Vita di città

Esclusivo: la vergogna si accomoda in tribuna

Siamo entrati negli spogliatoi della struttura: tutti i sanitari distrutti.

Elezioni Amministrative 2020
Candidati sindaco
Candidati al consiglio comunale
Elezioni Regionali 2020
Gli amministratori "ottimisti" davano per certo che, gennaio, sarebbe stato il mese della consegna definitiva della tribuna dello stadio Comunale (inizio lavori anno di grazia 1990). Un ottimismo legittimato anche da un recentissimo sopralluogo della Commissione comunale per il pubblico spettacolo dal quale "non sarebbero emersi particolari problemi" come ha sostenuto chi vi ha preso parte.

Sarà, ma le foto che abbiamo scattato all'interno della tribuna ci inducono a pensare il contrario.

I componenti della Commissione hanno dato uno sguardo sommario alla parte esterna della struttura trovandola in perfetto stato, noi invece abbiamo messo il naso all'interno della tribuna, aiutati dal fatto che le porte degli spogliatoi erano completamente spalancate da entrambi i lati.





Le nostre foto documentano lo stato dei locali. Parole non ne servirebbero, proviamo comunque a fare un inventario degli orrori: tutti i sanitari distrutti (un danno di almeno 20mila euro), manomessi alcuni quadri elettrici del piano terra, fili scoperti e appesi, alcune stanze riscaldate inutilmente. Della vicenda si è interessata anche l'emittente Telenorba. Immagini impietose per documentare lo stato in cui giace la madre di tutte le grandi incompiute cittadine.







LA STORIA - Di tribuna a Trani se ne parla dal 1988, anno in cui la Polisportiva Trani conquista la promozione in serie C2. L'amministrazione dell'epoca decide di far le cose in grande, di buttar giù la vecchia tribunetta coperta in tubi innocenti e di affidare a Renzo Piano il progetto per uno stadio nuovo di zecca, avveniristico, da 25mila posti. Più che uno stadio doveva essere una cittadella dello sport: palestre coperte, piscina, pista di atletica a 8 corsie, negozi e locali. Sfruttando un finanziamento per l'impiantistica sportiva in coincidenza dei mondiali del '90, il Comune ottiene dei fondi, briciole, sufficienti a pagare la lauta parcella di Piano ed a realizzare il primo lotto dei lavori (la parte centrale della tribuna ed una variante di via Superga).

All'esaurimento dei fondi la costruenda tribuna viene abbandonata per 11 anni, fino a quando (gennaio 2001) l'amministrazione Avantario ottiene un finanziamento dal Credito sportivo per completare (così si disse) l'opera. Il nuovo finanziamento permette di montare la copertura e di ultimare il piano degli spogliatoi. A questo punto della storia (siamo a marzo del 2003) i lavori si bloccano: mancano gli arredi dello spogliatoio, le poltroncine, vanno completati dei lavori alla parte esterna del cantiere, apposti i tornelli (diventati, intanto, obbligatori).

Alla fine di ottobre del 2008, con lavori lumaca, si arriva, quasi, alla quadratura del cerchio: mancherebbero solo gli arredi dello spogliatoio e qualche rifinitura. Ora invece emergono nuovi danni. E non ci voleva lo studio speciale per intuire che sarebbe finita così: anni di totale abbandono del cantiere non potevano che riservare queste sorprese.
  • Tribuna stadio
  • Stadio di Trani
  • Inciviltà
Altri contenuti a tema
Fari allo stadio, stipulata la convenzione per la concessione del finanziamento Fari allo stadio, stipulata la convenzione per la concessione del finanziamento Bottaro: «Mi auguro che la realizzazione dell'opera coincida con i successi di chi calcherà il nostro Comunale»
Con lo stadio di Trani raggiunti 51 milioni di finanziamenti in 5 anni, Bottaro: «Ripartiamo da qui» Con lo stadio di Trani raggiunti 51 milioni di finanziamenti in 5 anni, Bottaro: «Ripartiamo da qui» Ieri al via i lavori di manutenzione del manto erboso
Fari allo stadio, il Comune di Trani ammesso al finanziamento Fari allo stadio, il Comune di Trani ammesso al finanziamento Nelle prossime ore al via i lavori di manutenzione al manto erboso
2 Tra Porto e molo S. Antuono, storie di cronica inciviltà tranese Tra Porto e molo S. Antuono, storie di cronica inciviltà tranese Lattine, buste di patatine sepolte tra gli scogli e cicche di sigarette: un campionario d'insulti alla città
2 Largo Goldoni si trasforma in orinatoio a cielo aperto Largo Goldoni si trasforma in orinatoio a cielo aperto La denuncia pubblica di Daniele Santoro sui social
1 Inciviltà in piazza Tomaselli: fioriere distrutte e sacchi d'immondizia sul sagrato della chiesa Inciviltà in piazza Tomaselli: fioriere distrutte e sacchi d'immondizia sul sagrato della chiesa A dicembre l'area era diventata zona pedonale
Il vecchio stadio comunale, regno di Franchino il Lungo e dei veri amanti del calcio Il vecchio stadio comunale, regno di Franchino il Lungo e dei veri amanti del calcio I luoghi della memoria di Giovani Ronco
Stadio, Pala Assi e Pala Ferrante:  pubblicati avvisi per servizi di custodia e manutenzione Stadio, Pala Assi e Pala Ferrante: pubblicati avvisi per servizi di custodia e manutenzione Domande entro il 26 luglio
© 2001-2020 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.