Buon anno - happy new year
Buon anno - happy new year
Vita di città

Un anno con Trani(Viva): ripercorriamo insieme il 2018

Tutte le notizie più lette dalla cronaca nera alla rosa

Tra cotechino con le lenticchie, coriandoli, musica a tutto volume, panettoni o pandori (che ardua scelta!) e brindisi con lo champagne, allo scoccare della mezzanotte ci siamo lasciati alle spalle un altro anno. Il primo gennaio porta con sé il regalo più bello che si possa desiderare per le feste: un nuovo inizio. Appendendo alla parete il nuovo calendario ecco la magica possibilità di buttarsi tutto alle spalle e ricominciare. Come ogni anno inevitabilmente, però, prima di fare spazio ai buoni propositi, volgiamo uno sguardo al passato. Cosa è successo a Trani nel 2018? Tra alti e bassi, proviamo a ripercorrere gli eventi più letti e condivisi. Che il viaggio nel passato abbia inizio.

Gennaio. Il sipario sul 2018 si è aperto con una bella notizia: la nascita di Paolo, il primo bambino di Trani venuto al mondo alle 7.25 del 1 gennaio 2018 all'ospedale di Bisceglie. Una notizia meno bella è quella dell'investimento di un ragazzino di 13 anni, investito mentre attraversava l'incrocio tra via Imbriani e via Bebio. Solo tanto spavento per fortuna: il giovane riporta, infatti, solo lievi ferite. Un'importante operazione antidroga dei Carabinieri di Bari denominata "Angel" porta all'arresto di dieci persone tra Trani e Gioia del Colle: in totale 20 le persone coinvolte.

E' sempre un episodio di cronaca uno tra gli articoli più letti a febbraio: si tratta dell'arresto da parte della Polizia di Stato di un 67enne tranese perché regalava cocaina in cambio di prestazioni sessuali. Boom di click anche per la vela-terapia, il metodo sperimentale del dottor Pizzoloruss. Si tratta di uscite in mare con persone diversamente abili accompagnate da un team di esperti a bordo di una barca a vela privata. Il mese si conclude nei peggiori dei modi: un 34enne straniero viene accoltellato alla stazione di Trani a seguito di una rissa. Fa clamore la notizia diffusa per prima dal Fatto Quotidiano e poi ripresa dai media locali, del coinvolgimento di sacerdoti del Sud, compreso uno della nostra diocesi, in festini gay. La notizia finisce subito nel "dimenticatoio": la neve del 28 febbraio a Trani riconcilia tutti ed è subito boom di foto sui social.

A marzo l'attenzione si sposta sulle elezioni politiche che vedono la vittoria prorompente del M5S: Giuseppe d'Ambrosio è il candidato più votato a Trani con 13.682 voti. 8 marzo. Parla la nipote di Antonio Cezza: il brigadiere dei carabinieri, nato a Cursi ma tranese di fatto, ucciso da un malvivente armato il 17 Luglio 1990. La nipote, dopo circa 28 anni da quel terribile episodio, ricorda lo zio con ammirazione e coraggio. Una discussione tra condomini per futili motivi in una palazzina in via Tolomeo finisce male: l'episodio si conclude con un ferito e il trasporto in ospedale. Il mese si conclude con ancora un fatto di cronaca: un 64enne tranese non paga il conto in pizzeria e minaccia il titolare. Viene arrestato dagli agenti della Polizia di Stato.

Aprile si apre con una nuova aggressione in stazione: coinvolta una giovane coppia, un ragazzo di Barletta e una ragazza di Trani di circa 25 anni. Il primo viene aggredito senza alcun apparente motivo da una banda di ragazzini e riporta una frattura del setto nasale. La danza dei delfini, il giorno della Pasquetta, ai piedi della cattedrale di Trani fa innamorare tutti ed è subito pioggia di click. Un grave incidente sulla Trani-Andria chiude il mese nel peggiore dei modi: un'automobile con a bordo una famiglia, padre, madre e due figlie gemelle di 13 anni, si ribaltata e finisce fuori strada. Le quattro persone vengono trasportate in codice rosso in ospedale.

Il 7 maggio va in onda su Rai1 la prima puntata de "Il Capitano Maria", la fiction ambientata a Trani con Vanessa Incontrada. La notizia inorgoglisce i tranesi e diventa una tra le più lette dell'anno. Sfrattati e senza casa: una famiglia di Trani decide di protestare contro il Comune di Trani decidendo di portare mobili e persino una culla a piedi di Palazzo di Città. A metà maggio la Lampara, storico locale della dolcevita tranese, viene messo all'asta e viene avviata una gara pubblica per la concessione. A fine mesi, alcuni malviventi sfondano la serranda con l'auto e rubano in una tabaccheria in viale De Gemmis: ingenti i danni provocati.

