Empatia
Empatia
Associazioni

Testa e piedi, l'evento dell'Albero della Vita domenica in piazza Duomo

Un momento di empatia e condivisione aperto alla cittadinanza

Domenica 9 ottobre dalle ore 18:30 alle 21:30, nella spettacolare cornice della Cattedrale di Trani, si svolgerà l'evento "Testa e Piedi" organizzato dall'Associazione L'Albero della Vita con il suo gruppo di volontari Clown di Corsia "L'Albero del Sorriso".

Empatia, gioia, condivisione, solidarietà: queste le parole chiave dell'evento. Testa e piedi nasce dall'idea di dare la possibilità alle persone di "vivere in maniera intensa" una storia di vita vera, mettendosi "nelle scarpe" di chi racconta quella storia. Sarà proprio così: chi deciderà di parteciparvi, potrà camminare nel percorso pedonale allestito per l'occasione, indossando le scarpe di un donatore anonimo. Allo stesso tempo, insieme alle scarpe, sarà consegnato un paio di auricolari in cui verrà riprodotto il racconto del possessore di quelle scarpe, raccontato in prima persona.

Sarà un viaggio intenso, dove l'obiettivo degli organizzatori sarà il concretizzare il senso di vicinanza tra le persone, guardando al prossimo con maggiore sensibilità e gentilezza, entrando nella dimensione che ogni essere umano porta con sé un bagaglio emozionale importante, capace di avvicinarci gli uni agli altri e soprattutto insegnare e guidare verso nuove consapevolezze.

"Vi aspettiamo numerosi, abbiamo creduto fortemente in questa iniziativa e non vediamo l'ora di condividerla con quante più persone possibile: in questi due anni si sono alzati tanti muri a causa della pandemia: è ora di abbatterli e creare dei ponti tra la gente, in cui ognuno possa sentirsi più vicino e simile agli altri", dichiara uno degli organizzatori dell'evento, Antonio Gallicchio, che aggiunge: "chiunque può partecipare a questo evento, che è totalmente gratuito. E' un'esperienza che consiglio di fare, è molto intensa e aiuta molto ad uscire da quel tunnel egoico in cui il mondo sentiamo giri intorno a noi e soltanto intorno a noi, quando in realtà siamo una rondella in un immenso motore marciante. Ogni evento che accade, in qualche misura, ci tocca e ci modifica. Tenere conto di questo ci può portare in una prospettiva nuova, in cui siamo tutti consapevoli che ogni nostra piccola azione impatta sulla vita degli altri, e quindi di conseguenza, seguendo questo pensiero, anche su di noi. Oltre all'IO c'è il NOI, e sentirsi parte del NOI è rassicurante ed è qualcosa che ogni essere umano innegabilmente cerca nella sua vita."
  • Albero della Vita
Altri contenuti a tema
Rete per l'emergenza alimentare, l'Albero della Vita chiede la revoca dell'avviso Rete per l'emergenza alimentare, l'Albero della Vita chiede la revoca dell'avviso Secondo l'associazione ci sarebbero delle incongruità ed omissioni
Villa Guastamacchia, l'Albero della Vita contesta l'aggiudicazione all'Auser Villa Guastamacchia, l'Albero della Vita contesta l'aggiudicazione all'Auser Secondo l'associazione ci sarebbero diverse illegittimità
© 2001-2022 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.