Trani Governa
Trani Governa
Politica

Tommaso Laurora (Trani Governa): «Operazione Chiavi della Città, un danno enorme per Trani»

La relazione della Dia «penalizza la candidatura di Trani a capitale della cultura»

Sul sito della Direzione Investigativa Antimafia è stata pubblicata la relazione al Ministro dell'Interno del primo semestre 2019 sulla attività di contrasto alla criminalità. Purtroppo nell'ambito della analisi del fenomeno della nostra Provincia, viene riportata anche la nota indagine denominata "Chiavi della città". Questo procedimento giudiziario, che ha investito il sindaco della nostra città e quindi la città, deve essere valutato in questo momento nel rispetto del principio della presunzione di non colpevolezza, e tuttavia non può non avere ripercussioni dal punto di vista politico.

È in gioco la visione della vita amministrativa, il modo di intendere la difesa del proprio territorio ed è giusto che la classe politica e i cittadini debbano operare delle valutazioni e delle scelte. La relazione della D.I.A. riporta " A dimostrazione dell'elevata specializzazione acquisita dalle cosche locali nella attività di riciclaggio, nell'ambito della operazione "Chiavi della Città" è stata ricostruita l'attività di un sodalizio i cui componenti sono stati ritenuti responsabili a vario titolo di associazione per delinquere, riciclaggio, anti riciclaggio, bancarotta, falso, appropriazione indebita, peculato e abuso di ufficio", e ancora "L'indagine ha riguardato cospicue somme di denaro destinate al pagamento delle spese di gestione di un'associazione sportiva dilettantistica di Trani in cambio di favori per le società dell'imprenditore nelle procedure di affidamento di appalti indetti dal Comune".

Queste dolorose righe restituiscono, all'esterno, un'immagine pessima della nostra splendida città. Un'immagine che potrebbe allontanare inesorabilmente investimenti di capitali sani e produttivi, potrebbe disincentivare il turismo, potrebbe insomma impattare in maniera assolutamente negativa sullo sviluppo futuro del nostro tessuto economico - sociale. In termini politici quello che si può rilevare è una imperdonabile acquiescenza alle iniziative di soggetti esterni all'amministrazione e al territorio comunale, un Alto Tradimento nei confronti della nostra collettività.

In tutta onestà mi chiedo come possa essere possibile una partecipazione di Trani a Capitale della Cultura sulla base di questa informativa. Cosa dirà Il Ministro dell'Interno al Ministro per i Beni Culturali quando si deciderà la città prescelta? Io credo che ironizzerà sul criterio di conferimento del Titolo di Capitale della Cultura di cui al bando, art.5 punto c), in base al quale si andranno a privilegiare le città che presenteranno "forme di cofinanziamento da parte di soggetti privati e portatori di interesse sul territorio".

C'è cofinanziamento e cofinanziamento. Noi vogliamo che la partecipazione al bando di Capitale della Cultura sia seria, sia basata su fatti concreti e su una realtà territoriale matura, per poter partecipare in modo degno. Noi non vogliamo che la partecipazione al bando ministeriale sia uno slogan elettorale, ovvero un modo subdolo per ottenere visibilità in senso positivo o per ricercare un perduto consenso.

Noi vogliamo realmente che la città cresca, e si prepari a competere senza pregiudizi con le altre realtà italiane. Per questo proponiamo un cambiamento nel modo di fare politica, basato sui principi della Partecipazione e Condivisione, vissuti in modo permanente e parte integrante del processo decisionale in campo amministrativo.

Solo con la partecipazione e la condivisione, in contrapposizione con le scelte calate dall'alto degli ultimi anni, crescerà il livello di discussione, di attenzione sulle scelte, di confronto tra le menti, e, in generale, il livello di sensibilità del "vivere in collettività" necessario perché Trani diventi Capitale della Cultura prima per tutti Noi e poi per un bando ministeriale.

- Tommaso Laurora, Trani governa
  • Tommaso Laurora
Altri contenuti a tema
2 Coronavirus, le proposte del candidato sindaco Tommaso Laurora Coronavirus, le proposte del candidato sindaco Tommaso Laurora «Stiamo al fianco delle famiglie e delle attività tranesi con atti concreti nel Bilancio di Previsione Comunale»
1 Parco in via delle Tufare, Laurora: «I lavori termino in fretta, al meglio e nel rispetto dei residenti» Parco in via delle Tufare, Laurora: «I lavori termino in fretta, al meglio e nel rispetto dei residenti» L'intervento del candidato sindaco civico dopo un sopralluogo al cantiere
Impianto di biometano a Trani, Laurora: «Scandalizzato che possa realizzarlo un privato e non Amiu» Impianto di biometano a Trani, Laurora: «Scandalizzato che possa realizzarlo un privato e non Amiu» Il candidato sindaco rivolge all'attenzione pubblica alcuni interrogativi
Impianto biometano, Tommaso Laurora: «Autorizzato nel silenzio totale ad una ditta di Monza» Impianto biometano, Tommaso Laurora: «Autorizzato nel silenzio totale ad una ditta di Monza» Il candidato sindaco aggiunge: «Doveva essere realizzato dall'Amiu, società dei tranesi»
Tommaso Laurora replica al Pd sulla questione ospedale: «Viene prima Trani, poi il resto» Tommaso Laurora replica al Pd sulla questione ospedale: «Viene prima Trani, poi il resto» Il candidato sindaco di Trani Governa: «Perché Bottaro non ha mai informato i cittadini del protocollo d'intesa?»
Amministrative 2020, il candidato sindaco Tommaso Laurora si presenta alla città Amministrative 2020, il candidato sindaco Tommaso Laurora si presenta alla città La video conferenza
La coalizione "Trani governa" presenta il suo candidato sindaco: Tommaso Laurora La coalizione "Trani governa" presenta il suo candidato sindaco: Tommaso Laurora La conferenza stampa sabato 18
Nuova coalizione civica, Tommaso Laurora: «Noi riferimento civico e moderato per i cittadini» Nuova coalizione civica, Tommaso Laurora: «Noi riferimento civico e moderato per i cittadini» Il referente presenta la sua «alternativa» politica in vista delle Amministrative 2020
© 2001-2020 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.