Politica

Incontro con i DS: "due città... due ospedali"

Martedì a Bisceglie riflessioni ad alta voce sul tema sanità

Martedì 11 ottobre si terrà a Bisceglie l'incontro sul tema sanità organizzato dai DS "due città... due ospedali". Ecco l'intervento del segretario dei Ds di Trani, Antonio Corraro.
«Molte sono state le battaglie che il nostro partito negli ultimi anni ha realizzato per conquistare un servizio sanitario più giusto, più efficiente ed efficace - commenta la segreteria dei DS di Trani. Denuncie e proposte, manifesti e stampa, raccolta di firme e presidi informativi, sono stati solo una parte di ciò che abbiamo realizzato. Intanto c'era chi decideva sulla testa di tutti, smantellandoci pezzo per pezzo il nostro ospedale. Noi non ci siamo ancora rassegnati, specie dopo che la vittoria di Nichi Vendola alla Regione ha dato nuove speranze. Infatti, martedì 11 c.m. alle ore 18,00 presso l'Auditorium S. Croce – Via Frisari 1 - Bisceglie nell'ambito del convegno organizzato dalla Federazione DS Provinciale BAT e dalle sezioni di Trani e Bisceglie, esporremo la proposta elaborata da tutto il centro sinistra di Trani e condivisa dal DS provinciale.

La proposta articolata, ma molto dettagliata, destinata a restituire "dignità" al nostro ospedale, vede l'unificazione degli ospedali dei due comuni, ( Ospedali riuniti di Trani – Bisceglie) distanti fra loro solo pochi Km, offrendo ai cittadini un servizio sanitario completo in tutta la sua organizzazione.»

Presiede: Della Croce Michele - Segretario Federazione DS BAT
Introduce: Mazzilli Mauro - Responsabile Provinciale DS dipartimento Sanità
Discutono: Garrozzo Gaetano - Segreteria Regionale DS – Responsabile settore Sanità
Marino Leonardo Presidente - Commissione Sanità Regione Puglia
Di Corato Giuseppe - Consigliere Regionale DS - Puglia
© 2001-2020 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.