Pop Corn

Boom di incassi per il fenomeno Checco Zalone

Conquista le sale il film "Che bella giornata"

Classe 1977. Pugliese DOC. Sbocciato a TeleNorba e maturato nel laboratorio Zelig di Bari, Luca Medici (in arte Checco Zalone) sta spopolando come nuovo fenomeno comico del cinema italiano. Dopo la prima fortunata performance cinematografica in Cado dalle nubi, che è sopravvissuto in sala mesi e mesi grazie al passaparola, il tormentone continua in Che bella giornata, nuova prova d'attore in cui Checco torna a farsi dirigere da Gennaro Nunziante, già apprezzato autore dei testi dei programmi televisivi del duo comico Toti e Tata. Insomma, squadra che vince non si cambia.

Orgogliosamente meridionale, politicamente scorretto, ignorante e naïf, con le sua comicità di matrice popolare Checco Zalone è riusciuto a sconfiggere al botteghino miti cinematografici quali Harry Potter e Avatar, incassando nelle prime 48 di uscita oltre 7 milioni di euro e accaparrandosi il record di miglior esordio in sala in soli due giorni di programmazione.

Anche questa volta è Milano a fare da sfondo alle improbabili (dis)avventure di Checco, security di una misera discoteca di periferia che, grazie a conoscenze talari e raccomandazioni, riesce a farsi assumere come addetto alla sicurezza del Duomo di Milano. Qui conoscerà Farah, una studentessa di architettura di origine araba che sta escogitando un pericoloso attentato per il quale avrà bisogno dell'amicizia dell'incosapevole body guard, ma - come ogni storia a lieto fine - finirà con l'innamorarsene.

Presentato come "cinecalzettone" alternativo alla consueta e decisamente mediocre tradizione del "cinepanettone" nostrano, Che bella giornata punta su una ricetta semplice ma pressocchè impeccabile: un intreccio fresco, casting dai volti nuovi, una comicità leggera che picchia duro su pregiudizi e luoghi comuni, e la più sana e totale ignoranza che rende possibile un approccio disincantato - quasi fanciullesco - alle consuetudini della nostra terra.

Il one-man show di Luca Medici è supportato dalle indimenticabili performance del compiaciuto vescovo Tullio Solenghi, del pedante carabiniere Ivano Marescotti (di nuovo antagonista di Checco dopo il leghista bigotto in "Cado dalle nubi"), dell'esilarante Rocco Papaleo e infine dalla vivace comparsata di Caparezza, che improvvisa un concerto fra i trulli di Alberobello. Senza dimenticare la colonna sonora interamente scritta e musicata da Medici, fra cui i due brani dal titolo "Se mi aggiungerai" e "L'amore non ha religione" destinati a rimanere stabili nelle classifiche dei video più cliccati del web.
Social Video1 minutoChe bella giornata - Trailer HDmitikosuper
  • Cinema
Altri contenuti a tema
Teatro Impero di Trani, al via la rassegna cinematografica Teatro Impero di Trani, al via la rassegna cinematografica Si comincia oggi con la commedia "L'amour Flou"
Il Re Leone e la dieta degli insetti Il Re Leone e la dieta degli insetti Una nuova pagina della rubrica "Cinema e Scienza" di Giuseppe Labianca
Di che patologie soffrono i protagonisti di "Alla ricerca di Nemo"? Di che patologie soffrono i protagonisti di "Alla ricerca di Nemo"? Una nuova pagina della rubrica "Cinema e Scienza" di Giuseppe Labianca
Dieta ipocalorica? Segui il consiglio dell'orso Baloo Dieta ipocalorica? Segui il consiglio dell'orso Baloo Ce lo insegna il biologo tranese Giuseppe Labianca
Cinema e gastronomia, a Trani la terza tappa  di "Cook your movie" Cinema e gastronomia, a Trani la terza tappa di "Cook your movie" Una serata dedicata alla commedia sexy italiana. Protagonista lo chef Luca Lacalamita
1 Ciak si gira: dal 19 giugno le riprese del film con Sophia Loren Ciak si gira: dal 19 giugno le riprese del film con Sophia Loren A Trani per il nuovo film di Edoardo Ponti "La vita davanti a sé"
2 Il grande cinema a Trani: in città arriva Sophia Loren Il grande cinema a Trani: in città arriva Sophia Loren Presto le riprese che la vedranno protagonista. Il sindaco: «Non ce la siamo fatta sfuggire»
Al Cineporto di Bari debutta "Tempo", con la produzione esecutiva di Trani Film Festival Al Cineporto di Bari debutta "Tempo", con la produzione esecutiva di Trani Film Festival Short film diretto da Beppe Sbrocchi e ispirato al racconto di Sergio D'Angelo
© 2001-2019 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.