Cgil, Cisl, Uil, Bottaro
Cgil, Cisl, Uil, Bottaro
Attualità

Primo maggio: a Trani Cgil, Cisl e Uil rilanciano la sfida per i diritti nella Bat

Il sindaco Bottaro: «Oggi non posso non pensare con amarezza alle quotidiane richieste di aiuto che mi giungono»

Elezioni Amministrative 2020
Candidati sindaco
Candidati al consiglio comunale
Elezioni Regionali 2020
Più diritti sul lavoro e meno lavoro nero. Con questo slogan a Trani i sindacati Cgil, Cisl e Uil, per la prima volta uniti dopo anni, celebrano il primo maggio. La giornata è partita con la sosta davanti alla lapide dedicata ai caduti sul lavoro in Piazza Cesare Battisti e da lì è partito il corteo fino Piazza Quercia, con in testa il sindaco di Trani, Amedeo Bottaro.

«In queste giornate – ha commentato il primo cittadino - non posso non pensare con amarezza alle quotidiane richieste di aiuto che mi giungono, dovute alle difficoltà di inserimento lavorativo, di giovani e di meno giovani. Resto della convinzione che la nostra Trani possa offrire realmente una possibilità a tutti. Facciamo squadra, puntiamo sulle nostre peculiarità. Forza!».

Presente anche il sindaco di Bisceglie, Angelantonio Angarano a testimonianza di una comunione di intenti intrapresa anche con le istituzioni. «Siamo un territorio che cresce da un punto di vista produttivo e delle esportazioni ma è uno dei più bassi a livello del Pil e dal punto di vista del reddito pro capite delle persone. E' un territorio in cui fortemente avanza tutto quello che è peggio: lavoro nero, le forme di precarietà, il lavoro autonomo, para-subordinato. Quindi c'è una crescita ma non di qualità».

Troppi diritti messi spesso in discussione, rilancia Boccuzzi, segretario generale della Cisl Bat: «Oggi siamo presenti in tutte le piazze d'Italia per rilanciare tre temi fondamentali: lavoro, diritti e stato sociale. E' una campagna a livello europeo che richiede un grande sforzo per le organizzazioni sindacali di essere a fianco di chi lavora spesso soggetto a situazioni di sfruttamento e di precarietà ma soprattutto a chi il lavoro lo cerca e non lo trova».

«Drammatica la situazione nella Bat e forse è anche peggio di ciò che pensiamo» – tuona Vincenzo Posa, segretario generale Uil Bat. «Nella Bat abbiamo 60 mila disoccupati, 16 mila sono inoccupati e migliaia che non s'iscrivono più al collocamento, quindi non abbiamo contezza del reale fenomeno che ci preoccupa ancora di più perché la malavita in mezzo alla gente disperata riesce a trovare la manovalanza».

Al tradizionale comizio conclusivo in piazza Quercia anche Emilio Miceli, segretario nazionale della Cgil che ha tracciato un bilancio delle condizioni del lavoro: «Le cose non vanno bene ed è un primo maggio e noi chiediamo che si cambi sulle infrastrutture, liberalizzazione dei sub-appalti, sull'idea secondo la quale il lavoro autonomo conta di più di quello dipendente».

Ma il Primo Maggio a Trani è anche musica: in serata ci sarà il tradizionale "concertone" con giovani band che si esibiranno sul palco di piazza Quercia a partire dalle ore 19.
15 fotoPrimo Maggio a Trani: corteo e comizio in Piazza Quercia
Primo Maggio a Trani: corteo e comizio in Piazza QuerciaPrimo Maggio a Trani: corteo e comizio in Piazza QuerciaPrimo Maggio a Trani: corteo e comizio in Piazza QuerciaPrimo Maggio a Trani: corteo e comizio in Piazza QuerciaPrimo Maggio a Trani: corteo e comizio in Piazza QuerciaPrimo Maggio a Trani: corteo e comizio in Piazza QuerciaPrimo Maggio a Trani: corteo e comizio in Piazza QuerciaPrimo Maggio a Trani: corteo e comizio in Piazza QuerciaPrimo Maggio a Trani: corteo e comizio in Piazza QuerciaPrimo Maggio a Trani: corteo e comizio in Piazza QuerciaPrimo Maggio a Trani: corteo e comizio in Piazza QuerciaPrimo Maggio a Trani: corteo e comizio in Piazza QuerciaPrimo Maggio a Trani: corteo e comizio in Piazza QuerciaPrimo Maggio a Trani: corteo e comizio in Piazza QuerciaPrimo Maggio a Trani: corteo e comizio in Piazza Quercia
  • Lavoro
Altri contenuti a tema
2 Auguri (non) a tutti i lavoratori Auguri (non) a tutti i lavoratori Quella di oggi è una festa meritata da tutti?
1 Lavoratori precari contro virus: un altro capitolo Lavoratori precari contro virus: un altro capitolo Un pensiero a chi ogni giorno lotta sul lavoro contro questo "mostro"
Call center in Puglia: devono limitare la loro attività al servizio di assistenza clienti Call center in Puglia: devono limitare la loro attività al servizio di assistenza clienti I lavoratori in sede hanno l’obbligo di attuare protocolli di sicurezza anti contagio
Morire di lavoro. Ne vale la pena? Morire di lavoro. Ne vale la pena? A cura dell'esperto Mario Celestino ("Il Lavoro Sicuro")
È online il sito internet della Camera del Lavoro di Trani È online il sito internet della Camera del Lavoro di Trani De Mario: «Per noi un nuova sfida e uno strumento per far conoscere le nostre vertenze»
2 Adriano De Masi, storia di un tranese partito da zero: lezione per tanti altri Adriano De Masi, storia di un tranese partito da zero: lezione per tanti altri In Germania per cercare lavoro tra decisioni coraggiose e sacrifici
Niente licenziamenti alla Network Contacts di Molfetta Niente licenziamenti alla Network Contacts di Molfetta Scongiurato il fine rapporto di lavoro per circa 500 dipendenti
Piazza Marconi ed i lavoratori tranesi negli anni '60 Piazza Marconi ed i lavoratori tranesi negli anni '60 I luoghi della memoria di Giovanni Ronco
© 2001-2020 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.