Vita di città

Riaperta l'isola ecologia "l'indice uno"

Gli orari e i materiali conferibili nel sito

E' stata riaperta ufficialmente quest'oggi l'isola ecologica "L'indice uno", nella zona nord della città. Sul luogo stamattina c'era l'intero consiglio d'amministrazione dell'Amiu, i tecnici, il consigliere regionale Carlo Laurora, l'assessore Giacomo Ceci e il sindaco di Trani, Giuseppe Tarantini. La superficie complessiva dell'isola ecologia, intorno ai 2500 metri, è stata leggermente ridotta per dare un accesso indipendente alla ditta che sta effettuando i lavori della condotta sottomarina.



Quindici i cassoni già utilizzabili. Nel giro di qualche mese, il numero crescerà così come aumenteranno le tipologie di rifiuto che si potranno conferire. Nel sito va evidenziato anche il recupero del vecchio macello dei cavalli, ristrutturato e adesso adibito ad uffici. All'interno vi sono computer per la registrazione dei cittadini che conferiranno i rifiuti nell'isola, bagni, magazzini e apparecchiature per la pesa.

Dice il sindaco Tarantini: "Finalmente i progetti iniziano a prendere corpo. L'inizio dell'attività dell'isola ecologica costituisce un momento estremamente importante in un progetto più generale di incremento della raccolta differenziata e di riduzione del conferimento dei rifiuti in discarica, inserito in una visione più globale dello smaltimento dei rifiuti che prevede, possibilmente, l'utilizzo di questi per la produzione di energia. L'isola ecologica riaperta è un altro anello di una catena ben determinata. Ogni anello prelude all'altro in una conseguenza che non è determinata da noi ma dalla Waste management international, l'organismo mondiale che, con criterio scientifico, si pronuncia sullo smaltimento dei rifiuti". Il sindaco ha anche rivolto un messaggio ai cittadini: "Da ora in avanti ci aspettiamo di non veder più vicino ai cassonetti o nelle nostre campagne i vecchi televisori o i vecchi frigoriferi. Puntiamo, con convinzione, sulla capacità dei nostri concittadini di comprendere il concetto e il significato delle nostre iniziative, poi si studierà un sistema incentivante per poter stimolare ancor di più questo meccanismo".



Si potranno conferire rifiuti nell'Isola Ecologica dal lunedì al sabato dalle 8.30 alle 13. Per quanto riguarda i materiali conferibili nel sito, l'elenco prevede: carta e cartone (non più di 30 Kg al giorno), Imballaggi in carta e cartone ridotti di volume (non più di 30 Kg al giorno), imballaggi in plastica (non più di 30 Kg al giorno e previa lavatura), imballaggi in vetro (non più di 30 Kg al giorno e previa lavatura), vetro in lastre (non più di 30 Kg al giorno), lattine in alluminio o materiale ferroso (non più di 30 Kg al giorno e previa lavatura), metalli, legno (assi e parti di mobili e infissi), ingombranti (mobili, materassi, biciclette, scaldabagni, reti per letti, divani, ecc.), beni durevoli (lavatrici, forni, lavastoviglie, con esclusione di frigoriferi, congelatori e climatizzatori), beni elettronici e elettrici (computer, radio, stereo, ventilatori e piccoli elettrodomestici, con esclusione di televisori, fotoriproduttori, monitor, materiali contenenti inchiostri o toner e pellicole sensibili, tubi fluorescenti, tubi catodici). Il consigliere di Amiu, Gianni Biancofiore, ha sottolineato la possibilità del conferimento nel sito dei rifiuti inerti. "L'isola è attrezzata per questa tipologia di rifiuto ed è importante che i cittadini ne tengano conto".
    © 2001-2019 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
    TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.