Politica

Elezioni: la proposta di UDC per il programma

«E' essenziale modificare l'assetto della macchina comunale»

Elezioni Amministrative 2020
Candidati sindaco
Candidati al consiglio comunale
Elezioni Regionali 2020
«Tra le priorità che l'amministrazione Tarantini si era prefissa nel 2003 vi era quella della riorganizzazione della macchina comunale. Invero questo importante obiettivo è rimasto in gran parte inevaso, vuoi per l'interruzione imprevista del mandato sindacale, vuoi per una scarsa attenzione al problema. L'organizzazione del Comune, tuttavia costituisce il punto nodale di una efficiente politica amministrativa, giacchè è da un ente propulsivo e moderno che scaturiscono e si diramano tutte ipotesi progettuali per il miglioramento e la equa vivibilità di una città.
Organizzare un comune significa attribuire compiti e responsabilità ad ogni reparto, prevedendo incentivi e professionalizzazioni. Ma il punto di premessa è smettere di guardare al comune come l'ente che "rilascia certificati ed emolumenti", con settori privilegiati ed altri ignorati. Molto, troppo è lasciato alla " buona volontà" di qualche impiegato che in modo autonomo e del tutto scoordinato si ingegna a costruire una microrealtà il più possibile adeguata alle esigenze collettive. La carenza di una seria competenza e l'assenza di una intersecazione col gli altri ambiti vanifica lo scopo e, paradossalmente, rallenta il processo di modernizzazione.
Formazione e specializzazione del personale comunale, sono dunque le priorità, unitamente alla assunzione di nuove realtà che con la freschezza di una visione attuale e moderna della funzione dell'ente possono apportare miglioramenti e grande respiro all'azione pubblica. Realizzazione e modernizzazione di sportelli unici: al commercio, alla informazione, ai giovani, agli anziani, alle imprese, agli immigrati, alle categorie professionali, alla salute pubblica, ai finanziamenti europei. Attuazione della interconnessione anagrafica.
Separazione del settore urbanistico da quello delle opere pubbliche. Questo è uno tra gli obiettivi principali che l'UDC promuove nel programma di governo della coalizione di centro destra e che sosterrà nell'azione amministrativa. Tra gli altri progetti di sviluppo sostenuti dal Partito di Casini certamente non mancano possibili soluzioni al problema occupazionale e alla promozione delle aziende a partecipazione pubblica su cui gli uomini e le donne UDC si stanno impegnando per articolare proposte efficaci e condivise.»

Pina Chiarello
UDC
© 2001-2020 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.