Protesta al Comune
Protesta al Comune
Politica

Impiegati e revisori: siamo su "Scherzi a parte" o é tutto vero?

Due elementi dell'ultimo tornante di fine anno della politica tranese

Il provvedimento (non passato al primo round) riguardante l'aumento del compenso dei Revisori dei Conti ed il rilancio, da parte della consigliera Barresi, dell'accusa agli impiegati della Ragioneria di "passare il tempo a giocare", sono i due elementi che emergono dall'ultimo tornante di fine anno della politica tranese. Tristo e solitario final...

Nel primo caso crediamo che il buon senso, in un periodo in cui si fa del risparmio e dell'oculatezza, del comandamento del "rientro" dei conti la propria bussola, la propria stella polare, sarebbe stato meglio non portare nemmeno in consiglio, un provvedimento del genere: sacrosanto quanto vogliamo il riconoscimento del lavoro dei Revisori, ma diciamo che l'intera impostazione del concetto " aumento del compenso", in questo momento costantemente difficile per le casse cittadine, é sempre a rischio come "scivolone da buccia di banana". Se per altri percorsi fai affidamento sui privati perché " non ci sono soldi", perché far rientrare le spese dalla finestra, ogni volta che si toccano figure e sentieri istituzionali? ( penso pure alla pubblicità ed al marketing per il Comune di Trani a mezzo social, ad esempio, ed ora a quest'ultima proposta appunto). La consigliera Zitoli votando contro il provvedimento, motivando con la poca soddisfazione avuta dai revisori ultimamente ha chiuso con un inquietante: " Per colpa di qualcuno non si fa credito a nessuno". La consigliera deve aver frequentato troppe pizzerie e salumerie ultimamente, e la dicitura le deve essere rimasta freudianamente impressa. O sarà stata colta da un attacco di fame ( absit iniuria verbis).

Per gli "impiegati che giocano", secondo la Barresi siamo alla sua parola contro la loro sicuramente. E ieri contro la parola di Ferrante e Lignola che hanno cercato di controbbattere le accuse della consigliera. Evito di scrivere che il personale andrebbe controllato, onde evitare nuove inutili polemiche. La butto dunque sull'ironico, se la questione non fosse purtroppo seria e in fondo vada a ledere l'immagine del nostro Comune. Consiglio la Barresi d'introdursi di soppiatto negli uffici, con baffi e occhiali ,a sorpresa, in stile Iene, col suo immancabile e inseparabile, di questi tempi, telefonino, e riprendere al volo con un video gli impiegati che giocano. Avremmo la prova, arriverebbe il provvedimento da chi di dovere, absit inuria verbis, e andremmo tutti da Giletti la domenica sera.
    © 2001-2019 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
    TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.