Giuseppe Conte
Giuseppe Conte
Politica

Applausi per Conte: i ministri lo salutano così

Il Presidente del Consiglio ha rimesso il mandato nelle mani di Mattarella

Applausi per Conte: il presidente del Consiglio ha lasciato il Palazzo del Quirinale dove ha consegnato le sue dimissioni nelle mani del presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Conte è uscito in auto dopo mezz'ora dal suo arrivo. Il premier aveva già comunicato le dimissioni nel CdM di questa mattina. Un CdM che, a quanto si apprende da fonti Ansa, si è chiuso con un momento "molto affettuoso" e gli applausi dei ministri al premier.

Con le dimissioni del presidente del Consiglio si aprono tutta una serie di passaggi istituzionali, di cui il Quirinale è il baricentro, legati alla crisi di governo.

Quando il presidente della Repubblica riceve le dimissioni del premier può decidere, dopo consultazioni dei gruppi parlamentari, di conferire un mandato esplorativo ad un personaggio istituzionale (nel 2018 Mattarella lo conferì ai presidenti di Camera e Senato), o dare il mandato pieno o esplorativo al presidente del Consiglio uscente (che accetterebbe con riserva), oppure direttamente avviare proprie consultazioni al Quirinale: con i presidenti delle Camere, i rappresentanti dei gruppi parlamentari di Camera e Senato ed il presidente emerito della Repubblica Giorgio Napolitano.


Le consultazioni gli servono per constatare la situazione e, di conseguenza, assumere decisioni sulla nomina di un nuovo presidente del Consiglio o, eventualmente, sul conferimento di un altro mandato esplorativo. L'ultima ratio, in caso di impossibilità accertata di formare un nuovo esecutivo, è che decida di sciogliere le Camere per andare ad elezioni.

Con le dimissioni, e fino al giuramento di un nuovo Esecutivo nelle mani del Capo dello Stato, il governo uscente rimane in carica per lo svolgimento degli affari correnti. Tra questi rientra l'eventuale emanazione di decreti legge in casi di necessità ed urgenza.

In mancanza del rapporto fiduciario, con la crisi di governo si ferma tutta l'attività parlamentare, eccetto che per gli atti urgenti come la conversione dei decreti legge in scadenza. L'attività ordinaria delle Camere riprende solo dopo che il nuovo Esecutivo avrà incassato la fiducia da entrambe le Camere.
  • Politica
Altri contenuti a tema
1 Un sottosegretario della Bat nel governo Draghi: è la barlettana Assuntela Messina Un sottosegretario della Bat nel governo Draghi: è la barlettana Assuntela Messina Nominati tra i sottosegretari sei pugliesi nella squadra di governo
2 Conte, Draghi e "La rapa gigante" Conte, Draghi e "La rapa gigante" Al di là delle appartenenze politiche, un pugliese che ha governato il momento più difficile della storia dal dopoguerra in poi
Comincia l'anno del Draghi: semaforo multicolor per il nuovo Governo Comincia l'anno del Draghi: semaforo multicolor per il nuovo Governo Dopo giorni di consultazioni, ipotesi e ironie da Totò al Ministro delle galassie di De Luca
2 Draghi e Trani: le sue deposizioni nelle inchieste sul mondo dell'alta finanza Draghi e Trani: le sue deposizioni nelle inchieste sul mondo dell'alta finanza Convocato da pm, ma non fu presente a Palazzo Torres
Il sistema politico italiano ha fallito: Mattarella chiama Mario Draghi Il sistema politico italiano ha fallito: Mattarella chiama Mario Draghi "Il vuoto legislativo dello scioglimento delle Camere è incompatibile con l'emergenza" ha detto il Capo dello Stato
1 Italia in Comune: «Dalla Cinquepalmi inutile acredine e cattiveria sugli iscritti» Italia in Comune: «Dalla Cinquepalmi inutile acredine e cattiveria sugli iscritti» La risposta del gruppo consiliare dopo le dichiarazioni dell'ex consig
3 Felice Corraro: «Impossibile ingresso in maggioranza, nessun segretario politico è stato interessato» Felice Corraro: «Impossibile ingresso in maggioranza, nessun segretario politico è stato interessato» Il consigliere della lista "Tommaso Laurora sindaco" fa chiarezza
2 "Nulla in comune con Laurora": Maria Grazia Cinquepalmi commenta gli ultimi avvicendamenti politici "Nulla in comune con Laurora": Maria Grazia Cinquepalmi commenta gli ultimi avvicendamenti politici "Non ho nessuna intenzione di collaborare con quel gruppo"
© 2001-2021 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.