Cronaca

Sequestrata l'ex distilleria Angelini

Sigilli anche per alcune aree del litorale di ponente

La polizia municipale di Trani, in seguito ad una operazione di polizia giudiziaria - ambientale denominata "primavera", ha posto sotto sequestro l'ex distilleria Angelini ed alcune aree della costa nord della città. In particolare gli agenti della PM di Trani hanno apposto sigilli l'ex distilleria di Trani, l'area di proprietà demaniale ubicata sulla riviera di Ponente, gli ex opifici per la lavorazione dei marmi "Cormio" e "Cinquepalmi" in via dei Finanzieri e il tratto di costa della riviera di ponente (individuato tra la ex Distilleria Angelini e l'ex segheria Guacci) con accesso da via Romito.



Come è facilmente intuibile dalle immagini, i luoghi interessati dal sequestro preventivo si trovano in completo stato di degrado ed abbandono. Sull'ex distilleria Angelini aveva già esposto preoccupazioni per l'avanzato stato di degrado il consigliere comunale di Forza Trani Roberto Visibelli e, in seguito, anche i verdi di Trani con tanto di dossier fotografico (vedi articoli correlati)



Foto di Luciano Zitoli.
© 2001-2020 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.