Vittorio Sileo
Vittorio Sileo
Cronaca

Da Shanghai l'appello del tranese Vittorio Sileo: «Collaboriamo per tornare alla normalità»

E al sindaco suggerisce due proposte per fronteggiare l'emergenza

C'è anche un altro tranese, oltre a Carlo Dragonetti di cui vi abbiamo parlato in precedenza (leggi qui), in quarantena a Shanghai, città nella quale vive da circa tre anni. Si chiama Vittorio Sileo e sul suo profilo Facebook, per rispondere alle tante richieste dei suoi amici, ha pubblicato un video in cui parla della sua prospettiva (dalla Cina) sulla situazione Covid-19. Dopo una prima parte introduttiva, il giovane ha rivolto alcuni suggerimenti alla sua comunità natale.

«Per favore, usiamo i social in maniera decente. Non ha senso fare la caccia alle streghe, non è Halloween e non ci sono pipistrelli. Non ha senso neanche fare i filmati delle persone che vengono prelevate dalle ambulanze. Voi pensate a stare a casa, a tenere sotto controllo la situazione e fare in modo che la vostra famiglia sia al sicuro» - sono state le parole di Vittorio che ha poi invitato i suoi concittadini a mettere da parte le polemiche: «Non è il momento», ha chiosato.

«Questa situazione è davvero pericolosa, non solo dal punto di vista sanitario ma anche economico-sociale. Se siamo tutti bravi e collaboriamo, possiamo risolverla davvero nell'arco di poche settimane».

L'appello poi a sostenere la sanità locale: «Se potete donate, quel che potete, anche un minimo alle strutture sanitarie pugliesi. Il governo regionale ha aperto un conto corrente bancario per le donazioni».

Rivolgendosi, infine, al sindaco ha proposto due suggerimenti «che possiamo fare nel breve termine e che possono dare un contributo reale. La prima è pubblicare sui canali social e sul sito del Comune i contatti delle attività che stanno soffrendo un servizio a domicilio. Due: istituiamo a livello comunale un team di esperti che possa aiutare in questa emergenza. Come? Attraverso un numero telefonico centralizzato attraverso cui una squadra di volontari possa consegnare la spesa o le medicine alle persone anziane o con patologie o mamme con figli piccoli».

In realtà, in merito a questo secondo suggerimento, il Comune di Trani ha già provveduto alla creazione di un gruppo operativo di assistenti a disposizione di persone sole o in difficoltà reperibile al seguente numero telefonico: 3898759367.

«Evitiamo assembramenti, la corsa nei supermercati. Cerchiamo di ragionare e adottare misure che riducano il flusso di persone in questi luoghi. Spero che questo mio video possa aiutarvi. Quest'estate mi auguro di trovare una Trani piena di turisti e locali strapieni. Dobbiamo tutti lavorare per questo obbiettivo comune: tornare alla normalità», ha concluso Vittorio.
© 2001-2020 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.