Scuola e Lavoro

Licenziamenti e mobilità per il tessile e il calzaturiero: contributo dalla Regione

Lo annuncia a Traniweb il Consigliere Regionale Laurora

Il consigliere regionale di Forza Italia Carlo Laurora comunica che con accordo del 22 maggio 2008, la Regione Puglia e le parti sociali, hanno previsto la concessione del sostegno al reddito esclusivamente in favore dei lavoratori (operai, impiegati, intermedi, quadri) licenziati da imprese in crisi operanti nei settori tessile, abbigliamento, calzaturiero ubicate nella Regione Puglia che abbiano cessato di percepire il trattamento di mobilità nel periodo compreso tra il 1° gennaio e il 31 dicembre 2007 o che nello stesso periodo siano stati licenziati da imprese con meno di quindici dipendenti. A questi lavoratori il trattamento sarà erogato per una sola mensilità. PRESUPPOSTI PER LA CONCESSIONE O PER LA PROROGA DEI TRATTAMENTI ECONOMICI
Il sostegno economico di cui al presenti avviso è incompatibile con ogni altro trattamento previdenziale o assistenziale connesso alla cessazione dell'attività lavorativa, anche se con oneri a carico della Regione Puglia, e può essere concesso nel limite massimo delle disponibilità residue del Fondo per l'occupazione assegnato con Decreto Ministeriale n. 40975/2007.

MODALITA' DI PRESENTAZIONE DELLE ISTANZE
I lavoratori che abbiano diritto ai benefici di cui al presente avviso possono presentate domanda utilizzando gli appositi moduli in distribuzione presso le associazioni sindacali CGIL, CISL, UIL nonchè presso i Centri per l'Impiego. Le istanze dovranno essere presentate o inviate a mezzo raccomandata A/R a decorrere dalla data di pubblicazione del presente avviso e fino al 31 ottobre 2008 alla Direzione regionale del Lavoro- Settore Politiche del lavoro, via F. Filzi n. 18, 70126 Bari.

ISTRUTTORIA DELLE ISTANZE E MODALITA' DI EROGAZIONE
Il Ministero del lavoro- Direzione Regionale del lavoro provvederà all'istruttoria delle istanze pervenute secondo l'ordine strettamente cronologico di registrazione nel registro di protocollo e trasmetterà alla sede regionale dell' INPS l'elenco dei lavoratori aventi diritto unitamente ai provvedimenti di autorizzazione al pagamento. Successivamente, l'INPS erogherà direttamente al lavoratore il trattamento economico spettante.
  • Tac
Altri contenuti a tema
Vertenza Franzoni, giorni cruciali Vertenza Franzoni, giorni cruciali Giovedì incontro in Regione per portare avanti il progetto della cooperativa
La Cna: «I partiti litigano mentre le aziende chiudono» La Cna: «I partiti litigano mentre le aziende chiudono» Letale la stretta del credito operata dalle banche
Ente dell’artigianato pugliese, via alla campagna adesioni Ente dell’artigianato pugliese, via alla campagna adesioni Se ne fa promotrice la Cna di Trani
Crisi del tac, la Provincia prende in mano la situazione Crisi del tac, la Provincia prende in mano la situazione Camero e Spina incontreranno le parti sociali per studiare il rilancio
«Estendere l'accordo sul Tac anche a Franzoni» «Estendere l'accordo sul Tac anche a Franzoni» Nichi Vendola scrive al ministro
Tessile e calzaturiero, obbligatoria l'etichetta col Paese d'origine Via libera del Parlamento europeo: regolamento esteso ad altri settori
Calzaturiero: 120 milioni di euro in tre anni per il TAC L'on. Carlucci ha presentato un emendamento alla Finanziaria
Interventi a protezione del settore tessile e calzaturiero Importante incontro al Castello di Trani
© 2001-2019 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.