Passaggio a livello Via Corato
Passaggio a livello Via Corato
Vita di città

Sottopasso via De Robertis, il Movimento civico incontra il Prefetto della Bat

Accordato un termine di sessanta giorni entro cui il Comune potrà acquisire eventuali autorizzazioni da parte della Sovrintendenza

Il Movimento Civico "Impegno per la realizzazione del Sottopasso Veicolare e Pedonale tra Via De Robertis e Via S. Annibale M. di Francia" – Trani -, tramite i delegati avv. Nicoletta Canaletti, dott. Vito Piazzolla, arch. Mario Ardito, ha incontrato il giorno 14 maggio 2019 il Prefetto di Barletta, Andria, Trani, Emilio Dario Sensi.

La convocazione alla riunione tecnica indetta dalla Prefettura presso il Palazzo di Governo scaturiva da una prima istanza del 5 febbraio 2019, presentata dal Movimento Civico al Prefetto, motivata dall'ennesimo episodio di mal funzionamento del passaggio a livello di Via S. Annibale M. di Francia. Nell'occasione l'Autorità territoriale del Governo, con nota del 26 marzo u.s. comunicava che, interpellato il Sindaco del Comune di Trani, Amedeo Bottaro, questi assicurava il suo costante impegno per la soluzione delle problematiche inerenti al superamento della linea ferroviaria in previsione della eliminazione del passaggio a livello.

Alla luce dell'ulteriore episodio del 5 Aprile u.s, che vedeva intrappolata sui binari a barriere chiuse un'autovettura, il cui conducente in preda al panico e in cerca di una via di fuga urtava, scardinandola, una delle due sbarre, con paventato rischio per i pedoni fermi in attesa, il Movimento Civico presentava al Prefetto una seconda istanza, rappresentando la gravità della situazione a fronte dell'inerzia dell'Amministrazione comunale.

Questa volta il Prefetto con nota del 18 aprile 2019 convocava dinnanzi a sé il Sindaco del Comune di Trani, la Questura di Bari, la Direzione Territoriale di R.F.I. di Bari e il Movimento Civico "Impegno per la realizzazione del Sottopasso Veicolare e Pedonale tra Via De Robertis e Via S. Annibale M. di Francia".

Nel corso della discussione, vertente sulla esecuzione del sottopasso ferroviario, Movimento Civico ha fermamente ribadito la necessità e l'urgenza di procedere all'attuazione dell'opera pubblica, oggetto di apposita convenzione stipulata nel 2008 tra il Comune di Trani ed R.F.I., così come riveniente dal lungo iter programmatico avviato con l'approvazione da parte della Giunta comunale del progetto e del relativo finanziamento di spostamento dei sottoservizi con le delibere del 17.12.2013.

L'Amministrazione dal canto suo ha prospettato l'eventualità di realizzare l'opera in modalità pedonale e veicolare a doppio senso di marcia previo ulteriore assenso ed autorizzazione da parte della Sovrintendenza della definitiva sistemazione del muro di recinzione dell'area Lapietra.

Il Prefetto ha accordato al Sindaco un termine massimo di sessanta giorni entro cui contattare ed acquisire eventuali autorizzazioni da parte della Sovrintendenza procedendo, in mancanza, alla immediata ripresa della fase programmatica e progettuale d'intesa con R.F.I. con avvio dei lavori secondo le modifiche richieste dai tecnici progettisti dei sottoservizi discusse in precedenti incontri ed a quest'ultima rappresentate dal Sindaco con nota del 20 gennaio 2016 prot. n. 2322, tra le quali modifiche era annotata la riduzione delle dimensioni trasversali del sottopasso ferroviario, realizzando un solo senso di marcia con la previsione di un marciapiede sul lato sinistro del senso di marcia.

È auspicabile che i vari comitati e i cittadini tutti si associno alle iniziative di Movimento Civico collaborando al raggiungimento del bene comune.

- Avv. Nicoletta Canaletti, dott. Vito Piazzolla, arch. Mario Ardito.
    © 2001-2019 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
    TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.