamento radicale della distribuzione delle risorse per un futuro più equo, con la conversazione tra il filosofo Salvatore Natoli e il presidente della Regione Puglia Nichi Vendola. Il cartellone degli spettacoli dopo il reading -concerto dei Radiodervish e la straordinaria performance a due con Moni Ovadia e Carlo Boccadoro, termina stasera con lo spettacolo, tutto da scoprire e tutto esaurito - Bergonzoni a Trani tra lo gnoto e l'ignoto - del prestigiatore della parola Alessandro Bergonzoni.

Grande soddisfazione da parte degli organizzatori per la riuscita di una manifestazione ambiziosa che, ancora una volta, "ha saputo coinvolgere migliaia di persone su temi complessi e di respiro internazionale, diffondendo e promuovendo la cultura del dialogo e il ruolo cruciale della lettura per la conoscenza dell'altro" come afferma Lucia Perrone Capano, presidente dell'Associazione Culturale "La Maria del Porto" che organizza la manifestazione. "Viviamo in un'epoca di insicurezze" dichiara in conclusione il curatore scientifico Piero Dorfles "Dare risposte è difficile. Ma il dialogo, il confronto pacato e profondo di analisi e idee, è lo strumento migliore per cercare quelle conoscenze che permettono di guardare con consapevolezza ai problemi della contemporaneità. E Trani dimostra che questa è un'esigenza diffusa".

La manifestazione, organizzata dall' Associazione Culturale "La Maria del Porto", è stata promossa dal Comune di Trani insieme alla Presidenza della Giunta Regionale della Regione Puglia, Fondazione Cassa di Risparmio di Puglia, Soprintendenza per i Beni Architettonici e per il Paesaggio delle Province di Bari e Foggia e la Provincia di Bari, affiancati dalla fattiva collaborazione delle numerose realtà culturali, economiche e formative del territorio.
© 2001-2020 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.