Premio Fondazione Megamark
Premio Fondazione Megamark
Eventi e cultura

Sei anni di Premio Fondazione Megamark, quando la cultura diventa patrimonio cittadino

Tra incontri, dialoghi e parole, l'iniziativa letteraria è ormai un appuntamento fisso per Trani

Può un concorso letterario rafforzare il patrimonio di una città? Può un evento accompagnare il pubblico nella riscoperta della lettura e del valore delle parole? Dal 2016 le varie edizioni del Premio Fondazione Megamark si susseguono fino a oggi in un momento in cui incontrarsi non è smart, non è social, non è cool. Incontrarsi è un'esigenza a cui la Narrativa continua a dare risposte buone, risposte alla nostra anima.

L'inciso "Incontri di Dialoghi" infatti non sottolinea solo il solido legame con l'appuntamento dei "Dialoghi di Trani", in cui il premio si inserisce come da tradizione, ma metaforicamente evidenzia il ruolo dell'evento come punto di incontro, fisico ed emozionale.

Oltre la competizione tra talenti, oltre l'emozione che si riversa sul vincitore (che quest'anno è stato il romanzo "Lingua madre", opera di una brillante scrittrice di Bolzano, Maddalena Fingerle), c'è la realtà concreta e operosa della Fondazione Megamark Onlus di Trani, privilegiata di essere motore di un viaggio, portavoce di una delle più belle e appaganti iniziative letterarie di questi ultimi anni.

Dalla tenacia organizzativa che si cela dietro questo progetto, Fondazione Megamark crede molto in un'iniziativa che non si limita a dare lustro alla città di Trani e all'intero territorio, quanto mai bisognoso di riscoprire emozioni. Sarebbe gretto pensare che un premio letterario possa solo dare una "spinta", possa provare a correggere un periodo difficile che consegniamo alla Storia. Il Premio Fondazione Megamark, con ben sei edizioni ormai alle spalle, è entrato nel patrimonio cittadino, nella sua offerta culturale e turistica.
Social Video2 minutiPremio Fondazione Megamark
Non è un semplice premio, ben devoluto a talenti indiscussi (e molto spesso giovani e promettenti) della narrativa, ma un percorso, una strada di ciottoli su cui camminano in tanti, insieme.

Forse qualcuno ritiene semplice scrivere un libro, qualcuno magari lo ritiene un qualcosa che possa essere affinato con un semplice allenamento. Un'evoluzione di un pensiero forse, nulla di più. Ma la narrativa è invece il dipinto di una ricerca, lenta, difficile, anche sofferta che avviene a piedi nudi su quella strada di ciottoli, intrapresa senza badare alla destinazione ma solo all'emozione. Incontrare su questa strada un partner che ti sostenga è già di per sé la vittoria più grande, che culmina nell'afflato della comunità dei lettori i quali – incuriositi da un titolo, da una copertina, da una pagina che sembra parlarci – diventeranno i migliori sostenitori in questo percorso.

Di fatti il Premio Fondazione Megamark si contraddistingue per l'importanza della giuria dei lettori, a cui spetta l'ultima parola che decreta il vincitore assoluto del concorso, dopo la selezione operata dalla giuria degli esperti. Negli anni Trani con il Premio Fondazione Megamark è stata attrattore di una serie di personalità eminenti nel mondo della letteratura: quest'anno nella giuria hanno presenziato Annamaria Ferretti, Maria Teresa Carbone, Cristian Mannu, Giancarlo Fiume, Oscar Iarussi e Pasquale Guaragnella.

