Cassa armonica villa comunale
Cassa armonica villa comunale
I luoghi della memoria

La Cassa Armonica in Villa (l'orchestra)

I luoghi della memoria di Giovanni Ronco

Tutti l'abbiamo sempre chiamata impropriamente l'"orchestra" in Villa, ma il nome tecnico e' sempre stato ed e', Cassa Armonica. Le mattine dedicate alla festa patronale per S. Nicolino erano il momento clou, nell'annata, in cui questa struttura diventava protagonista.

Tutto il pubblico, composto soprattutto da signori e signore anziane con ventaglio d'ordinanza, arrivava con largo anticipo per occupare i posti a sedere. Ricordo l'odore forte ma sobrio dei dopobarba di alta qualita' degli uomini e le ventate profumate di mare e fiori che si "annodavano" con le note delle varie orchestre o gruppi bandistici: i grandi classici della musica lirica, da Verdi, a Mascagni a Donizetti, davano quel senso di sollennita' e gioia sana, alla festa.

Mi piaceva vedere uno dei componenti del gruppo di musicisti che ad ogni nuovo brano o serie di questi tratti da un' intera opera, si alzava dal suo posto per andare a cambiare il cartello che riportava il nome dell'autore e del brano suonato.

Osservavo attentamente il Maestro che con la bacchetta orientava tempi e ritmi per i musicisti.

Sempre tra il pubblico, mi sono rimasti impressi quei signori distinti, d'altri tempi, e' proprio il caso di dire, che vestivano con decoro e quell'eleganza accennata ma puntuale, per rendere omaggio al giorno di festa: chi con un fazzoletto di seta al collo, chi con una "paglietta" in testa, alcuni col bastone lasciato accanto alle sedie, in obliquo tra queste ed un albero.

Ricordo le rasature perfette di questi signori che ritenevano, a maggior ragione in quei giorni di festa, la rasatura stessa, un rito laico obbligatorio. Quando arrivavo con il mio inseparabile nonno Ninuccio, il tabaccaio di piazza Liberta', i suoi amici super appassionati di lirica erano tutti schierati da un pezzo nelle prime file e forse, se non ricordo male, qualcuno di loro ci teneva il posto a sedere occupato.

Appena arrivavo mi sfottevano chiedendomi di imitare il maestro con la bacchetta, cosa che comunque dopo facevo da solo a casa, imitandolo. Avro' avuto quattro o cinque anni. Era la fine degli anni 70.
Mi chiamavano "Giovanni dalle Bande nere" e mi piaceva perche' mi faceva sentire, questo nome, un personaggio storico letterario. Poi cominciava l'orchestra e tutti seguivano in religioso silenzio. Mio nonno si accendeva la sua solita sigaretta.
  • Villa comunale
Altri contenuti a tema
Degrado del muro della villa comunale: 9.662 euro per un intervento di rifacimento delle parti ammalorate Degrado del muro della villa comunale: 9.662 euro per un intervento di rifacimento delle parti ammalorate I lavori riguarderanno il tratto prospicente Largo Chiarelli
Raccontando sotto le stelle, al via venerdì 23 luglio a Trani la XIV edizione del Festival di Teatro per ragazzi e famiglie Raccontando sotto le stelle, al via venerdì 23 luglio a Trani la XIV edizione del Festival di Teatro per ragazzi e famiglie Il tema di quest’anno “Connessioni” mette in rete eventi, associazioni e bellezze storiche della città
«I lavori in corso in villa comunale violentano la struttura»: Tommaso Laurora annuncia verifiche «I lavori in corso in villa comunale violentano la struttura»: Tommaso Laurora annuncia verifiche «Più rispetto per la nostra storia» dice il consigliere comunale di opposizione
Lavori di ripascimento in villa comunale, Morollo: «Il progetto potrebbe rivelarsi inutile» Lavori di ripascimento in villa comunale, Morollo: «Il progetto potrebbe rivelarsi inutile» Le perplessità del consigliere per la vicinanza del tratto costiero al canalone
Giostrine distrutte e viti allentate, il pericolo corre nel parco giochi della villa comunale Giostrine distrutte e viti allentate, il pericolo corre nel parco giochi della villa comunale Il consigliere Centrone informa gli organi preposti
"Tranquilla mamma, sono in villa...": giochi pericolosi per ragazzi incoscienti "Tranquilla mamma, sono in villa...": giochi pericolosi per ragazzi incoscienti Hanno scavalcato la ringhiera del Fortino, sfidando il destino
Matrimonio in villa comunale, tra bellezza e lavori in corso Matrimonio in villa comunale, tra bellezza e lavori in corso Rito civile per due sposi che hanno scelto un luogo magico forse non aspettandosi transenne e lavori in corso
Giostrine della villa comunale, Ferri ne denuncia la scarsa manutenzione Giostrine della villa comunale, Ferri ne denuncia la scarsa manutenzione Il consigliere di opposizione: “Un segno (uno dei tanti) tangibile della mancanza di attenzione verso i più piccoli”
© 2001-2021 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.