Bambini a scuola
Bambini a scuola
Vita di città

Scuola corsara, arriva il progetto di Legambiente per contrastare la povertà educativa

Martedì il primo momento di partecipazione pubblica nell'ex ospedaletto

Contrastare il fenomeno della dispersione scolastica realizzando esperienza laboratoriale di filiera agroalimentare e turistica in economia circolare, attraverso cui veicolare gli apprendimenti delle materie di base, sviluppare le competenze professionali, educare alla legalità e cittadinanza attiva e motivare i ragazzi all'utilità della scuola. Sono queste le finalità del progetto "Scuola Corsara" promosso da Legambiente Puglia e selezionato nell'ambito del bando Adolescenza (11-17 anni) del Fondo povertà educativa, finanziato da "Impresa sociale con i bambini".

Il progetto vedrà protagonista la comunità educativa della città di Trani per poi aprirsi all'intero territorio reginale pugliese per i prossimi 3 anni. Tanti gli attori coinvolti: la città di Trani, la Legambiente, la scuola superiore Aldo Moro, la media Baldassarre, la ASP Vittorio Emanuele, l'associazione "Boanda", l'associazione "Il Colore degli Anni", la cooperativa soc. "Campo dei Miracoli", la cooperativa "Alleanza 3.0", l'università Lumsa, l'associazione "Promozione e Solidarietà", la cooperativa sociale "Questa Città", l'impresa sociale "Terre Solidali" ed il centro di salute mentale della ASL Bat di Trani, quest'ultimo quale ente valutatore del progetto.

La collaborazione di una così ampia rete territoriale di partners, insieme agli stessi beneficiari, coinvolti in un percorso "peer to peer", genera e favorisce la configurazione di una "comunità educante", stimolando non solo l'acquisizione di competenze pratiche ma anche pensiero creativo e soprattutto etico e solidale.

Le attività pratiche individuate sono quelle dell'orto sociale, del "baretto" dei bambini e del ristorante sociale.

Martedì 29 gennaio alle 10.30 è previsto il primo momento di partecipazione pubblica del progetto che vedrà la partecipazione di disabili mentali, studenti e soggetti in stato di bisogno. Come pianificato, l'evento sarà organizzato nei giardini dell'ex ospedaletto di Trani (corso Imbriani) con una iniziativa di raccolta di agrumi. Parteciperanno per fornire ulteriori informazioni alla stampa ed alla cittadinanza il sindaco di Trani, Amedeo Bottaro, gli assessori all'ambiente ed alle politiche sociali (Michele Di Gregorio e Debora Ciliento), il direttore generale della ASL Bat, Alessandro Delle Donne, il direttore del dipartimento salute della ASL Bat, Giuseppe Barrasso, il presidente di Legambiente Puglia, Francesco Tarantini, ed i dirigenti scolastici degli Istituti coinvolti.
  • Legambiente
Altri contenuti a tema
Ulivi estirpati a Trani, Legambiente giustifica il mancato intervento «non essendoci stata nessuna avvisaglia» Ulivi estirpati a Trani, Legambiente giustifica il mancato intervento «non essendoci stata nessuna avvisaglia» L'associazione rompe il silenzio e interviene sull'abbattimento degli alberi in via Barletta
1 Verde urbano, Legambiente Trani si prepara ad una campagna di piantumazione Verde urbano, Legambiente Trani si prepara ad una campagna di piantumazione E precisa: «Antiscientifico il taglio o la potatura degli alberi in un periodo inopportuno»
La campagna d'informazione contro gli sprechi alimentari parte da Trani La campagna d'informazione contro gli sprechi alimentari parte da Trani Coinvolte alcune associazioni del territorio
A Trani Legambiente e Despar per la XXVIII edizione di "Puliamo il mondo" A Trani Legambiente e Despar per la XXVIII edizione di "Puliamo il mondo" Domani presso il lungomare Mongelli la prima grande iniziativa di volontariato ambientale nell’Italia
La "Salsa Popolare", la ricetta per un mondo migliore La "Salsa Popolare", la ricetta per un mondo migliore L'iziativa cittadina volta al contrasto della povertà alimentare
1 Raccolta porta a porta, le proposte di Legambiente Trani Raccolta porta a porta, le proposte di Legambiente Trani Volte a "ridurre i rifiuti, aumentare la differenziata, ridurre i disagi ai cittadini, incrementare i posti di lavoro"
3 Isole ecologiche interrate e informatizzate, Legambiente Trani: «Soluzione costosa e puramente estetica» Isole ecologiche interrate e informatizzate, Legambiente Trani: «Soluzione costosa e puramente estetica» Per l'associazione non rappresenta un'alternativa valida al "porta a porta"
Raccolta differenziata, nel 2019 Trani ha speso circa 2milioni di euro in più rispetto Bisceglie Raccolta differenziata, nel 2019 Trani ha speso circa 2milioni di euro in più rispetto Bisceglie Legambiente elenca i vantaggi con l'avvio del sistema "porta a porta"
© 2001-2021 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.