LOVATO
LOVATO
Vita di città

Andrea Lovato eletto Direttore del dipartimento di Giurisprudenza a Bari

L'annuncio condiviso sui social dai suoi studenti, da lui definiti "il cuore e l'anima del dipartimento "

Se a dare l'annuncio della elezione a capo del proprio dipartimento universitario sono i giovani, gli studenti e se lo fanno con gioia, con pose sorridenti dalle foto sui social, allora vuol dire che il professor Lovato non soltanto è un docente universitario con un prestigioso curriculum, ma un insegnante capace di instaurare un dialogo, un rapporto di speciale con i suoi allievi. Un valore accademico reso ancora più prezioso da una umanità profonda, una sensibilità rara e passione autentica per le discipline oggetto dei suoi studi, la storia e le lstituzioni di diritto romano, insegnamenti fondamentali del corso di giurisprudenza rispettivamente del primo e del terzo anno di corso.

"L'anima del dipartimento sono i ragazzi", infatti, è stata una delle dichiarazioni rilasciate poco dopo la sua elezione avvenuta nella giornata di ieri nell'Ateneo di Bari, con un numero di preferenze che gli ha consentito di superare una candidata dal profilo eccellente ma anche dal DNA giuridico prezioso come la professoressa Canfora, figlia del celebre storico barese.

Un cammino prestigioso iniziato nel lontano 1992, quando , nell'Università Aldo Moro di Bari, con un dottorato di ricerca in storia del diritto romano cominciò la sua strada ufficiale nella docenza accademica: e oggi Andrea Lovato, oltre a svolgere una intensa attività di promozione e divulgazione scientifica,ricopre una serie di ruoli a livello nazionale, da presidente della Società Italiana di Storia del Diritto a componente del Consiglio Giudiziario della Corte d'Appello di Bari, solo per citarne alcuni.

E così, tra formulari e codici millenari, traduzione, studio e ricostruzione testuale di papiri antichi (il professor Lovato è stato - tra tanti incarichi - responsabile del progetto internazionale Rhedis che si occupa proprio di questo tipo di studio), la città di Trani - per la quale è stato Assessore alla Cultura e alle Biblioteca per quattro anni - si accende di questo nuovo, prestigioso riconoscimento.
Lovato
  • Università
Altri contenuti a tema
Conclusa la tre giorni del Salone dello Studente Campus Orienta Bari Conclusa la tre giorni del Salone dello Studente Campus Orienta Bari Positivo il feedback da parte degli studenti
Didattica mista nelle università promossa dagli studenti fuori sede di Trani Didattica mista nelle università promossa dagli studenti fuori sede di Trani La nuova modalità agevolerebbe lo svolgimento di lezioni ed esami
Dottoressa con una tesi dedicata a Trani: il plauso del Sindaco a nome della Città Dottoressa con una tesi dedicata a Trani: il plauso del Sindaco a nome della Città È l'undicesima seduta di laurea on line nella Sala comunale Tamborrino
Università, da metà febbraio riparte la didattica mista Università, da metà febbraio riparte la didattica mista L'annuncio del Ministro Manfredi
Emergenza Coronavirus, l'università di Bari proroga la DaD fino al 31 gennaio Emergenza Coronavirus, l'università di Bari proroga la DaD fino al 31 gennaio Restano esclusi dalle videolezioni solo gli studenti del primo anno
Sabino Zinni: «Gli studenti universitari della Bat iscritti a Bari, considerati fuorisede e non più pendolari» Sabino Zinni: «Gli studenti universitari della Bat iscritti a Bari, considerati fuorisede e non più pendolari» «Adesso potranno accedere a tutte le misure previste dall’Adisu per questa categoria di studenti» sottolinea il consigliere regionale
Lauree post Covid: mascherine, cinque ospiti per laureando e accesso con pass Lauree post Covid: mascherine, cinque ospiti per laureando e accesso con pass Presentato il protocollo che porterà alle sedute in presenza. Bronzini: «È solo l’inizio di un percorso»
Studenti fuori sede Bat, in centinaia sono esclusi dalle borse di studio Studenti fuori sede Bat, in centinaia sono esclusi dalle borse di studio Il consigliere regionale Amati: «Si cambino i criteri o presenterò una norma per aiutare studenti di Cisternino, Fasano e Trani»
© 2001-2022 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.