Nicola Giorgino 1
Nicola Giorgino 1
Territorio

Patto Nord Barese-Ofantino, la Cgil scrive al presidente della Bat

Il sindacato a Giorgino: «Quale il futuro dell'agenzia?»

«Leggiamo quasi quotidianamente sulle pagine dei giornali della sopravvivenza o della morte, meglio per noi sarebbe "del rilancio" del Patto Territoriale Nord Barese Ofantino o Agenzia per l'occupazione e lo sviluppo dell'Area nord barese Ofantina, con sede a Barletta. Da tempo se ne discute, tant'è che il sindacato Cgil e la categoria della Filcams hanno richiesto e sono in attesa di un incontro con il Presidente della Provincia Bat, Nicola Giorgino e con il Presidente dell'Agenzia, Paolo Marrano (Sindaco di Margherita di Savoia) a sostegno dell'Agenzia e per la salvaguardia occupazionale e delle competenze e professionalità presenti, circa 22 dipendenti», spiegano Tina Prasti, segretario generale Filcams Cgil Bat e Giuseppe Deleonardis, segretario generale Cgil Bat.

«Ad oggi purtroppo, registriamo un'assenza delle istituzioni nel voler assumere impegni ben precisi per il rilancio del Patto Territoriale, essendo al momento l'unico strumento di governance territoriale in grado di programmare e intercettare risorse comunitarie e proporre progetti rivenienti dai Fondi Europei FESR alle amministrazioni comunali, forti delle esperienze di questi anni, che ha utilizzato importanti risorse tese alla la valorizzazione, sviluppo e coesione del nostro territorio. Si ha invece, la sensazione che oramai il "frutto non ha più succo!" e pertanto meglio sarebbe chiudere e mandare a casa i lavoratori, dopo circa 20 anni di attività prestata al servizio della comunità territoriale e dopo aver acquisito professionalità e competenze adeguate per poter essere, sicuramente, riutilizzati per il rilancio dell'Agenzia medesima che, per l'appunto, è nata per l'occupazione e lo sviluppo e perché no anche dall'Ente Provincia (svuotato di risorse umane ed economiche dalla inadeguata riforma Del Rio che invece viene rilanciato dalla nostra Carta Costituzionale al servizio dei cittadini)».

«Il sindacato, la Cgil fa appello a tutti i Sindaci del territorio, fondatori di questo importante progetto per lo sviluppo dell'Area Nord Barese Ofantina, in prospettiva della nata sesta provincia pugliese di Barletta Andria Trani ed in primis al suo Presidente, Nicola Giorgino ed a tutti i Sindaci dei Comuni aderenti, facenti parte del Consiglio Provinciale per far sentire il loro sostegno fattivo alla salvaguardia dei livelli occupazionali ed al rilancio di questo importante strumento di cooperazione e sostegno delle politiche di investimento comunitarie per lo sviluppo e la coesione del territorio e per rilanciare quel processo di governance territoriale essenziale per lo sviluppo della nostra Provincia», concludono.
  • Patto Territoriale NBO
Altri contenuti a tema
I Comuni lasciano il Patto territoriale: parte la protesta I Comuni lasciano il Patto territoriale: parte la protesta Trani ha deliberato l'uscita. Mennea (Pd): «Decisione sbagliata»
Patto territoriale, una partecipazione che costa più di 90mila euro Patto territoriale, una partecipazione che costa più di 90mila euro Il Comune dispone il pagamento della quota associativa 2016
Patto territoriale, FdI: «Scelta affrettata, amministrazione superficiale» Patto territoriale, FdI: «Scelta affrettata, amministrazione superficiale» Il partito contesta le motivazioni dell'uscita di Trani dal consorzio
Patto del Nord Barese, il Comune di Trani favorevole all'uscita Patto del Nord Barese, il Comune di Trani favorevole all'uscita Il sindaco Bottaro: «È una scelta politica di tutta la città»
Patto territoriale, il nuovo presidente è Paolo Marrano Patto territoriale, il nuovo presidente è Paolo Marrano Il sindaco di Margherita alla guida, quello di Trani nel cda
Patto territoriale, la quota 2015 costa a Trani più di 90mila euro Patto territoriale, la quota 2015 costa a Trani più di 90mila euro Liquidata la somma dovuta dal Comune in qualità di socio
Giro di vite sulle partecipate, il Comune le dimezza Giro di vite sulle partecipate, il Comune le dimezza Sei mesi per riorganizzare Amet, un anno per stabilizzare l'Amiu. In forse il Gal
Valutazione ambientale strategica, il Patto territoriale aiuta i Comuni Valutazione ambientale strategica, il Patto territoriale aiuta i Comuni Incontro con il Formez a Barletta il 22 ottobre per tutte le città del territorio
© 2001-2019 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.