Internet, bambino, schermo
Internet, bambino, schermo
Associazioni

La squadra di "Bimbi e tecnologie" sbarca a Trani con il programma formativo Surviv(In)digital

Il progetto di Città dell'Infanzia sui rischi e benefici della tecnologia

Dopo una prima tappa nella città di Ostuni (BR), una seconda nella città di Andria (BT), la squadra di "Bimbi e Tecnologie", progetto targato Città dell'Infanzia, approda nella città di Trani con il programma formativo "Surviv(IN)digital.

L'informazione, oggi, è divenuta una risorsa facilmente reperibile proprio grazie alla tecnologia. Tutti gli strumenti a disposizione, se opportunamente impiegati, possono essere un valore aggiunto nei processi di apprendimento e sviluppo della IE (Intelligenza Emotiva). Tuttavia, il gap generazionale tra genitori, nonni e figli/nipoti, l'incapacità di rispondere con "efficienza" ai ritmi quotidiani, la ritrosia nel penetrare, a fondo, nella conoscenza di un universo per molti "oscuro" non fa che provocare danni inconsapevolmente.

"Un genitore inadeguato di fronte alla conoscenza del proprio figlio è un genitore che, nella maggior parte dei casi, corre il rischio di perdere autorevolezza e credibilità agli occhi dello stesso. Il figlio, confinato nella torre d'avorio dei suoi pensieri, non riconoscendo nel genitore qualcuno che possa fornirgli "dottrina", sentendosi, al contrario, estromesso nel suo stesso mondo, cerca solidarietà e condivisione altrove e, spesso, con esiti infausti (es. fenomeno "Blue whale", Hikikomori, Cyberbullismo). L'Italia detiene un primato per presenza di analfabeti funzionali (gente che sa leggere ma non capisce quello che legge), questo rende ancor più difficile far combaciare i nostri reali intenti comunicativi con l'elaborazione successiva da parte dell'utente. Una frase banale potrebbe convertirsi in uno tsunami di negatività. E' come pilotare un aereo senza avere brevetto. Il disastro diviene più che una probabilità. E se il pilota fosse un bambino? Indescrivibile l'effetto impattante. In ogni azione che compiamo dobbiamo essere guidati da una grande alleata: la consapevolezza. "Conoscere" è un primo passo per non "perdere". (Cittadellinfanzia.it).

Si esploreranno tutte le componenti pediatriche, oculistiche, uditive, psicologiche, comunicative, linguistiche, di marketing e neuromarketing che intervengono nel momento in cui un bambino si approccia alla dimensione 3.0. «C'è vero progresso solo quando i vantaggi di una nuova tecnologia diventano per tutti» (Henry Ford).
  • Trani Città dell'Infanzia
Altri contenuti a tema
3 Serena Gisotti: ecco chi è la donna del progetto "Cittá dell’infanzia" Serena Gisotti: ecco chi è la donna del progetto "Cittá dell’infanzia" Il racconto del lavoro che si nasconde dietro il noto portale
Alla Notte Bianca dei Bambini arriva anche un defibrillatore Alla Notte Bianca dei Bambini arriva anche un defibrillatore La donazione questo pomeriggio in villa comunale
In villa comunale ritorna "La notte bianca dei bambini" In villa comunale ritorna "La notte bianca dei bambini" Domani dalle 17 tante attività per intrattenere sia grandi che piccini
Una città tutta da leggere, prende il volo il progetto Bibliocity Una città tutta da leggere, prende il volo il progetto Bibliocity In settimana saranno inaugurate due piccole librerie gratuite
Città dell'infanzia, una festa per dire addio al Natale Città dell'infanzia, una festa per dire addio al Natale In piazza Garibaldi, teatro, musica e pittura per una mattina dedicata ai piccoli
Città dell'Infanzia celebra i nonni Città dell'Infanzia celebra i nonni Domenica in Villa esami gratuiti per i nonni e laboratori per i nipotini
"Notte bianca dei bambini", tra valori e emozioni "Notte bianca dei bambini", tra valori e emozioni Tutto è cominciato donando una giostrina per diversamente abili
"Notte bianca dei bambini" in villa comunale, il programma "Notte bianca dei bambini" in villa comunale, il programma Nell'occasione sarà inaugurata l'altalena per i diversamente abili
© 2001-2019 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.