Corso Cavour a Trani
Corso Cavour a Trani
Vita di città

ll piccolo commercio a Trani soffoca, cosa s'intende fare?

Cambiano i sindaci, cambiano gli assessori, ma le piccole grandi piaghe locali restano aperte e piene di pus

Sono completamente allineato e concordo con il grido d'allarme lanciato da Unibat sull'agonia del piccolo commercio. Quando giorni fa in un commento enumeravo e ricordavo i diversi motivi per cui gran parte dell'opinione pubblica è scontenta della politica e del modo di amministrare in questi anni, c'erano anche i pochi input all'economia locale e di conseguenza al mondo del lavoro.

Perché è vero che un'amministrazione, fatte salve le poltrone, non può distribuire posti di lavoro, non essendo un ufficio di collocamento vecchia maniera. Ma per lo meno può instaurare strategie che aiutino la piccola impresa, i piccoli commercianti, a non chiudere bottega, a non essere stritolati.

La piccola economia locale abbisogna di persone competenti che, dai posti istituzionali, studino modi e progetti per tenere in vita le attività, gli artigiani, i custodi di quell'economia locale che solo in tal modo potrebbe fronteggiare i colossi del web e delle multinazionali. Ad oggi quali strategie sono state messe in campo a Trani? A vedere le tante chiusure di piccole attività la risposta sarebbe fin troppo chiara. Come già scrissi: cambiano i sindaci, cambiano gli assessori, ma le piccole grandi piaghe locali restano aperte e piene di pus.
    © 2001-2019 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
    TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.