Chiaro e Tondo

I soliti coltelli

Chiaro e Tondo 13 (extra)

Abbiamo esaurito titoli e aggettivi per definire seghe (nel senso di segate) di partito, pugnalate interne, trabocchetti, buffetti, frizzi, lazzi e ghiribizzi vari di questo bel mondo politico locale, che tante soddisfazioni dà ai giornalisti, sempre a caccia di bignè alla crema (nel senso di notiziole ad effetto) confezionati da coalizioni in stato confusionale e tante perplessità genera nei comuni cittadini, che lavorano come turchi (anzi oggi direi come cinesi e pensano a lavorare per portare il pane a casa).

E mentre l'opposizione veltroniana, con il solo Ferrante a fare il mastino, pacatamente, cercava di ricordare che sull'Amet "così non si fa", arrivava la randellata dalla stessa "casa madre", dal seno ubertoso di consenso da parte di tanti tranesi, che tanto latte, a loro volta, in termini di voti, hanno riversato sulla squadra Tarantini.

Questa volta, l'ennesima buccia di banana piazzata sul cammino della presente amministrazione Tarantini, deriva da un tocco "sporco" o pulito a seconda del punto di vista da cui si vede (per Pinuccio sarà sicuramente sporco, lordo, lordissimo, stile peggior Materazzi), di un consigliere della maggioranza, in particolare Mario Troysi, da quanto leggo sulla nota apparsa l'altro ieri su Traniweb.

Ora l'intervento sarà giudicato sacrosanto da tutti coloro che avevano stracciato già gran parte delle vesti, e qualcos'altro, all'annuncio che, accertati i debiti del Comune, si nominava ancora all'Amet per consulenze legali (vai con lo champagne!). Ma proprio quando l'ennesima bottiglia della spartizione partitocratica e partitocentrica (col popolaccio che poteva abbaiare quanto voleva e con l'opposizione che più o meno pacatamente si alzava in piedi e ruggiva a modo suo, ma va bene lo stesso) stava per essere stappata, non foss'altro per i 100 anni, Colui che tutto move o qualche Satanasso (sempre a seconda di come la si vede) ha messo lo zampino.

E' dunque partito, su di una complanare solitaria e foriera di foschi scenari futuri, questo esposto alla Procura della Corte dei Conti, proprio riguardante le questioni Amet. Il coltello della politica tranese è sempre bello, lungo e affilato. Le goccioline di sangue sono sempre belle fresche. Basti ricordare, per la rubrica interna "piccola memoria storica del politologo tranese", che le ultime amministrazioni sono cadute con le staffilate di quel lungo coltello "amico", del parente serpente di turno. Allegria. Purchè servano a dare lezioni per il futuro. Meditiamo.
  • Politica
Altri contenuti a tema
Andrea Cozzolino eletto ancora parlamentare europeo per il Pd, Biancolillo: «Auguri di buon lavoro» Andrea Cozzolino eletto ancora parlamentare europeo per il Pd, Biancolillo: «Auguri di buon lavoro» Il componente direzione provinciale Pd della Bat ringrazia amici e simpatizzanti che hanno sostenuto la candidatura
La politica dei "crepati" La politica dei "crepati" Mazza e panella di Giovanni Ronco
Si presenta alla città la lista civica Trani Sociale Si presenta alla città la lista civica Trani Sociale Nella sala del circolo Walter Tobagi si è tenuto il primo incontro cittadino
Le vite parallele dei sindaci indagati Le vite parallele dei sindaci indagati A quando una Trani senza troppi lacci politici esterni e capace di camminare sulle sue gambe?
Roberto Gargiuolo candidato sindaco? Roberto Gargiuolo candidato sindaco? Ritorno di fiamma forte da parte di più d'un partito del centro destra tranese
Carlo Laurora nel CDA del Gal, privati volenterosi e Amet: le pagelle Carlo Laurora nel CDA del Gal, privati volenterosi e Amet: le pagelle I voti della settimana di Giovanni Ronco
Amministrative 2020, domenica la presentazione della lista civica "Trani Sociale" Amministrative 2020, domenica la presentazione della lista civica "Trani Sociale" Esposizione del programma elettorale e del coordinatore cittadino
Sergio De Feudis: «Dopo 5 anni il giudice mi ha dato ragione» Sergio De Feudis: «Dopo 5 anni il giudice mi ha dato ragione» L'ex assessore e dipendente comunale: «La crudeltà viaggia sempre con il biglietto di ritorno in tasca»
© 2001-2019 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.