Eventi e cultura

Questa sera secondo spettacolo di O.S.A. Teatro

Tre performance ispirate alla Ballata del carcere di Reading di Oscar Wilde

Tre performance ispirate alla Ballata del carcere di Reading di Oscar Wilde: sono gli eventi organizzati a Trani dall'associazione culturale O.S.A. teatro. Tre incontri a giugno, in altrettanti locali commerciali locali, tutti a fruizione gratuita. Giovedì 23 giugno il secondo dei tre incontri in programma:

· Giovedì 23 Giugno ore 21.00 "Santograal" wine bar Via S. Giorgio - Vico S. Maria, 4
Il tempo passa scalciando pietre in un cortile livido. Le guardie seguono apprensive il condannato, per paura che lasci a pancia vuota il patibolo. Gli altri detenuti fissano la fossa, che con le sue fauci spalancate attende il suo pasto caldo. Il folle, il ladro e la canaglia, tremano, piegati dalla colpa del loro compagno e pregano per lui, che invece riposa placido attendendo il giorno.
· Giovedì 30 Giugno ore 21.00 "Caboh" caffè Via Cavour, 13

Quando la brigata del diavolo può finalmente uscire sotto la piccola tenda di cielo, non vede niente se non il ricordo di cose terribili. I secondini sono vestiti a festa e un drappo di calce bollente ricopre il disgraziato sepolto con le catene ai piedi. I reietti sono gli unici a piangere, loro rifiuti della società provano amore. Ognuno uccide la cosa che ama. C'è chi lo fa con lo sguardo, chi con la lusinga, chi con il bacio, solo il coraggioso lo fa con la spada.
L' O.S.A. teatro è un'Associazione Culturale (o.n.l.u.s.) nata a Firenze nel 2002, dove ha operato nell'ambito del teatro, della poesia e del videomaking, dando vita a performance poetiche in collaborazione con il network di poesia Fluorence. Le Officine StakkAttakka (di cui O.S.A. è acronimo, ma che rimanda anche alla necessità e al dovere di osare) lavora dal 2003 all'interno dell'Istituto Penale Minorile "Meucci" di Firenze. Con i ragazzi ospiti dell'istituto ha svolto attività laboratoriali al termine dei quali sono stati realizzati spettacoli su testi originali e su opere di H.C. Andersen e Shakespeare.

Ad ottobre porterà in scena con i detenuti dell'Istituto Penale Minorile "Meucci" di Firenze "il signore delle mosche" di William Golding. In Toscana l' O.S.A. teatro è molto conosciuto ed apprezzato per l'abilità nel lavorare con soggetti difficili come i minorenni detenuti, ex detenuti ed extracomunitari. L'O.S.A. teatro si caratterizza per la continua ricerca d'innovazione, e per il desiderio di dare nuova vita, attraverso l'artigianalità, a oggetti e materiali "dimenticati" dal consumismo. La contaminazione fra diversi linguaggi artistici, l'esplorazione dei confini della contemporaneità, il dialogo e lo scambio in un società multietnica e multiculturale sono le fondamentali ispirazioni e la tecnica della nostra compagnia.

Claudio Suzzi, anima e mente dell' O.S.A. teatro, è un regista ed attore pugliese che non ha dimenticato la sua terra. Da qualche mese è tornato a Trani con l'intento di portare in Puglia l'esperienza fatta in Toscana e rinnovarla con l'entusiasmo e l'energia delle risorse che la nostra regione offre. Il mese di giugno sarà scandito da tre performance ispirate alla Ballata del carcere di Reading di Oscar Wilde.

La scelta di questo testo non è affatto casuale, poiché l' O.S.A. teatro continuerà anche in Puglia a svolgere la sua attività con soggetti emarginati dalla società civile come i detenuti. La città di Trani al momento non dispone di uno spazio dove la ricerca teatrale si possa esprimere e sperimentare ma l'O.S.A. teatro ha superato questo ostacolo mettendo in scena a giugno, i propri spettacoli in una libreria, un caffè e un pub grazie alla disponibilità dei gestori di queste attività commerciali. Ad ottobre partirà un laboratorio teatrale nella casa circondariale di Trani, nel quale verranno coinvolti i detenuti. Le attività laboratoriali sono finalizzate all'allestimento di uno spettacolo ispirato a Cuore di Cane di Michail Bulgakov.
    © 2001-2019 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
    TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.