Chiaro e Tondo

Uagliò, stasera a Teledehon si abballa…

Chiaro e Tondo 134

Ennesimo teatrino televisivo di nostri rappresentanti politici: stavolta arena del sublime, anzi surreale dibattito è uno degli studi di un'emittente privata cattolica, Teledehon, gestita dalla comunità dei Padri Deohniani, in Andria. Si parla per l'ennesima volta di sesta provincia, la sfigata Bat, che tanti inghippi sta trovando nella sua gestione politico – socio – amministrativa. Dibattito sopra le righe, pervaso da una forma di isteria, euforia, inspiegabile frenesia; sembrava quasi che la regia mandasse in onda le immagini a velocità accelerata … come nelle comiche degli anni 20. De Feudis (Ninni), Riserbato, Caffarella, Di Gregorio, Laurora, Di Modugno, i protagonisti della singolar tenzone, emblematica dello stato esistenziale politico di molti dei nostri rappresentanti, tranesi, pronti ad accapigliarsi, con poco costrutto, visto che da queste parti si dà molto fiato alle bocche ed i barlettani ed andriesi fanno i fatti, come suol dirsi e s'accaparrano allegramente, sedi istituzionali e posti strategici.

De Feudis che, dipietrizzato, definisce "impostori" (ullallà!) i politici di destra, che si prendono i meriti dell'allargamento della "Trani Andria"; Riserbato, un "unicum" nelle sue apparizioni tv, alterato, inalberato, incazzato direi; Caffarella, che di solito parla come un libro stampato, che sbrocca parlando di "storie inenarribili" (sic), Di Gregorio, con maglione rosa schoking, pronto a buttarsi a ruota sull'onda della zuffa mediatica del Ninni furioso ed incerottato per l'occasione (auguri di pronta guarigione).

Una Babele ingovernabile, col conduttore a braccia alzate non si capisce se in segno di resa o per richiamare gli astanti urlanti; una baraonda di manzoniana memoria nella notte degli imbrogli … Il forbito ed utile dibattito per la comunità, (anche per dare all'esterno una prova, un trailer dello stile dei nostri politici, con Di Modugno, ad esempio, in maggioranza, unico che avrebbe dovuto parlare di più, che resta alla fine quasi ammutolito e paonazzo), si chiude senza che il telespettatore abbia ben capito il motivo della presenza di Trani nella Sesta Provincia. Dubito … ergo sum. Ma ce ne fossero di serate così in tv. Meglio dei balletti di "Sotto le stelle". Giovanni Ronco Chiaro e Tondo. Tutti i martedì e i venerdì su Traniweb.
  • Politica
Altri contenuti a tema
1 Il Salvini che fa flop ad Andria perché non dice nulla Il Salvini che fa flop ad Andria perché non dice nulla Nel suo discorso nessun accenno al territorio o ai problemi della Puglia
1 Elezioni il 20 e 21 settembre: ok dall'Aula della Camera Elezioni il 20 e 21 settembre: ok dall'Aula della Camera Confermata la data con 287 voti
Candidato Palumbo, è tempo di farsi sentire (e vedere) Candidato Palumbo, è tempo di farsi sentire (e vedere) In attesa di strategie, prime idee e presa di distanza
3 Puglia Popolare, Carlo Laurora nuovo vicecoordinatore Puglia Popolare, Carlo Laurora nuovo vicecoordinatore «Felice di assumere questo prestigioso incarico e pronto alle sfide che ci attendono»
Misure per il contenimento del virus, quasi 40mila persone fermate Misure per il contenimento del virus, quasi 40mila persone fermate Oltre 5mila gli esercizi commerciali controllati ​nella Bat
Coronavirus, ieri 1.395 persone e 228 esercizi commerciali controllati Coronavirus, ieri 1.395 persone e 228 esercizi commerciali controllati Il prefetto istituisce un nucleo tecnico di supporto per i controlli sulle attività produttive industriali e commerciali  
1 Coronavirus, quattro consiglieri di Trani Governa rinunciano a metà del loro compenso mensile Coronavirus, quattro consiglieri di Trani Governa rinunciano a metà del loro compenso mensile Sarà creato un fondo comunale per l'acquisto di presidi medico-chirurgici da donare alle famiglie bisognose
Partiti finiti. Si salvi chi può... Partiti finiti. Si salvi chi può... Mazza e panella di Giovanni Ronco
© 2001-2020 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.