Scuola in via Stendardi
Scuola in via Stendardi
Inbox

Palestra scuola via Stendardi: tra incompetenza e mancata carità

Da tre anni non esiste una palestra e la possibilità di fare attività motoria: "Possibile che gli Amministratori non abbiano trovato una soluzione?"

Bambini che tornano tra i banchi, sì, letteralmente, anche per fare ginnastica: le scusanti della pandemia non reggono più. E l'avvocato Fiorella Liotta, genitore di un alunno che frequenta la scuola Papa Giovanni XXIII nel plesso di via Stendardi a Trani di proprietà delle suore Piccole Operaie del Sacro Cuore, a seguito delle sollecitazioni inascoltate da parte della dirigente all'Amministrazione, ha inviato una lettera a nome delle famiglie degli alunni che pubblichiamo integralmente.

"Trovo assurdo dovermi rivolgere alla stampa per far valere i diritti di mio figlio che da circa 3 anni non può svolgere attività motoria a scuola, perché sembra che nel contratto di fitto del plesso scolastico di via Stendardi non sia previsto l'utilizzo della Palestra.

La dirigente scolastica ha sollecitato l'amministrazione comunale a risolvere la situazione, ma ad oggi i bambini continuano a fare ginnastica in piedi vicino al proprio banco o il più delle volte a fare teoria.

Una vera ingiustizia che non deve avere sempre come scusante il periodo di pandemia. Già la situazione è difficile a causa della chiusura della scuola centrale di via Papa Giovanni XIII per problemi di staticità a marzo 2019 che ha comportato il migrare dei bambini da un plesso all'altro. Il covid che li ha costretti a stare a casa senza poter uscire.

Ora che invece sono tornati a respirare la libertà non possono svagarsi perché non hanno una palestra come tutti gli altri coetanei.
Mi chiedo come sia possibile che amministratori regolarmente retribuiti non siano in grado, dopo tre anni, di trovare una soluzione.

Personalmente come legale per essere retribuita devo difendere il cliente.
Possibile che non c'è nessuna palestra o struttura sportiva pubblica che possa permettere ai bambini di svolgere attività motoria? Mi chiedo da profana se non si poteva rinunciare a qualche manifestazione estiva o natalizia per consentire ai bambini di beneficiare di un loro diritto.
Per non parlare delle proprietarie del plesso di via Stendardi che anziché essere caritatevoli preferiscono tenere la palestra chiusa anziché permettere ai bambini di fare attività fisica in attesa di un accordo con il Comune.
Possibile che la curia non dica nulla in merito? La carità dopo il periodo di covid non poteva manifestarsi che con questo nobile gesto.
E poi che fine ha fatto il benessere fisico tanto decantato?
Stanca di questa situazione che dura ormai da tre anni insieme ad altri genitori abbiamo deciso di raccogliere le firme in forma di protesta verso un'amministrazione silente e nel rispetto dei diritti dei nostri figli perché come ebbi modo di scrivere in precedenza non esistono scuole di serie A e scuole di serie B o meglio non lo credevo fino ad oggi."
  • Scuola
Altri contenuti a tema
Nuovo piano tariffario per il servizio di refezione scolastica Nuovo piano tariffario per il servizio di refezione scolastica In vigore dall'1 gennaio 2023 ed in fase di applicazione sul portale mensa
Dario D'Ambrosi a confronto con gli studenti del Cosmai di Trani e Bisceglie Dario D'Ambrosi a confronto con gli studenti del Cosmai di Trani e Bisceglie L'attore e regista milanese intervistato dal giornalista Domenico Iannacone
Nasce la carta dei servizi della refezione scolastica Nasce la carta dei servizi della refezione scolastica Rappresenta un ulteriore strumento dinamico di condivisione di tutte le informazioni relative alla mensa servita nelle scuole di Trani
Tutti x Uno, il successo dell'inclusione alla Baldassarre Tutti x Uno, il successo dell'inclusione alla Baldassarre Mazzone, Grande ed i ragazzi  protagonisti di un evento da ricordare
Una delegazione di studenti visita il centro di raccolta rifiuti in via Finanzieri Una delegazione di studenti visita il centro di raccolta rifiuti in via Finanzieri L'iniziativa nell’ambito del progetto “Miglioriamo le competenze chiave!”
Uniti contro la violenza, incontro all'istituto Cosmai Uniti contro la violenza, incontro all'istituto Cosmai Gli studenti avranno l’opportunità di ascoltare le testimonianze dirette di figure femminili
L'Istituto Sergio Cosmai aderisce alle due campagne #ioleggoperché e Libriamoci L'Istituto Sergio Cosmai aderisce alle due campagne #ioleggoperché e Libriamoci Giornate di letture nelle scuole, promosse dal Ministero della Cultura e dal Ministero dell'Istruzione
Lo yoga contro il bullismo, Stefania Bucci: "Un mare di emozioni con i giovani" Lo yoga contro il bullismo, Stefania Bucci: "Un mare di emozioni con i giovani" L'esperienza di meditazione connessa con il cibo fa parte di un progetto più ampio
© 2001-2023 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.