Porto
Porto
Inbox

Dal turismo ai parcheggi, lettera aperta di Andrea Orciuolo al sindaco Bottaro

L'ex presidente Confesercenti: «Sindaco, è arrivato il momento di lasciare questa carica»


Egregio signor sindaco scrivo questo articolo per dirle che è arrivato il momento di lasciare questa carica da 1°cittadino! Non si è dimostrato all'altezza di governare ed amministrare la bellissima città di Trani che, sicuramente, merita di meglio.

E' stato addirittura elogiato l'8 Ottobre scorso dall'istituto "Index-research" che l'ha collocato al secondo posto tra i sindaci della Puglia; allora la domanda sorge spontanea: la Puglia è davvero messa così male? Nella nostra città non c'è più turismo, le strade sono sporche e piene di buche che vengono di tanto in tanto rattoppate alle ben meglio, la costa è completamente abbandonata, gli accessi al mare pochi e abbastanza precari, il verde pubblico dimenticato (alcuni ulivi di via Martiri di Palermo stanno soffocando a causa dell'erba alta che li circonda). Penso anche a Piazza XX Settembre, allo scempio di Piazza Gisotti, alla piaga dei "grattini" per il parcheggio delle automobili (le strisce blu sono davvero ovunque, anche sui due lati di una stessa strada, ma le colonnine per il pagamento dove sono? Bisogna sempre andare alla ricerca del bar o tabaccaio più vicino per comprare il grattino che non sempre si riesce a recuperare!).

Penso agli eventi ed alle manifestazioni estive che tra qualche mese inizieranno e che metteranno in seria difficoltà i residenti del centro storico perchè non avranno modo di ritirarsi a casa di sera dal momento che non si pensa ad organizzare aree parcheggio con servizi navetta (cosa utilissima e necessaria per l'ordine pubblico quando ci sono eventi che attirano tanta gente), penso anche alla "Cava fumante" un pericolo gravissimo per la salute di tutti i cittadini che necessitava di un intervento più immediato ed incisivo da parte sua!

Le ricordo ancora una volta, signor sindaco, che Trani sta diventando una città senza memoria, che ha perso la propria identità. Pertanto, ora basta! Vi preghiamo di lasciare l'amministrazione della città, che ormai da 3 anni è una città in stato di degrado e fuori ogni sorta di controllo.

Andrea Orciuolo, già Presidente della Confesercenti di Andria
  • Confesercenti
Altri contenuti a tema
Solidarietà a don Enzo: il messaggio della Confesercenti Solidarietà a don Enzo: il messaggio della Confesercenti "Un gesto che va approfondito"
Oggi il mercatino di Natale in piazza Indipendenza Oggi il mercatino di Natale in piazza Indipendenza Si rinnova l'appuntamento annuale organizzato da Confesercenti
1 Atti di violenza e vandalismo a Trani, Confesercenti esprime solidarietà agli esercenti danneggiati Atti di violenza e vandalismo a Trani, Confesercenti esprime solidarietà agli esercenti danneggiati Landriscina: "Non riusciamo ad incidere sulle politiche urbane ed amministrative"
Incendio alla NeverMind Studio, la Confesercenti Bat avvia una raccolta fondi Incendio alla NeverMind Studio, la Confesercenti Bat avvia una raccolta fondi «Un atto vile che condanniamo con estrema  fermezza e che invitiamo a non sottovalutare»
Mario Landriscina riconfermato direttore della Confesercenti Provinciale bat Mario Landriscina riconfermato direttore della Confesercenti Provinciale bat Tra bilanci e iniziative in corso è già al lavoro per nuovi progetti
Abusivismo ambulante a Trani, Confesercenti presenta un dossier in Prefettura Abusivismo ambulante a Trani, Confesercenti presenta un dossier in Prefettura L'associazione di categoria chiede «interventi regolamentari e un'azione di controllo e vigilanza»
Confesercenti Bat, all'assemblea elettiva regionale anche i delegati della provincia Bat Confesercenti Bat, all'assemblea elettiva regionale anche i delegati della provincia Bat Landriscina: «Indispensabile continuare a perseverare sulla scia della suddivisione del territorio in aree»
Ragazzi autistici allontanati da un bar, Confesercenti prende pubblicamente le distanze dall'esercente Ragazzi autistici allontanati da un bar, Confesercenti prende pubblicamente le distanze dall'esercente E ribadisce il proprio impegno col Comune di Trani per le tematiche legate alla disabilità
© 2001-2022 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.