Un tragico incidente in via Barletta apre il mese di giugno: un giovane perde il controllo della proprio auto con a bordo altre tre persone. L'auto finisce fuori strada completamente ribaltata. Un vero e proprio miracolo: nessuno dei quattro riporta gravi ferite. Giugno è anche il mese del Festival Pirotecnico che giunge alla sua seconda edizione. Tantissimi i visitatori che arrivano in città per assistere alla karmesse di carattere nazionale che quest'anno vede la vittoria della Rosa International di Bagheria. Le spiagge tranesi sono tra le più inquinate d'Italia: a dichiararlo il sito "Travel365". La notizia è sicuramente la più letta di tutto l'anno ma viene successivamente smentita dall'Amministrazione perché ritenuta inofficiosa. Giugno è anche il mese di Carlo Dragonetti: il giovane tranese, dopo aver studiato per quattro anni in Cina, si laurea all'università di Shanghai, dove tiene un discorso in cinese per la cerimonia di laurea, davanti ad 8000 mila persone. Il video su YouTube raggiunge milioni di visualizzazioni.

Luglio si apre con politica locale in primo piano: Bottaro chiede e ottiene le dimissioni di tutti gli assessori a seguito di a seguito della lettera di sfiducia di alcuni consiglieri di maggioranza. Un nuovo incidente, più spettacolare che grave, rientra tra le notizie più lette di luglio: un automobilista perde il controllo del proprio mezzo e si scontra contro la vetrina di un'attività commerciale in via Dalmazia. La scena viene immortalata dai passanti sui propri cellulari. Un nuovo episodio di malavita tranese avviene a metà luglio: un 40enne tenta per due volte di uccidere il suo titolare, un pescatore 46enne, sul porto di Trani. Verrà arrestato dai Carabinieri di Trani grazie le riprese delle telecamere di videosorveglianza della zona.

Sting e Shaggy infiammano l'agosto tranese: i due si esibiscono il 4 agosto, in Piazza Duomo, nell'ambito della rassegna estiva Fuori Museo a cura di Fondazione Seca. Ma agosto è anche un mese nero: mercoledì 29 agosto, un diciannovenne tranese rimane coinvolto in un incidente in scooter a Corfù, dove era in vacanza con alcuni amici. Morirà il 3 dicembre al Policlinico di Bari. La famiglia decide di avviare tutte le procedure necessarie per la donazione degli organi.

Una maxi operazione della Guardia di Finanza di Bari fa finire nei guai alcuni bed&brakfast di Trani. Il fatto a settembre mette in luce un'evasione fiscale pari a oltre 1,5 milioni di euro. Un incidente mortale si verifica il 19 dello stesso mese. A perdere la vita una coppia, lui di Trani lei di Bisceglie, mentre viaggiano sull'A14 fra i caselli di Termoli e Vasto sud, in territorio di Petacciato.

Un lussuoso yatch di 33 metri arriva nel porto di Trani ad ottobre: fabbricato dal cantiere Benetti, la maestosa imbarcazione domina la Darsena comunale per diverse settimane. Un uomo di Trani, vedovo e con diversi problemi di salute, tenta di buttarsi dal balcone: l'intervento immediato della Polizia di Stato impedisce il gesto estremo. Parcheggia l'auto sul porto e finisce in mare. No, non è pura fantasia ma è il sorprendente incidente che si verifica a novembre suscitando clamore e il riso dei lettori che sbeffeggiano l'automobilista poco attento. Solo l'intervento dei vigili del fuoco rimuoverà il veicolo qualche ora più tardi. Un episodio di bullismo scuote l'opinione pubblica locale. Vittima un dodicenne insultato e picchiato dai suoi compagni di classe. Motivo? Un problema di salute del giovane che lo porta ad essere più basso di statura rispetto ai suoi coetanei. A denunciare l'episodio sua sorella su Facebook.

Tenta una rapina in una parafarmacia in via De Robertis. Il fatto a dicembre è un flop per il ladro: messo in fuga dai clienti, viene più tardi arrestato dagli agenti della Polizia di Stato. Il 15 dicembre l'ospedale di Trani viene ufficialmente riconvertito in Presidio Territoriale di Assistenza nell'ambito di riordino ospedaliero regionale. Stessa cosa qualche settimana più tardi per il Pronto Soccorso che diventa Postazione Fissa Medicalizzata.

Si conclude così un anno movimento, ricco di eventi che hanno lasciato il segno e che saranno difficili da dimenticare. Non resta che aspettare tutte le sorprese che il nuovo anno riserverà per la città.

Intanto, dalla redazione di TraniViva i migliori auguri per un buon 2019!
    © 2001-2019 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
    TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.