Chiaro e Tondo

Tutti in cattedra!

Chiaro e Tondo 118

In un momento di crisi economica come questa, a fronte di grandi impoverimenti, perdite di posti di lavoro, precarietà diffusa, torna in auge, torna in tiro, il mestiere di professore. Si è passati dalla solita frase di una quindicina d'anni fa: «Vuoi fare il professore? Sei pazzo? Vuoi guadagnare così poco?» Al solenne imprimatur dell' ondivago e basculante volgo: «Fortunato tu che fai il professore! Stipendio sicuro e orari flessibili! Sei un privilegiato!» Come cambia la vita; come cambia la società.

Da reietto a privilegiato nel giro di tre lustri; da figura snobbata nell'era del denaro facile a fulgido e invidiato ruolo, nell'era in cui molti stanno capendo il vero senso delle cose, con la cinghia tirata fino all'ombelico e testicoli pressati: il mestiere di prof piace talmente tanto che tutti ora vogliono svolgerlo, anche senza i giusti titoli: dal passante che giudica il Sindaco e Lestingi nella disciplina dell' educazione civica con una grave insufficienza; al forumista che, come fosse un triste prof d'italiano, cita involontariamente "Il nome della rosa" di Eco e vede nella risata un'espressione demoniaca (vedi precedente numero); fino ai prof grandi grossi e cattivi, come quelli universitari, che in molti casi scambiano il loro ruolo di pedagoghi con un esercizio di potere e prepotenza cieca, vessando tanti studenti attraverso prove d'esame assurde, (salvo soliti raccomandati), o "delegate" ad assistenti aguzzini (scusate ma ho ricevuto varie segnalazioni in merito da parte di studenti tranesi e mi è sembrato giusto spiattellare la "patata bollente" nella vostra ciotola di lettori sensibili).

Stare in cattedra è bello ma a volte si trasforma in un abuso di potere; potere di agire male, di recare danno al prossimo; di formare cittadini con personalità disturbate o incomplete; o semplicemente col potere di proferire fregnacce.PS: A proposito di università … Ecco un altro tema sfruttato da svariati piccoli e grandi politici, che speculano sull'argomento per regalarsi qualche spot elettorale vacante o per offrirci qualche fregnaccia calda: saranno vent'anni che si parla di sedi universitarie a Trani e puntualmente … il nulla. Altre forme di potere distorto e distruttivo … Ne riparliamo.
  • Scuola
Altri contenuti a tema
Buon anno scolastico, fra vaccinazioni e rispetto delle regole Buon anno scolastico, fra vaccinazioni e rispetto delle regole L'assessore Zitoli: "Ci metteremo impegno come cittadini responsabili, come docenti, come amministratori"
Ritorno a scuola in presenza, Ciliento: «Necessario prestare ancora molta attenzione per la tutela della salute di tutti» Ritorno a scuola in presenza, Ciliento: «Necessario prestare ancora molta attenzione per la tutela della salute di tutti» Il messaggio augurale d'inizio anno scolastico della consigliera regionale
Edilizia scolastica, Cinquepalmi: «I 12 milioni di euro di finanziamenti proclamati nel 2018 e nel 2019 che fine hanno fatto?» Edilizia scolastica, Cinquepalmi: «I 12 milioni di euro di finanziamenti proclamati nel 2018 e nel 2019 che fine hanno fatto?» L'ex consigliera controreplica all'assessore Zitoli
Edilizia scolastica, botta e risposta fra l’ex consigliere Cinquepalmi e l’assessore Zitoli Edilizia scolastica, botta e risposta fra l’ex consigliere Cinquepalmi e l’assessore Zitoli La prima denuncia la perdita di finanziamenti; la seconda spiega invece i lavori effettuati
La prof.ssa Angela Tannoia sarà la reggente del III Circolo Didattico La prof.ssa Angela Tannoia sarà la reggente del III Circolo Didattico L'organigramma degli istituti scolastici tranesi è sostanzialmente invariato
Frequenti episodi di bullismo, Psicologi di Puglia: «Ricostruire senso di comunità» Frequenti episodi di bullismo, Psicologi di Puglia: «Ricostruire senso di comunità» «Gli interventi mirati partano dalle scuole subito, coinvolgendo le famiglie»
In arrivo 400mila euro per le scuole cittadine: l'annuncio dell'assessore Francesca Zitoli In arrivo 400mila euro per le scuole cittadine: l'annuncio dell'assessore Francesca Zitoli Il Comune ammesso ai finanziamenti per le tre misure previste
Due palestre scolastiche di Trani ammesse ad un finanziamento ministeriale Due palestre scolastiche di Trani ammesse ad un finanziamento ministeriale Si tratte delle scuole Petronelli e De Amicis per un importo di 350mila euro ciascuna
© 2001-2021 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.