Venerdì sera, nella cornice imponente della Cattedrale di Trani, si è svolta la cerimonia di premiazione che ha suggellato il vincitore di questa edizione 2021, ultimo atto di un'iniziativa che dura quasi un anno – tra progettazione, bando di concorso, valutazioni, organizzazioni ecc. – tutta pensata per amore dei libri.
13 fotoCerimonia Premio Fondazione Megamark 2021
Premio Fondazione MegamarkPremio Fondazione MegamarkPremio Fondazione MegamarkPremio Fondazione MegamarkPremio Fondazione MegamarkPremio Fondazione MegamarkPremio Fondazione MegamarkPremio Fondazione MegamarkPremio Fondazione MegamarkPremio Fondazione MegamarkPremio Fondazione MegamarkPremio Fondazione MegamarkPremio Fondazione Megamark
Immergersi nella lettura è come guardare attraverso un caleidoscopio di parole scritte che – meglio della voce – restano solide nel tempo. Ed è proprio nel ruolo delle parole, nel loro peso e nel loro significato che si fonda la sinossi di "Lingua madre". Il protagonista è ossessionato e sofferente dalle parole "sporche" che hanno riempito la sua vita: fugge dalla sua realtà e trova nell'amore una strada per spogliarsi della sua sofferenza. Un romanzo che parla di lingua e di radici, di parole e di origini. E cosa meglio di un premio letterario, così fortemente radicato nel suo territorio, può indurci al pensiero e alla riflessione su questi temi? «Tu sei la prima in tutta la mia vita che non mi sporca le parole, in realtà me le pulisci proprio», un'affermazione che colpisce dritta al cuore chiunque che – per mestiere o per passione – con le parole ci convive quotidianamente.

Dunque come può un premio letterario arricchire una città e un territorio? È il modo giusto, catalizzando emozioni, talenti, dialoghi e parole. Sempre dobbiamo credere nel valore delle parole, su cui si costruiscono i legami della nostra realtà.
  • Fondazione Megamark
Altri contenuti a tema
Fondazione Megamark: 291 progetti concorrono alla 12^ edizione del bando "Orizzonti Solidali" Fondazione Megamark: 291 progetti concorrono alla 12^ edizione del bando "Orizzonti Solidali" Quasi sette milioni di euro per progetti finalizzati a favorire l’assistenza sociale, contrastare l’abbandono scolastico, promuovere la cultura
Al via la dodicesima edizione del bando "Orizzonti solidali" della Fondazione Megamark Al via la dodicesima edizione del bando "Orizzonti solidali" della Fondazione Megamark 250mila euro per sostenere iniziative negli ambiti dell’assistenza sociale, sanità, ambiente e cultura e 30mila euro per contrastare l’abbandono scolastico
Al via la nona edizione del concorso letterario "Premio Fondazione Megamark" Al via la nona edizione del concorso letterario "Premio Fondazione Megamark" L'iniziativa è rivolta alle opere prime di narrativa italiana
La Fondazione Megamark premia i giovani talenti con 51 borse di studio La Fondazione Megamark premia i giovani talenti con 51 borse di studio Un totale di oltre 72 mila euro, per i figli dei dipendenti del Gruppo
Grande successo per lo spettacolo di beneficenza della Fondazione Megamark Grande successo per lo spettacolo di beneficenza della Fondazione Megamark Sul palco la musica dei Modà, la comicità di Emilio Solfrizzi e Antonio Stornaiolo, tanti ospiti d’eccezione e come special guest l’attore turco Can Yaman
Ultimissimi biglietti per l’evento di beneficenza della Fondazione Megamark al Palaflorio di Bari Ultimissimi biglietti per l’evento di beneficenza della Fondazione Megamark al Palaflorio di Bari Conducono la serata Emilio Solfrizzi e Antonio Stornaiolo: a chiudere l’evento i Modà in concerto
Sapo Matteucci con il romanzo "Per futili motivi" è il vincitore dell'ottava edizione del "Premio Fondazione Megamark - Incontri di Dialoghi" Sapo Matteucci con il romanzo "Per futili motivi" è il vincitore dell'ottava edizione del "Premio Fondazione Megamark - Incontri di Dialoghi" Ieri sera a Trani la cerimonia finale con Luca Ward e Neri Marcorè
Neri Marcorè e Luca Ward a Trani per la cerimonia finale del “Premio Fondazione Megamark” Neri Marcorè e Luca Ward a Trani per la cerimonia finale del “Premio Fondazione Megamark” Venerdì verrà proclamato il vincitore, sabato in Fiera del Levante secondo evento con Antonio Stornaiolo
© 2001-2024 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.