Apatheia

Il lupo e gli agnelli

L'ospedale muore ed il colpevole vive

E mentre ci crogioliamo e dilettiamo dibattendoci, a volte con enfasi, su di chi sia la colpa della fine ingiusta o sacrosanta del nostro ospedale, l'ospedale muore ed il colpevole vive e vivrà. Serviranno le manifestazioni di protesta dei cittadini tranesi? Avremo spiegazioni su come siano state fatte certe scelte anziché altre? Ci daranno giustificazioni sufficientemente plausibili e che non siano parole e frasi incontrovertibili perché vacue?

Voglio raccontarvi una favola. «Superior stabat lupus» che vuol dire «Il lupo stava più in alto». Per chi già non abbia il piacere di conoscerla, ricordiamo la favola di Fedro dalla quale la massima è tratta. C'erano un lupo ed un agnello che bevevano ad un torrente ed il lupo accusò l'agnello di sporcare l'acqua che lui beveva ma ciò era impossibile visto che lui si trovava nella parte più alta del torrente e quindi l'acqua passava prima da lui e poi dall'agnello. Non avendo sortito l'effetto desiderato questo pretesto, il lupo affermò che l'agnello avesse parlato male di lui. Ma rendendosi conto che l'agnello non fosse ancora nato all'epoca dei fatti menzionati esclamò adirato: «Pater hercle tuus» ovvero «E allora, per Ercole, sarà stato tuo padre» e balzando sull'agnello lo sbranò.

È facile dedurre la morale della favola. Il lupo è colui che pur non avendo valide motivazioni, spiegazioni, giustificazioni per avvalorare un fatto o un comportamento, ne utilizza la sua posizione o la sua potenza come unico elemento. Anche Sciascia riprende questa favola ed è ancor più dissacrante di Fedro nelle sue «Favole della dittatura». Per Sciascia il lupo, incontrato il solito agnello che si abbeverava al torrente gli annunciò di non avere tempo da perdere questa volta e con un balzo lo agguantò e lo lacerò. Questa volta il lupo, che ha perfezionato la sua indole, non sente più neanche il bisogno di dare false spiegazioni all'agnello che comunque morirà divorato.

Restano i cacciabombardieri che volano nel cielo ad alto prezzo, al prezzo di super ospedali super specializzati. Volano al posto dei nostri sogni. Volano al posto di un malato guarito, un malore salvato. Ma bando ai romanticismi attendiamo la risposta, la verità.

Vi esorto a partecipare sabato 21 gennaio alle ore 10 al corteo organizzato da alcuni cittadini in difesa dell'ospedale di Trani. La manifestazione partirà da piazza Sant'Agostino e percorrerà alcune delle principali strade della città, terminando davanti al San Nicola Pellegrino.
  • Ospedale
Apatheia

Apatheia

La rubrica di Rino Negrogno

Indice rubrica
La telefonata 6 marzo 2015 La telefonata
Le primarie 15 febbraio 2015 Le primarie
Il professore di Trani 25 gennaio 2015 Il professore di Trani
Terra mia 13 gennaio 2015 Terra mia
Le  "dita " 31 dicembre 2014 Le "dita"
Altri contenuti a tema
Riconvertire il Pta di Trani in ospedale di comunità, De Simola: «E' giunto l'obbligo di farsi sentire in Regione» Riconvertire il Pta di Trani in ospedale di comunità, De Simola: «E' giunto l'obbligo di farsi sentire in Regione» Il segretario cittadino d'Italia in vista dei 631milioni di euro ottenuti dalla Regione per l'ammodernamento del settore sanità
Pta Trani, Delle Donne: «Necessario investire sulla pneumologia» Pta Trani, Delle Donne: «Necessario investire sulla pneumologia» Se ne parlerà venerdì 17 e sabato 18 settembre a Palazzo San Giorgio nel corso di un seminario
1 Accesso al Pta di Trani, green pass solo per gli accompagnatori e non per i pazienti Accesso al Pta di Trani, green pass solo per gli accompagnatori e non per i pazienti Ad assicurarlo il consigliere Branà: «Basterà la tessera sanitaria per chi deve recarsi al Cup o sottoporsi ad una visita»
Visita domiciliare chirurgica impossibile a Trani per i pazienti allettati o impossibilitati a recarsi in ambulatorio al "S. Nicola pellegrino" Visita domiciliare chirurgica impossibile a Trani per i pazienti allettati o impossibilitati a recarsi in ambulatorio al "S. Nicola pellegrino" La denuncia di Annamaria Barresi, ex consigliere comunale, ma soprattutto cittadina come tutti, che protesta per il disservizio.
68 Il sindaco Bottaro operato per fratture alle dita di un piede dopo l'incidente in moto Il sindaco Bottaro operato per fratture alle dita di un piede dopo l'incidente in moto Attualmente ricoverato all'ospedale di Barletta, non destano preoccupazione le sue condizioni
Blocco dei ricoveri ad Andria: riscontrati casi di scabbia Blocco dei ricoveri ad Andria: riscontrati casi di scabbia Si tratta di un provvedimento temporameo
Articolo97: proposta di riutilizzo e rifunzionalizzazione Pta Trani Articolo97: proposta di riutilizzo e rifunzionalizzazione Pta Trani Il movimento propone linee metodologiche e programmatiche di indirizzo alle autorità comunali e regionali offrendo collaborazione
«Se dovete lamentarvi, fatelo per le cose serie» «Se dovete lamentarvi, fatelo per le cose serie» Lo sfogo di una giovane dottoressa del Pronto Soccorso di Bisceglie
© 2001-2021 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.