Scuola e Lavoro

Per il caldo, in provincia di Bari, segnalati danni all’uva da tavola

Le temute grandinate potrebbero peggiorare la situazione

Un bollettino meteorologico dai risvolti poco rassicuranti quello che si sta perpetuando da circa 36 ore in Puglia. Secondo le segnalazioni raccolte dalla Coldiretti Puglia particolarmente colpita risulta la zootecnia da latte. Partendo dalla considerazione che gli animali hanno bisogno di temperature fredde e secche, l'afa degli ultimi giorni sta determinando non pochi problemi. Un effetto: da circa una settimana si è contratta la produttività nei quantitativi di latte in termine di valore del 30%, percentuale che potrebbe aumentare sensibilmente nel caso in cui il caldo persistesse. In provincia di Bari si registrano danni all'uva da tavola che in aree piuttosto estese ha già raggiunto un buon grado di maturazione. A forti attacchi di oidio si aggiungono le scottature degli acini che portano alla inevitabile marcescenza del prodotto. Idem in provincia di Foggia, soprattutto nelle zone più pianeggianti, dove gli imprenditori agricoli segnalano danni anche superiori al 60% sulle orticole, pomodori, peperoni, melanzane. Il rischio è che dopo la due giorni di caldo africano temute grandinate completino l'opera. In molte aree della Puglia si dovrà fare ricorso all'irrigazione di soccorso per alleviare la forte sete dei campi con l'ulteriore aumento dei costi a carico degli imprenditori agricoli.
    © 2001-2019 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
    TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.