Autobus stp
Autobus stp
Enti locali

Smart Go City, Trani ottiene un finanziamento di oltre un 1 milione e mezzo di euro

Serviranno per l'acquisto di quattro autobus a basso carico di emissioni inquinanti

E' stato ammesso a finanziamento il progetto presentato dal Comune di Trani al bando regionale Smart Go City, calibrato sul rinnovo del parco automobilistico del trasporto pubblico locale promuovendo l'acquisto di mezzi a basso carico inquinante di emissioni. Con atto dirigenziale firmato dal dirigente della sezione Mobilità sostenibile e vigilanza del TPL del dipartimento mobilità, qualità urbana, opere pubbliche, ecologia e paesaggio della Regione Puglia, è stata comunicata l'ammissione a finanziamento del progetto tranese che prevede la fornitura di 4 nuovi autobus per il servizio del trasporto pubblico cittadino per un importo pari a 1.731.700 euro

I 4 autobus andranno a sostituire 4 bus presenti nella flotta aziendale di Amet con oltre 15 anni di esercizio. I mezzi saranno a servizio esclusivo del trasporto pubblico del Comune di Trani e saranno inalienabili, aggiuntivi rispetto a quelli che la società Amet si era impegnata ad acquistare per ammodernare il suo parco mezzi.

La volontà di partecipare al bando era stata manifestata dall'Amministrazione lo scorso 29 maggio nel corso di un incontro pubblico organizzato presso la sala Tamborrino del Comune di Trani. In quella circostanza il sindaco, Amedeo Bottaro, e l'assessore alla viabilità, Cecilia Di Lernia, si confrontarono con le associazioni del territorio in presenza anche dell'ingegnere Martino Corallo che ha curato l'aggiornamento del piano urbano del traffico comunale (il precedente risaliva al 2010).

I rappresentanti dell'Amministrazione ribadirono pubblicamente l'intenzione di partecipare al bando regionale rivolto ai Comuni dotati di servizi minimi di trasporto pubblico locale, per ottenere i fondi necessari per avviare il processo di dismissione di autobus dedicati al servizio di trasporto pubblico locale non più conformi ai livelli qualitativi comunitari, "una condizione indispensabile per migliorare la qualità della vita" dichiarò il sindaco. Detto, fatto.
    © 2001-2019 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
    TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.