Politica

IDV: "Circa 3.000.000 di euro di debito dei quali si è persa traccia."

De Feudis: «Roba da dissesto finanziario»

Pubblichiamo una nota a firma del Consigliere Comunale De Feudis: «Con nota del 27/7/05 prot. gen. n.26259, a firma del dott. Giovanni Raimo, veniva richiesto ai dirigenti delle ripartizioni di relazionare sull'andamento gestionale e sulla formazione di debiti irregolari o di debiti fuori bilancio. Ad oggi non risulta che i Dirigenti in indirizzo abbiamo provveduto a relazionare in merito alle informazioni richieste dal Dirigente di Ragioneria. Agli atti della delibera di salvaguardia degli equilibri di bilancio , infatti, non è depositata alcuna relazione dei dirigenti delle ripartizioni ad eccezione di quella del Dirigente della I ripartizione.

Rammentiamo ai Dirigenti, invero, che nel 2004 risultavano 2.966.273,67 euro di debiti fuori bilancio come da relazione dell'Avv. Capurso e che di tali debiti, da dissesto finanziario dell'ente, non vi è alcuna traccia nella delibera di salvaguardia degli equilibri generali di bilancio.

Oltre a tale debitoria cosi' rilevante (vi sono creditori che aspettano, invano, da anni il pagamento di quanto dovuto) rappresentiamo ai vari Dirigenti che il Comune di Trani ha provveduto a commissionare tutte le manifestazioni dell'estate Tranese . I conseguenti debiti contratti sono veri e propri debiti fuori bilancio ai sensi del combinato disposto degli articoli 194 e 191 T.U. enti Locali (legge 267/2000), trattandosi di spese effettuate senza la sussistenza dell'impegno contabile registrato sul competente intervento o capitolo del bilancio di previsione.

Richiamo l'attenzione ai vari dirigenti circa le conseguenze di eventuali omissioni. La mancata adozione dei provvedimenti di riequilibrio, infatti, è equiparata alla mancata adozione del bilancio di previsione e quindi la sanzione è lo scioglimento del Consiglio Comunale ai sensi dell'articolo 141 legge 267/2000 qualora si dovesse accertare l'esistenza di debiti fuori bilancio.

La presente è rimessa a tutte le autorità in indirizzo per quanto di loro competenza con invito formale ai Dirigenti le varie ripartizioni ed ai Revisori dei Conti, a presentarsi in Consiglio Comunale per dare ogni delucidazione in merito alle problematiche evidenziate ai sensi del vigente regolamento di Consiglio Comunale. Si chiede infine, per poter compiutamente partecipare ai lavori del Consiglio Comunale, di aver copia delle relazione dei vari dirigenti sull'andamento gestionale e sulla formazione di debiti irregolari o di debiti fuori bilancio.»Avv. Sebastiano de Feudis
Capogruppo Italia dei Valori
© 2001-2020 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.