Sedentario
Sedentario
Territorio

I tranesi? Sedentari

Salute, la Asl presenta i dati. Le donne di Margherita bevono troppo. Presentato lo studio "Passi". Il monitoraggio dal 2007 al 2010

I tranesi? Sedentari. Le donne di Margherita? Bevono troppo. Sono questi alcuni dati singolari emersi durante la presentazione dello studio "Passi" (Progressi delle aziende sanitarie per la salute in Italia) che mette a disposizione delle Regioni e delle Asl informazioni essenziali per identificare i problemi di salute della popolazione, per stabilirne gli obiettivi di salute e per monitorare il progresso verso il loro raggiungimento.

Nel 2006, il ministero della Salute ha affidato al centro nazionale di epidemiologia, sorveglianza e promozione della salute dell'Istituto superiore di sanità il compito di sperimentare un sistema di sorveglianza della popolazione adulta. L'obiettivo è stimare la frequenza e l'evoluzione dei fattori di rischio per la salute, legati ai comportamenti individuali, oltre alla diffusione delle misure di prevenzione.

Tutte le 21 Regioni o Province autonome hanno aderito al progetto. Un campione di residenti di età compresa tra 18 e 69 anni viene estratto con metodo casuale dagli elenchi delle anagrafi sanitarie. Personale delle Asl, specificamente formato, effettua interviste telefoniche (circa 25 al mese per Asl) con un questionario standardizzato. I dati vengono poi trasmessi in forma anonima via internet e registrati in un archivio unico nazionale.

Il questionario è costituito da un nucleo fisso di domande relative ai principali fattori di rischio per le malattie croniche, alla salute (sedentarietà, eccesso ponderale, consumo di alcol ed abitudine al fumo), al rischio cardiovascolare (ipertensione, ipercolesterolemia, diabete e calcolo del rischio), ai programmi di prevenzione oncologica per il tumore cervicale, mammario e colorettale, alle vaccinazioni contro influenza e rosolia, alla sicurezza stradale e la sicurezza in ambito domestico, alla percezione dello stato di salute e presenza di sintomi depressivi.

Il campione regionale monitorato va dal 2007 al 2010. Nel periodo dall'1 settembre 2007 al 31 dicembre 2010 sono state intervistate 6.370 persone, selezionate dall'anagrafe sanitaria regionale con campionamento proporzionale stratificato per sesso e classi di età. In allegato troverete tutti i dati e le spiegazioni utili alla comprensione dei grafici.

E' possibile scaricare il file PDF completo dello studio Passi da questo indirizzo: http://www.oerpuglia.org/
  • Asl Bat
  • Salute
Altri contenuti a tema
Inganno alimentare, senza zuccheri aggiunti Inganno alimentare, senza zuccheri aggiunti Ce ne parla il biologo Giuseppe Labianca
Concorso Sanitaservice Asl Bat, boom di domande pervenute ma i posti disponibili solamente una cinquantina Concorso Sanitaservice Asl Bat, boom di domande pervenute ma i posti disponibili solamente una cinquantina Ancora irrisolta la questione lavaggio delle divise
Il calo peso come sintomo di malattia Il calo peso come sintomo di malattia Ce ne parla il biologo Giuseppe Labianca
Il caffè come regolatore della glicemia Il caffè come regolatore della glicemia Ce ne parla il biologo Giuseppe Labianca
Asl Bat: «Le liste di prenotazione non sono chiuse, monitoraggio costante» Asl Bat: «Le liste di prenotazione non sono chiuse, monitoraggio costante» Le precisazioni della Direttrice generale
Nutrire il cervello Nutrire il cervello Ce ne parla il biologo Giuseppe Labianca
Il pasto libero: pro e contro Il pasto libero: pro e contro Ce ne parla il biologo Giuseppe Labianca
La Farmacia Turenum aderisce al programma regionale di screening gratuito per la prevenzione dei tumori del colon retto La Farmacia Turenum aderisce al programma regionale di screening gratuito per la prevenzione dei tumori del colon retto Hai tra i 50 e i 70 anni? hai già ricevuto per posta l’invito allo screening? vieni in farmacia e ritira subito il tuo kit per l’analisi
© 2001-2024 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.