Amianto a Boccadoro
Amianto a Boccadoro
Vita di città

Amianto, quanto ci costi?

Impiegati circa 5.000 euro per smaltire il materiale abbandonato sul suolo pubblico

Il punto nero della nostra città. Presente nelle parti più o meno impensabili di Trani. Stiamo parlando dell'amianto, il materiale di costruzione un tempo tanto usato nell'edilizia e che tuttora per negligenza o, per meglio dire, inciviltà continua ad essere smaltito nelle campagne incolte, in periferia o lungo le strade provinciali. Una situazione pressoché insostenibile e non più tollerabile.

Sono tante le zone segnalate negli anni per la presenza di questo materiale nocivo, molte di queste da parte della Folgore che, nel tempo, ha sottolineato una situazione sempre più incresciosa. L'ultima è avvenuta qualche giorno fa quando sono state ritrovate lastre di eternit, abbandonate come se fossero un normale rifiuto, in contrada Monachelle, sulla strada della vecchia discarica. Non sono mancati gli interventi di rimozione: si pensi a quello avvenuto nel marzo scorso quando diciannove alberi di ulivo furono collocati lungo la rampa 24, ricadente nel territorio di Trani, al km. 39-600 della Strada Provinciale n. 2 "Andriese-Coratina". Un grosso investimento da parte della Provincia che fu accompagnato dal quanto più significativo slogan: "La tua inciviltà è costata due volte: al cittadino ed al contribuente".

Ma quanto costa la rimozione di amianto? Sicuramente non poco per le casse comunali. In una determinazione pubblicata nei giorni scorsi sull'Albo Pretorio si legge infatti che «i lavori di rimozione e smaltimento di manufatti e lastre in eternit abbandonati su aree pubbliche svoltosi dapprima data 27/11/2013 e in un secondo momento in data 13/6/2014 sono venuti a costare 4.785,00 euro». Una cifra che ovviamente deve indurre a delle riflessioni. Soldi pubblici e costi che tra l'altro potrebbero aumentare, se il fenomeno continuerà a ripresentarsi col tempo. Non meraviglia che Trani stia diventando una città ad alto tasso di tumori: tra amianto e sostanze tossiche nella stessa discarica, il suolo su cui viviamo e l'aria che respiriamo non sono di certo dei più salutari. Indubbio che le istituzioni in tutto questo abbiano una grossa responsabilità ma se il loro lavoro non viene accompagnato con del buon senso civico, i contribuenti saranno sempre a pagarne le conseguenze.
  • Amianto
Altri contenuti a tema
Terreno da bonificare a Pizzo Corvo: ancora poco (amianto) e ci siamo Terreno da bonificare a Pizzo Corvo: ancora poco (amianto) e ci siamo In attesa che l'iter di bonifica si chiuda in modo definitivo
1 Contributi per smaltimento amianto, ancora pochi giorni per presentare domanda Contributi per smaltimento amianto, ancora pochi giorni per presentare domanda L'avviso pubblico rivolto ai proprietari degli immobili comunali
Rimozione dell'amianto dagli immobili comunali, previsti contributi per i proprietari Rimozione dell'amianto dagli immobili comunali, previsti contributi per i proprietari Le domande presso l'Ufficio Protocollo. Tutte le info
1 Amianto sul tetto del Supercinema, un anno fa la promessa della bonifica Amianto sul tetto del Supercinema, un anno fa la promessa della bonifica Codacons e comitati Bene Comune e Residenti: «Cittadini invitati all'infausto compleanno»
Lotta all'amianto, oggi interventi in diverse zone di Trani Lotta all'amianto, oggi interventi in diverse zone di Trani L'iniziativa sulla base delle segnalazioni giunte alla Polizia locale
Lotta all'amianto, il Comune ottiene un finanziamento di 6 mila euro dal Ministero Lotta all'amianto, il Comune ottiene un finanziamento di 6 mila euro dal Ministero Verranno impiegati per la bonifica di un immobile sito in Contrada Curatoio
Niente più amianto in contrada "Curatoio", Trani ammessa al finanziamento Niente più amianto in contrada "Curatoio", Trani ammessa al finanziamento Dal Ministero dell'Ambiente 6mila euro per la rimozione
2 Amianto, avviate le attività di rimozione in città Amianto, avviate le attività di rimozione in città Operai a lavoro nelle campagne di Trani fino al 2 febbraio
© 2001-2019 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.