Casa natale di Giovanni Bovio
Casa natale di Giovanni Bovio
Vita di città

Il migrante è lontano, chi occupa le case è qui

A Trani chi si batte contro le categorie degli "usurpatori"?

Ho provato per qualche secondo a mettermi nella testa di chi inveisce con ringhianti post e slogan contro una classe sociale definita come "usurpatrice": di diritti, di territorio, di posti di lavoro: i migranti, i neri, "l' "marucchin".

Leggo interventi che vanno dal modello "bava alla bocca", a quello più raffinato e sottile, ma sempre e comunque d'insofferenza, disagio, odio, in un climax ad alto impatto sulla pancia dei cittadini comuni, la cosiddetta massa. Tutto questo da comode poltrone o sofà, scrivanie in radica, divani letto a due piazze.

Il campionario a parole è vasto, variegato, articolato. Ma ripeto: mi sono messo per qualche secondo nella testa di chi porta avanti questi ragionamenti, individuando nella categoria dei migranti, un sostanzioso obiettivo per i propri strali sempre a parole.

Ma dico io, signori miei, qui a Trani abbiamo una categoria di "usurpatori" non virtuale o lontana, ma materialmente e fisicamente vicina: gli occupanti abusivi di case di persone sole e/ o indifese. Abbiamo perso il conto degli episodi avvenuti qui a Trani. Una categoria di usurpatori veri ed a portata di mano è qui, non lontana in Sicilia o in mezzo al mare.

Possono dimostrarci se sanno fare qualcosa di concreto coloro che si battono contro le categorie di "usurpatori"? Dice: " "Prima gli italiani". Ma un "prima i poveri disgraziati (tranesi) che si ritrovano la casa occupata" non ci starebbe male...
  • migranti
Altri contenuti a tema
Migranti, in parlamento passa la proposta Gemmato Migranti, in parlamento passa la proposta Gemmato Un migrante non deve costare allo Stato più dell'assegno sociale
© 2001-2019 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.